“Abbiamo bisogno di partiti studenteschi che battano i pugni sul tavolo”.

Più microonde e birra a buon mercato nel campus. È molto bello, ma secondo Anche lo studente di economia Bram Meulenstein è un po’ magro. Invita i partiti studenteschi a difendere veramente gli interessi degli studenti. “Bbatti il ​​pugno sul tavolo, agisci.”

Caffè del campus. Immagine: universo

Finalmente! Posso riscaldare un piatto di spaghetti alla napoletana con autentici pomodori italiani in edifici che non ho mai riscaldato prima. Inoltre, dopo una lunga attesa, ora posso davvero stare su un campo da hockey bagnato, se non altro perché non ho mai giocato a hockey. Finalmente è bello per me poter finalmente bere di nuovo birra al Campus Cafe a Tilbury 1, accanto al Mensa.

Questi tre punti sono la punta di diamante del fronte del Partito Studentesco, come hanno affermato dopo che si è verificato un problema tecnico durante la nostra conferenza. Nel frattempo, sono confuso perché il mio programma di lavoro è stato finalizzato molto prima che l’Università di Tilburg annunciasse le date degli esami, e sono indietro su materie per le quali non sono disponibili lezioni digitali.

Non fraintendermi. È bello che vengano create più strutture per il cibo. È bello per le persone che giocano a hockey poter ora praticare il proprio sport con più comodità. E per quelli a cui piace, DiMiBo nel campus è ora di nuovo economicamente attraente, con umidificatori giallo oro a 1,25 €. Nessuno dei tre contribuisce negativamente allo sviluppo dell’Università di Tilburg o dei suoi studenti. Dopotutto, i postumi di una sbornia del martedì sono radicati nell’esistenza di uno studente. Ma sono questi i temi che stanno davvero a cuore al partito studentesco?

READ  La Ferrari rompe le promesse di profitto a causa di Corona

Naturalmente, su Internet ci sono ambizioni chiaramente definite. Internazionalizzazione, espansione degli spazi e apprezzamento per gli studenti che vogliono fare di più oltre al semplice studio a tempo pieno. Ma si sente molto povero. Credo che i partiti studenteschi negli organi decisionali superiori dell’università debbano svolgere una funzione di controllo basata sulla ricerca del cambiamento. Devono fornire commenti critici sul corso degli eventi, basati sugli interessi degli studenti.

Come dovrebbero farlo i partiti studenteschi? Agire! Spingi attivamente l’università nella giusta direzione e batti il ​​pugno sul tavolo! Non è possibile farlo attraverso il marketing di massa, parole fantasiose o nuovi microonde. Puoi farlo attraverso punti di azione e piani concreti. Alla fine, i piani concreti generano risultati.

Crea una sana competizione e incoraggia tutte le parti a conquistare gli studenti con risultati e intuizioni stimolanti, non con aria fritta. Con l’affluenza in calo alle elezioni partecipative, è tempo di risultati, positivi o negativi che siano. Dai buoni risultati perseveriamo e di cui siamo orgogliosi, dai cattivi risultati impariamo.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24