Claudia sminuisce il compagno: «Mi ha fatto dubitare di tutto».

“Sono passati quattro mesi da quando ho rotto con Diego. Quando ripenso al tempo che abbiamo passato insieme, è come se stessi guardando un film e questa non era la mia vita. È sempre stata tutta colpa mia. Ero responsabile della mia comportamento e comportamento.” “Se stava cucinando e il cibo bruciava, era colpa mia perché non avevo dato istruzioni chiare. Era estenuante e mi faceva mettere in discussione tutto quello che facevo. Ero l'ombra di me stesso.”

“Ci siamo conosciuti tramite i social. Diego mi ha colpito per il suo aspetto. Aveva un bel viso e un bel corpo. Abbiamo iniziato a parlare ed era simpatico anche a livello di contenuti. I suoi messaggi erano gentili e rispettosi, non civettuoli o invadenti. Dopo un po' ci siamo sentiti regolarmente e Diego è diventato un buon amico”.

Non eravamo d'accordo su nulla fino a un anno dopo. Aveva storie molto interessanti sulla sua vita. Stavo pendendo da ogni parola che diceva e ho avuto difficoltà a guardarlo negli occhi perché provavo dei sentimenti per lui. Mi sono sciolto come un adolescente. Dopodiché ci vedevamo spesso nei luoghi di pranzo o nei bar e avevamo conversazioni infinite.

Follemente innamorata

“Quando è arrivata la pandemia ci siamo incontrati molto a casa mia. Diego ha conosciuto i miei tre figli e abbiamo avuto un bel rapporto. Siamo diventati così amici con benefici Lo vedevo almeno quattro volte a settimana. Poi si è trasformata in una vera relazione e l'ho amato alla follia. Tutti intorno a me all'inizio lo adoravano. E perché no: Diego sembrava interessato, disponibile e affascinante.

“Le cose tra noi andarono bene per circa due anni. Diego era un romantico. Quando cucinavo, apparecchiava la tavola come se fossimo in un bel ristorante. Ascoltava sinceramente quando dicevo qualcosa e mi faceva sentire bene con me stesso. Ho avuto tre figli e lui a volte era insicuro riguardo al mio corpo, poi mi faceva i complimenti e diceva che ero bellissima.

READ  Stanchi delle zanzare? Questi rimedi non funzionano / non funzionano contro fastidiose zanzare - esci

Ma più avanti nella nostra relazione potrebbe improvvisamente dirmi che dovrei iniziare ad allenarmi e non lamentarmi così tanto. Commenti come questo mi hanno confuso: “All’inizio non ero bravo come adesso?”

Proprio come un patrigno tirannico

“Lentamente, Diego ha preso sempre più controllo sulla mia vita. Non gli piaceva il buon rapporto che avevo con il mio ex, il padre dei miei figli. Faceva commenti negativi su di lui, dicendo che il mio ex era solo un perdente e niente e Non avrei dovuto avere una relazione con lui, figuriamoci avere figli.” “Perché avrebbe dovuto essere Diego. Diego richiedeva tutta la mia attenzione.”

Odiava quando la mia figlia più piccola richiedeva attenzioni e pensava che avrebbe dovuto divertirsi. Ma era un uomo adulto, no? Poi ne abbiamo parlato. Diego si è arrabbiato quando non ho ballato subito al suo ritmo. È stato sempre più coinvolto nella mia educazione. L'ho capito dal passato, quando sono cresciuto con un patrigno dominante. Era proprio a causa di questo trauma infantile che mi sentivo al sicuro con Diego: in fondo, questa dinamica era ciò che conoscevo. “Ero così innamorata e non potevo lasciarlo andare.”

“Nel frattempo, il nostro rapporto è diventato più complicato. Un momento Diego era in piedi con le braccia aperte per abbracciarmi forte, e il momento successivo, quando ha finito, mi ha spinto via con forza. Poi con rabbia mi ha chiesto perché.” “L'ho trattenuto per così tanto tempo perché era tardi, aveva fame e dovevo ancora cucinare, quindi perché non riuscivo a trovare il momento giusto, ecc.”

Dubito di tutto

“Camminavo in punta di piedi, perché Diego poteva cambiare da un momento all'altro. Questo spesso lo faceva alzando la voce, o diventando improvvisamente freddo e distante per punirmi per qualcosa che pensava avessi fatto di sbagliato. La maggior parte delle volte non lo facevo. non farlo.” “Non so nemmeno cosa sia esattamente.” Ma poi mi è stato detto in una lunga invettiva cosa c'era di sbagliato in me. Era molto poco, secondo Diego.

READ  Van Gucht: il 41% delle infezioni da corona è causato da Omicron

I miei pensieri, i miei sentimenti, la mia vita: niente di tutto ciò era vero, ha detto. Se non sono d'accordo con qualcosa, sono una stronza, una teppista e una prepotente. Diego disse anche che la mia mente non era completamente sviluppata a causa del trauma infantile e quindi non avevo il modo giusto di pensare e di conoscere. Alla fine ho iniziato a crederci. Ho messo in dubbio tutto ciò che pensavo, dicevo o facevo. A volte ho pensato di porre fine alla mia vita: se sono una persona così cattiva, non merito di vivere. “Che ho avuto figli, mi hanno fatto andare avanti.”

Stai pensando al suicidio?

113 Fondazione per la prevenzione del suicidio: Chiama il 113 o 0800-0113 (numero verde)Oppure in forma anonima tramite chat sul sito 113.nl

Disponibile 24 ore al giorno, 7 giorni alla settimana

“Non c'era posto per me e diventavo sempre più silenzioso in compagnia di Diego. Poi lo lasciavo parlare, perché lui sapeva di più. Per fortuna non vivevamo ancora insieme e questo creava una certa distanza. Un giorno, volevo qualcosa da Diego che non l'ho fatto.” “Non ricordo nemmeno cosa, era una cosa da poco. Mi ha urlato con rabbia, dicendo che non dovevo comportarmi in modo così insicuro, perché era tutto falso. Poi mi ha spinto. Fortunatamente, sono caduto sulla sedia accanto a me, ma ne sono rimasto completamente scioccato.

La sua aggressività ora divenne anche fisica. Ha gridato con rabbia che era tutta colpa mia. Se n'è andato e ho capito che era solo questione di tempo prima che oltrepassasse un'altra linea e iniziasse a colpirmi. “Sapevo che dovevo fare una scelta per me e per i miei figli, e questo non poteva continuare.”

READ  La verità è che sono stanco di un regime in cui fallisco ogni singolo giorno

Türkiye fredda Valvole

“Allora ho mandato un messaggio a Diego dicendogli che non volevo più alcun contatto. Poi l'ho bloccato ovunque. Non osavo farlo.” faccia a faccia Perché avevo paura che non avrei avuto la forza per farlo e che lui mi convincesse a rifarlo.

Türkiye fredda Lasciarlo è stata una delle cose più difficili che abbia mai fatto, Diego era una dipendenza per me. Successivamente mi ha inviato un'e-mail tramite un indirizzo e-mail diverso. Ci sono volute tutte le mie forze per eliminare questo messaggio non letto. “Ho dovuto ignorarlo e non volevo dargli la possibilità di un attacco di charme.”

“Mi chiedevo spesso se il nostro amore fosse reale. Ho chiesto aiuto a uno psicologo specializzato in disturbi da stress post-traumatico per avvicinarmi di nuovo a me stesso. Queste conversazioni aiutano a rilasciare lo stress che era immagazzinato nel mio corpo dopo aver camminato sui gusci d'uovo per un anno e mezzo. “.

Prendi il controllo della tua vita

“Non renderò mai più nessun altro più importante di me stesso. Può sembrare egoista, ma ho davvero imparato da questo. Avevo tanta paura di perdere Diego, ma mi ha fatto perdere me stesso. Questo non mi succederà mai più. Da adesso adorerò avere il controllo.” “Ho la mia vita nelle mie mani.”

Per motivi di privacy i nomi in questo articolo sono stati cambiati.

Non vuoi perderti neanche un episodio di questa sezione? Quindi fare clic sul tag “Mai più” in basso e quindi fare clic su “Continua” in alto a destra.

Non accadrà mai più?

Ti piacerebbe raccontare anche tu la tua storia e raccontare quello che “non vorresti mai vivere, fare o non fare mai più”? Siamo curiosi della tua storia. Scrivici a [email protected]

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24