Home Attualità George A. Romero re del cinema horror è morto, aveva 77 anni

George A. Romero re del cinema horror è morto, aveva 77 anni

15189
0
SHARE
George A. Romero re del cinema horror è morto, aveva 77 anni

George A. Romero, celebre regista  del cinema horror, autore della trilogia “La note dei morti viventi” è scomparso, ieri a  Los Angeles, all’età di 77 anni.

Lutto nel mondi del cinema: si è spento, ieri nella città di Los Angeles, in California, il celebre maestro dell’horror, George A. Romero, salito alla ribalta coin la nota trilogia “La notte dei morti viventi.” Aveva 77 anni ed è stato stroncato da un cancro ai polmoni dopo una lungo lotta. La famiglia stessa del regista ha diffuso la triste notizia della sua scomparsa, precisando che il congiunto ha lasciato questo mondo terreno sulle note della sua colonna sonora del film di John Ford “Un uomo tranquillo” uscito nel 1952, una delle  sue pellicole preferite.

George A. Romero nacque  a New York, nel quartiere Bronx, da padre cubano e madre lituana. La sua grande passione per il cinema gli era quasi innata, da giovanissimo, infatti, subito dopo gli studi alla Carnegie Mellon University di Pittsburgh nel 1960, cominciò a girare dei cortometraggi. Ma il genere che amava era l’horror, quindi la sua ispirazione diede vita  ad uno dei più famosi film horror di tutti i tempi; ovvero “La notte dei morti viventi”,  scritto insieme a John A. Russo nel 1968, film che si impose  come cult, già negli anni ’70. Fu proprio il regista italo americano a forgiare il genere zombie.

Cosicché nel 1978, nelle sale cinematografiche fece la sua apparizione il film “Zombi“, il secondo della trilogia “Trilogia dei morti viventi”, a cui fece seguito, nel 1985, “Il giorno degli zombi”. Di titoli su questo genere tanto amato da Romero ce ne furono molti altri, ma non ebbero la stessa notorietà degli altri. Il genere horror rappresenta il vero  patrimonio inimitabile che George A. Romero lascia a tutti i suoi fedeli appassionati. Strinse peraltro un forte con il regista italiano Dario Argento, formando un sodalizio, a cominciare dalla collaborazione per il montaggio di “Zombi”. I due registi de cinema horror hanno, inoltre, lavorato insieme, nel 1990  con il film “Due occhi diabolici”, pellicola fatta di due episodi diretti uno ciascuno dai due celebri  registi e che costituiscono un omaggio al mitico  Edgar Allan Poe.

 

Rispondi