Un’ambulanza dopo l’incidente mortale alla figlia: “Non l’avevo riconosciuta”.

L’incidente stradale è avvenuto la scorsa settimana su un tratto ghiacciato dell’autostrada nella provincia canadese dell’Alberta, scrive The Guardian. Jaime Erickson e il suo collega sono stati chiamati con urgenza. Sono arrivati ​​prima sulla scena.

intrappolato in macchina

Erickson ha impiegato più di mezz’ora per liberare la vittima dall’auto. Poi è rimasta con l’adolescente fino a quando non è stato trasportato in elicottero in un ospedale di Calgary. La ragazza era completamente sconosciuta. Una volta in ospedale, le ferite si sono rivelate così gravi che non c’erano possibilità di sopravvivenza. Alla ragazza è stato tolto il respiratore.

Quando Erickson torna a casa dopo il suo turno, due agenti di polizia le dicono che sua figlia di 17 anni, Montana, è rimasta uccisa in un incidente stradale. “Sono devastata”, ha detto Eriksson ai media nella sua città natale di Airdrie, “ho perso un pezzo di me. Devo raccogliere i pezzi e devo continuare a lavorare”.

il cane è fuori

Erickson ha scritto alla sua famiglia e ai suoi amici dopo l’incidente: “La ragazza gravemente ferita che ho visto sulla scena si è rivelata essere mia figlia. La mia unica figlia. Il mio bambino. Mia figlia, Montana”.

Durante l’incontro informativo, il collega di Ericsson Richard Reed, che l’ha accompagnata sul luogo dell’incidente, è scoppiato più volte in lacrime. Montana era sul sedile del passeggero mentre il suo ragazzo se ne andava dopo una passeggiata con il cane. Il conducente ha perso il controllo dell’auto e si è scontrato con un veicolo in arrivo. È riuscita a uscire dall’auto da sola, ma Montana era intrappolata.

READ  Putin vuole attaccare obiettivi precedentemente mancati, missili su Kiev | Attualmente

Donazione di organi

“Come genitore e consulente, posso dire che questo è peggio di qualsiasi incubo tu possa immaginare”, ha detto Reed.

Erickson ha detto che sua figlia era una donatrice di organi. Due dei suoi membri sono stati salvavita per altri. “È così che lo voleva”, ha detto l’operatore dell’ambulanza. “Siamo molto orgogliosi di lei e ci mancherà molto”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24