Dagli Stati Uniti all'Italia: questo dice di Kompany la stampa internazionale

Due anni fa, Vincent Kompany è stato spinto leggermente verso l'uscita dall'RSC Anderlecht da Wouter Vandenhout. Oggi è l'allenatore del Bayern Monaco. Errore doloroso al Parco del Lotto. Anche i media internazionali si sono occupati della grande novità riguardante il passaggio della Kompany al Bayern. Panoramica.

New York Times (Stati Uniti): “Non c'è dubbio che il Bayern Monaco abbia fiducia in Kompany. Il 38enne allenatore non ha mai lavorato in un grande club, tanto meno in un club delle dimensioni del Bayern. Alla fine è chiaramente una questione di stile e il Bayern ci crede che il calcio che gioca… Kompany, che fa molto affidamento su Pep Guardiola, che ha giocato per lui al Manchester City, si adatta al modo in cui vogliono giocare e si adatta alla squadra che hanno attualmente, e Kompany parla un ottimo tedesco, il che aiuta anche. Non è stato un fattore decisivo, ma è comunque importante, dal momento che “È chiaro che il Bayern vuole un allenatore che sappia comunicare bene con i giocatori, ma vuole qualcuno che possa integrarsi nel club piuttosto che diventare un'isola al suo interno”.

Sport (Spagna): “Pep Guardiola, che ha allenato il Bayern tra il 2013 e il 2016 e ha allenato Kompany nei suoi primi anni al Manchester, è chiaramente fiducioso nelle sue capacità. “Ho una buona sensazione riguardo al suo lavoro. Lo amo come persona, la sua personalità e la sua conoscenza. Ha detto: “La partita e il suo rapporto con i media… mi piacerebbe vederlo al Bayern”. La scommessa del Bayern sarà ripagata?

L'Equipe (Francia): “Era in lavorazione, ora è ufficiale. Il Bayern Monaco ha ufficializzato mercoledì l'arrivo dell'ex allenatore del Burnley Vincent Kompany. Dopo essere stato rifiutato da Xabi Alonso, Ralf Rangnick e persino Julian Nagelsmann, il Bayern ha deciso di prendere in mano le redini della squadra ex difensore della nazionale belga.”

READ  Sportcourt: il motociclista Martin prende il comando al Gran Premio degli Stati Uniti | gli sport

Gazzetta dello Sport (Italia): “Esternamente, la scelta del nuovo allenatore è stata accolta con un grande punto interrogativo. Ma non internamente. Dopo una lunga ricerca, il Bayern Monaco ha scelto Vincent Kompany. Il belga guiderà il club bavarese per i prossimi tre anni. Il direttore generale Max Il nome di Eberle è stato subito diffuso, e il Bayern ha poi parlato con… Xabi Alonso, Nagelsmann, Rangnick e anche Tuchel, ma Kompany è sempre stato visto come un profilo interessante, non era la prima scelta, ma non è stata improvvisata o finalmente una scelta precisa nemmeno un nome, ma all'interno del club sono così convinti che il club tedesco pagherà circa 12 milioni di euro per essere liberato dal Burnley.

Media del club Bayern Monaco (Germania): “Con 38 anni, Kompany sarà il terzo allenatore più giovane della Bundesliga la prossima stagione, dietro Fabian Horzler del St. Pauli (31 anni) e Uli Werner del Werder Brema. È considerato un allenatore molto comunicativo e vuole che la sua squadra lo faccia sii coraggioso, possesso palla e gioco offensivo.

BBC (Inghilterra): “Alla fine hanno scelto Kompany, scrollandosi di dosso la sua triste stagione al Turf Moor, e sono stati attratti dal calcio moderno e progressista delle sue squadre al Burnley e all'Anderlecht. Kompany è stato ambito da diversi club europei per qualche tempo, ma la grande domanda è perché il lavoro del Bayern Monaco è diventato così poco attraente? Forse “Sarebbe l'ottava o la nona scelta, ma Kompany si è guadagnato una buona reputazione durante la sua permanenza all'Anderlecht e al Burnley, nonostante la retrocessione”.

Leggi anche:

READ  la nostra fuoriclasse, la nostra donna straordinaria

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24