Come il cervello è sovrastimolato e cosa puoi fare al riguardo

Stai leggendo questo. Cos’altro sta succedendo intorno a te? C’è il suono? ti sta dando fastidio? Qualcuno sta parlando? Voci da fuori? dov’è il tuo telefono? Mastichi qualcosa? Qualcosa fa il solletico? Senti dolore da qualche parte e all’improvviso lo senti ora che stai leggendo questo? Hai presto un appuntamento? Non dovresti preparare qualcosa per questo?

Attraverso gli occhi, le orecchie, la bocca, il naso e i nervi della pelle, le informazioni fluiscono costantemente nel tuo cervello. Si è cercato di esprimere la quantità nei termini moderni che usiamo per l’archiviazione digitale: 74 gigabyte al giorno. È troppo per il nostro cervello? troppo?

Non è necessario. La maggior parte delle informazioni che arrivano durante il giorno vengono ignorate dopo una rapida revisione. Introducendo costantemente rumore di sottofondo, dal cambio d’aria alla musica di sottofondo: semplicemente non lo sentiamo più. L’ambiente in cui leggi questo pezzo e ciò che vedi da esso – ignoralo. I vestiti che toccano la tua pelle, non puoi sentirli. Solo ciò che è importante, o sembra importante, attira la tua attenzione. Una porta che si chiude, qualcuno che ti parla, un uccellino che salta all’improvviso proprio davanti alla finestra, il tuo telefono che suona, un bambino che piange.

Ricordi alcune delle cose che ti dicono le persone, proprio come fai le cose che leggi con interesse. Lo stesso vale per gli stimoli che generi per te stesso: le tue emozioni e i tuoi pensieri. Di solito puoi facilmente separare ciò che vale la pena da ciò che non lo è. E di notte, durante il sonno, il cervello è impegnato a ordinare e organizzare tutto.

finché non peggiora. A causa di un trambusto incontrollabile, a causa di una tragica svolta della vita, a causa di povertà, licenziamento, violenza, divorzio e incidenti, a causa di condizioni di lavoro inique a lungo termine. Allora la differenza tra importante e non importante può scomparire. La musica di sottofondo tranquilla suona forte e ansiosa. Il rumore intorno a te si trasforma in voci forti che parlano tutte in una volta. Devi seguire e rispondere a quelle conversazioni. Oppure chiedi con rabbia il silenzio che tutti guardano con stupore. Le cose più piccole possono portare a esplosioni emotive e pensieri divertenti diventano ossessioni irrefrenabili. Fatica, mal di testa, crisi di pianto, dimenticanza e concentrazione diventano normali. Se continua, porterà a esaurimento, stress eccessivo o forse depressione. Tutto, che è un termine generico comune, è stato determinato da un cervello sovrastimolato.

READ  L'India chiede ossigeno: i pazienti muoiono per strada | Corona virus

Lo stress malsano, ecco di cosa stiamo parlando qui, fa cose strane alle persone. Con tutto il corpo, non solo con il cervello, perché mente e corpo sono una cosa sola. Il cervello ha perso la capacità di filtrare la quantità limitata di informazioni utili che arriva ogni giorno da tutte le informazioni non importanti. Un cervello che non può più farlo è chiamato cervello sovrastimolato.

espressione incurante

Questo cervello può essere innato – nelle persone con disturbi dello spettro autistico o ADHD, o svilupparsi lentamente nel corso della vita attraverso l’abuso e l’abbandono infantile. Anche traumi, incidenti e problemi di salute come obesità, depressione, morbo di Parkinson, infezioni croniche e malattie circolatorie come l’ictus possono essere alla radice. Spesso ci vogliono mesi o anni prima che qualcuno soffra terribilmente di iperstimolazione cerebrale.

È un’espressione trascurata. Non ci sono più stimoli del solito, ma l’elaborazione vacilla. In effetti, è un cervello non selettivo, o un cervello indisciplinato. Ma che aspetto ha? È cambiato qualcosa? E se sì, allora cosa?

Negli ultimi 40 anni, i ricercatori del cervello hanno dimostrato che ha a che fare con i lenti cambiamenti nelle cellule cerebrali e le loro interconnessioni. Oppure, se è congenito, a causa di diverse connessioni cerebrali. Come vanno le cose dalla nascita è ancora alquanto incerto, ma i cambiamenti nel corso della vita avvengono quasi sempre sotto l’influenza degli ormoni dello stress. Questo è ciò che hanno in comune questa vasta gamma di sintomi della sovrastimolazione cerebrale: sono causati dal sistema di stress del corpo.

Non preferiresti fare qualcosa di diverso dal leggere questo testo sul cervello sovrastimolato?

Questo sistema di stress è antico ed è sorto decine di milioni di anni fa, all’inizio dell’evoluzione degli animali. Quasi tutti gli animali hanno gli stessi ormoni dello stress. Anche rettili. Il riferimento al cervello rettiliano, che si dice risieda nelle profondità del nostro cervello, attorno al quale nel corso dell’evoluzione sono state costruite parti cerebrali sempre più “nuove”, è molto diffuso. Il sistema di stress è tradizionalmente utile per generare una rapida risposta di fuga, lotta o congelamento in caso di attacco o imminente combattimento. battito cardiaco accelerato sangue ai muscoli. Cervelli che rispondono rapidamente a tutti gli input dagli occhi e dalle orecchie.

READ  Uno scienziato francese studia l'effetto dei falsi coralli sulle onde in un laboratorio d'acqua | Scienze

Questa reazione al pericolo dovrebbe essere in grado di manifestarsi molto rapidamente, ma spesso può scomparire rapidamente. Tutti gli animali, noi compresi, ce l’hanno: non appena gli ormoni dello stress attraversano il corpo, attivano immediatamente un meccanismo che consente a tutto di spegnersi un po’ più tardi.

Sopravvivenza d’emergenza

È un sistema di stress di base ma molto complesso, importante per la sopravvivenza in situazioni di emergenza critiche. Ma se una cosa è diventata chiara in quarant’anni di recenti ricerche sullo stress, è che è molto più complicato di quanto si pensasse.

Prima di tutto, i ricercatori hanno visto che il sistema dello stress non si concentra solo sul cuore, sui muscoli e sull’attenzione. Gli ormoni dello stress alterano anche l’apprendimento e la memoria. appetito, digestione dello zucchero, accumulo di grasso, abilità sociali e desiderio sessuale; È tutto sotto l’influenza degli ormoni dello stress. Tutte le parti del cervello che sono sorte in seguito sono coinvolte nello sviluppo, che vediamo solo nei mammiferi o nelle scimmie e nell’uomo.

Inoltre, è ormai chiaro che lo stress prolungato, considerato dannoso, fa sì che le cellule cerebrali muoiano e scompaiano in alcune aree del cervello e si rigenerino in altre. Sono cambiate anche le connessioni tra le cellule cerebrali e le parti, importanti per il funzionamento coordinato e per tutte le funzioni del pensiero e della memoria. Questo aggiustamento è un processo di mesi o anni.

Alcune parti del cervello sono molto sensibili e subiscono grandi cambiamenti. L’ippocampo (apprendimento e memoria), l’amigdala (emozioni) e la corteccia prefrontale (comportamento sociale) cambiano radicalmente. Emerge una “nuova normalità” che può non essere utile per fuggire o combattere, ma ha la funzione di sopravvivere in caso di stress prolungato. Una persona stanca, poco creativa e introversa dice che una vita leggermente depressa può essere un modo per sopravvivere.

READ  "Tutti sono stupiti dalla qualità."

Il modo in cui vengono apportati questi aggiustamenti è complesso e solo parzialmente noto. Riguarda gli ormoni dello stress, che agiscono come una molecola messaggera. Esistono dozzine di ormoni legati allo stress, che hanno anche una funzione diversa nel cervello rispetto a qualsiasi altra parte del corpo. E gli ormoni dello stress regolano le funzioni corporee, come la lettura dei geni che producono elementi costitutivi e nuove molecole di segnalazione. Dopotutto, ci sono centinaia di geni e migliaia di molecole bioattive che rispondono allo stress a modo loro in organi diversi. Questo sistema reattivo può portare il corpo in uno stato di esaurimento, depressione, affaticamento e tutti i sintomi che possono derivare da un cervello “sovrastimolato”.

Un cervello così alterato potrebbe mai tornare al suo vecchio stato? Sì, in tutto o in parte, e anche a seconda di come è sorto. Ma non ci sarà una panacea, una singola sostanza chimica o “naturale” che rimetterà in carreggiata l’intero sistema interattivo. La medicina è sempre solo un modesto assistente. Ma la resilienza del corpo quando entra in acque più calme può essere travolgente. Restano alcune tracce. Ma quelle connessioni cerebrali mutevoli, quegli ormoni dello stress ronzanti, sviluppati nel corso di anni o mesi, possono in gran parte tornare alla normalità in condizioni favorevoli.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24