Ancora niente Mondiali per l’Italia: ‘Non cancellarli, ma non puoi superare te stesso in astuzia ogni volta’ | Turno preliminare della Coppa del Mondo

Le qualificazioni agli Europei del Mondiale 2022 in Qatar sono un ricordo del passato, a parte i salti. Questa seconda chance è una rete di sicurezza per l’Italia, in quanto i campioni d’Europa non sono i vincitori del girone e quindi non hanno certezze sul Mondiale. Sorpresa o no? Filip Joos analizza la posizione dei pizzichi di avvio.

Il “no” temporaneo del Qatar non è stato un fulmine a ciel sereno, ma il secondo posto nel Gruppo C dopo la vincitrice della Svizzera è stato un po’ deludente.

Philip Goss vede l’1-1 in casa contro la Bulgaria e la doppietta contro la Svizzera come punti di svolta. “In Svizzera erano la squadra migliore, ma Jorginho ha sbagliato un rigore”.

“La scorsa settimana c’è stata una grande prima mezz’ora in uno stadio olimpico eccitato. L’Italia non si è mai messa in gioco e ha avuto molti problemi con gli svizzeri”.

“Dopo si sono ripresi, e non è un caso che hanno segnato su punizione, è cresciuto e poi è seguito un altro calcio di rigore di Jorginho”.

“Ovviamente quei due rigori sbagliati hanno molto peso, ma l’Italia non era all’altezza dell’Europeo”.

“Allo stesso tempo bisogna dire: non erano lontani da quel livello, perché all’Europeo hanno vinto solo una delle ultime 4 partite nel giro di 90 minuti. Era contro il nostro Paese”.

Certo, i due rigori sbagliati di Jorginho hanno un impatto enorme, ma il livello dell’Italia non era al livello dell’Europeo.

Filippo Oca

“La paura era grande dopo che il calcio di rigore è stato mancato”.

Il problema italiano è in prima linea? “Sì, ed era già così agli Europei”, ha detto Philip Goss.

“Poi hai fatto una botta di Chiesa, di cui hanno incredibilmente bisogno con la sua profondità, ma ha anche messo un po’ la testa a terra. Non è Mbappe”.

“E adesso Immobile non c’era. Agli Europei era drammatico con il pallone, ma ha lavorato tanto senza palla. Continuò anche a segnare con la Lazio, ma non è Lukaku…quindi tutte queste cose erano un po’ contro».

“Infatti, l’Italia se ne è resa conto la scorsa settimana dopo che Jorginho ha sbagliato il rigore (vedi video). Sentivano che la Svizzera avrebbe battuto la Bulgaria e che dovevamo vincere e segnare in Irlanda del Nord…”

“La paura c’era. Stavano già calcolando chi sarebbe arrivato secondo. Poi sarebbe successo.”

“Nell’Europeo si sono superati, cosa che non è sempre possibile”.

L’Italia subirà un riesame a marzo durante i periodi di salto. “Ma molto dipende dalla lotteria.”

“Se devono combattere con il Portogallo… anche questa è una squadra non perfetta, ma lì hai più talento offensivo”.

“Lì lo stivale italiano continua a spingere. D’altra parte: questi salti ricordano un po’ il campionato con semifinali e finali sul tuo cammino e l’Italia è una squadra da campionato”.

“Quindi non puoi cancellarli, ma non ci scommetterei, davvero. Quello che hanno fatto nell’Europeo è stato assolutamente bellissimo perché era quasi impossibile in termini di qualità”.

“Questa squadra ha superato se stessa, ma non è sempre possibile. È molto difficile fare previsioni in base alla questione. Ma un campione d’Europa appartiene alla Coppa del Mondo”.

Questi salti ricordano in qualche modo il torneo in cui avevi una semifinale e una finale in pista e l’Italia come squadra del torneo.

Filippo Oca
READ  Pirelli: le gomme miglioreranno nel 2022

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24