Claver e Bonifacia brillano agli Europei con medaglie di bronzo nei 400 metri

Notizie Sportive

Nel giro di dieci minuti, la nazionale olandese di atletica leggera ha vinto due medaglie di bronzo ai Campionati Europei svoltisi lunedì sera a Roma.

Il veterano Lemarvin Bonifacia (35 anni) ha vinto una medaglia di bronzo nei 400 metri, otto anni dopo aver preso il bronzo ai Campionati Europei di Amsterdam. Lieke Klaver ha copiato il suo arrangiamento poco dopo. Per lei, la medaglia di bronzo è stata la sua prima medaglia individuale in un campionato internazionale all'aperto.

La coppia, che nella giornata di apertura non era in forma per portare la favorita staffetta olandese all'oro nella 4×400 mista, lunedì ha impressionato allo Stadio Olimpico.

Bonifacia si è sentito in colpa venerdì sera quando l'Olanda si è dovuta accontentare della medaglia di bronzo. In seguito ha ammesso: “Mi sentivo davvero in colpa. Il mix è andato male”. Antilles è ai vertici da molto tempo ed è una forza importante per le staffette 4×400 metri. A livello individuale, negli ultimi anni è stato difficile.

Una promessa a suo figlio

A Roma ha dimostrato che non bisogna ancora cancellarlo. “Ho chiamato mio figlio in anticipo. Gli ho detto che papà ti promette una medaglia. Ho corso per lui gli ultimi 100 metri. Qualcosa mi aveva detto in anticipo: fidati degli ultimi 100 metri.”

Il belga Alexander Daum ha vinto il titolo con il tempo di 44.15, mentre l'argento è andato al britannico Charles Dobson (44.38). Bonifacia, testimone del crollo dell'italiano Luca Cito, ha ottenuto il suo miglior tempo stagionale con il punteggio di 44,88.

Anche Lekki Claver lo ha fatto. Si è messa sotto pressione per gli Europei di Roma. Voleva finalmente una medaglia per sé.

Dopo i suoi successi in varie staffette, ha già vinto due medaglie individuali indoor nei 400 metri. Ha raggiunto il podio sia ai Campionati Europei Indoor dell'anno scorso che ai Campionati Mondiali Indoor di quest'anno a Glasgow. In entrambi i casi il rendimento è stato d'argento.

Almeno una medaglia

Il titolo europeo era il suo desiderio più grande, ma anche una medaglia di un colore diverso dall'oro sarebbe un enorme sollievo. Nella partita finale di lunedì sera ha affrontato due forti concorrenti. La polacca Natalia Kaczmarek è arrivata nella capitale italiana per occupare il primo posto nella classifica europea.

Due anni fa è arrivata seconda a Monaco dietro a Femke Bohl, che aveva mancato i 400 metri a Roma. L'anno scorso ai Campionati mondiali outdoor, anche Kaczmarek vinse l'argento, questa volta dietro a Marylidi Paulino della Repubblica Dominicana.

Claver ha poi avuto un secondo formidabile avversario nell'irlandese Rasidat Adeleke. Il 21enne atleta solitario è stato la forza trainante della vittoria della medaglia d'oro dell'Irlanda nella gara mista 4x400m venerdì sera a Roma.

Kaczmarek ha gestito più partite di Klaver nel suo cammino verso gli Europei. La polacca è arrivata a Roma con nel bagaglio un 49.80, con cui ha corso durante la vittoria della Diamond League a Oslo. Claver, che ha iniziato la sua stagione outdoor nei 400 metri individuali nella capitale norvegese con un quarto posto in 50,62 secondi, domenica a Roma ha fatto segnare 50,57 secondi dopo una buona gara. Adeleke è stata leggermente più veloce dell'olandese con 50.54 in semifinale.

READ  Christian Eddon torna in Ducati nel British Superbike con Oxfords Products Racing Ducati

Punto di destinazione

I tre non hanno dovuto esagerare nella corsa per un posto in finale. Così è stato lunedì sera. Adeleke (corsia 6) e Kaczmarek (corsia 7) avevano un buon punto di mira su Klaver (corsia 8). All'uscita dell'ultima curva, per Claver era chiaro che il titolo non era possibile.

Ha controllato così bene la sua corsa che ha vinto la medaglia di bronzo. Kaczmarek è stata all'altezza del suo ruolo preferito con il titolo (48.98).

“Finalmente una medaglia per me”, ha detto felice Claver dopo aver ottenuto il suo miglior tempo della stagione con un tempo di 50,08 secondi. “Avevo proprio bisogno di questo. Sono stato al top per molto tempo, anche a livello mondiale. Ora ho qualcosa di tangibile. Questa non è una medaglia una tantum nella staffetta”.

È stato un grande momento per Claver, anche lui in viaggio per le Olimpiadi di Parigi. “Hai fatto un grande passo qui.”

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24