Aumento della quota della variabile brasiliana nell’infezione Corona olandese | proprio adesso

L’alternativa brasiliana al Coronavirus è in aumento nei Paesi Bassi. Un portavoce di RIVM lo ha confermato a NU.nl martedì dopo la segnalazione De Volkskrant.

Alla fine di marzo, la variante brasiliana P1 è stata rilevata nell’1,5% dei test sulle strade di prova olandesi. All’inizio di marzo, quella quota era ancora dello 0,5%.

Un portavoce della RIVM ha detto: “Questi numeri sono sempre indietro di una o due settimane, ma quello (1,5 per cento, ndr) è il numero della dodicesima settimana”. “Stiamo già assistendo a un aumento della quota dell’alternativa brasiliana, in quanto era in competizione con l’alternativa britannica”.

La maggior parte dei test positivi nei Paesi Bassi si riferiscono ancora alla variante britannica, che si trova in “oltre il 90%” dei casi.

Tuttavia, RIVM è preoccupato per l’emergere della variante brasiliana, poiché sembra essere più resistente ai vaccini e probabilmente più contagiosa. “Ma questo non significa che i vaccini non funzionino affatto. Sono necessarie ulteriori ricerche per chiarire meglio questo aspetto”.

Secondo RIVM, altre varianti emerse in tutto il mondo, come la variante sudafricana, sono ancora difficilmente scoperte nei Paesi Bassi.

READ  Allevatori di bovini olandesi che si trasferiscono in Belgio - De Groene Amsterdammer

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24