TGcomnews24

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

Cuba si avvicina alla fine dell’era castrista: è in arrivo una nuova rivoluzione?

Questo fine settimana, il Partito Comunista Cubano si riunisce per una conferenza. È probabile che l’89enne Raul Castro ceda la guida del leader del partito al presidente in carica Miguel Diaz-Canel.

Ral Castro non è presidente di Cuba dal 2018, ma detiene ancora un grande potere ufficiale, afferma il giornalista latinoamericano Edwin Copman. Solo con la sua presenza Castro aveva il controllo. Come leader del partito, esercitava ufficialmente più potere a Cuba del presidente. ”

Sessant’anni di regno di Castro

A Cuba il potere è nelle mani del Partito Comunista dal 1959, guidato da Fidel (fino al 2008) e Raul Castro. I fratelli sono saliti al potere quando, insieme a un gruppo di rivoluzionari, tra cui Che Guevara, sono riusciti a rovesciare il governo cubano.

Da allora, il regime comunista è esistito a Cuba, poiché il paese inizialmente ha ricevuto il sostegno dell’allora Unione Sovietica. Fidel è stato presidente fino al 2008 e suo fratello minore Raul per dieci anni. Con le dimissioni di Raul da leader del partito, Castro non era ufficialmente al potere a Cuba per la prima volta dal 1959.

Quindi tra sessant’anni ci saranno altri governanti, ma secondo Coupman non cambierà molto politicamente. Il Partito Comunista è l’unico partito politico autorizzato a Cuba e ha tutto il potere. L’obiettivo del nuovo regime sarà quello di rimanere al potere ”.

Sopravvivenza

A Cuba, grazie al regime pluridecennale dei fratelli Castro, non c’è libertà di parola. Non esiste la libera stampa e quindi è consentito un solo partito politico e, ad esempio, il libero scambio non è consentito sul mercato (internazionale).

READ  L'Italia allenta le misure Corona | all'estero

Almeno a breve termine, dice, rimarrà così: “Il regime non ha interesse a cambiare queste cose, si tratta di restare forte”.

La situazione attuale pone problemi al Partito Comunista. C’è molto malcontento per la mancanza di libertà e per il peggioramento della situazione economica del paese. Questo malcontento esiste da tempo, ma non è ancora chiaro, anche a causa della mancanza di una stampa libera.

Il mondo sta guardando

Secondo Coupman, ora è cambiato. Poiché i cubani hanno aumentato l’accesso a Internet, sappiamo sempre di più sui disordini nel paese. I cubani vogliono mostrare cosa sta succedendo a Cuba sui social media e sono incoraggiati dal fatto che il mondo stia guardando ”.

Uno dei cubani che parla del suo paese è Victor. Era così critico nei confronti del regime che nel 2018 è dovuto fuggire nei Paesi Bassi. Dopo la morte di Fidel Castro, alla stampa estera è stato detto cosa ne pensavi della sua leadership. Sono stato arrestato per questo e ho passato cinque giorni in prigione.

I suoi giorni in prigione non hanno impedito a Victor di parlare pubblicamente. Al contrario, ha continuato a bloggare illegalmente sulla situazione nel paese e ha fatto una campagna per migliorare la situazione della comunità LGBT a Cuba.

Il nostro movimento in difesa delle libertà a Cuba è cresciuto enormemente. Ha avuto un tale impatto che ho rimesso il servizio di sicurezza cubano sul mio tetto. Se non smetto, mia madre verrà licenziata. Non volevo che la mia famiglia fosse coinvolta in questo, quindi ho deciso di fuggire. ”

Non è (ancora) una rivoluzione

Victor dice che l’unica soluzione per lui è una rivoluzione sociale in cui viene eliminata la dittatura. Tuttavia, non prevede ancora quella rivoluzione. Secondo l’attivista, la forza del partito resta e non può essere accantonata.

READ  Un turista cinese sfugge alla morte dopo che parte di un ponte sospeso di vetro affonda | all'estero

Secondo Edwin Copman, è anche un’esagerazione parlare di una rivoluzione imminente. “Vedi accadere cose che non avresti immaginato possibili anni fa.”

Ad esempio, i video mostrano dove le persone discutono con la polizia. C’è stata anche una manifestazione di centinaia di persone nella stessa Cuba. Questo è stato fino a poco tempo fa. Davvero inimmaginabile. ”

Quindi il Partito Comunista si riunisce alla fine di questa settimana. Copman: “Non è chiaro se il partito abbia paura di una rivolta. Le piccole apparizioni vengono ora schiacciate. Ma è possibile che con le dimissioni di Raul Castro vengano apportate piccole modifiche affinché il partito possa rimanere al potere”.

Il vaccino Corona è una cannuccia

Per molto tempo, il numero di infezioni da coronavirus a Cuba è stato limitato a causa del blocco estremamente rigoroso. Quando il paese si è aperto brevemente ai turisti, il numero di contagi è aumentato rapidamente. Tuttavia, ci sono anche alcune buone notizie per i cubani: il paese sta sviluppando un proprio vaccino contro Corona.

È nota per essere una pioniera nel mondo della medicina. Se il vaccino Soberana 2 venisse approvato, Cuba sarebbe il Paese più povero e più piccolo del mondo che riuscirebbe a produrlo da solo. Il governo cubano considera anche il vaccino un modo per salvare la situazione economica del paese.