TGcomnews24

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

Demi Fullering completa la partita di SD Worx a Liegi, Baston-Liège

Demi Vollering ha vinto la gara Liegi-Bastogne-Liegi 2021. L’olandese SD Worx è riuscito a correre alla vittoria per le strade di Liegi, dopo un lavoro preparatorio esemplare della campionessa del mondo e compagna di squadra Anna van der Breggen. Anime van Floten è arrivata seconda, davanti a Elisa Longo Borghini.

Anche per le donne, domenica 25 aprile, il tema Liegi-Bastogne-Liegi è stato un altro classico della primavera. Per la prima edizione dell’anniversario, l’organizzazione ha deciso di mettere in atto un percorso più impegnativo, per un totale di sette piste. I motociclisti hanno dovuto svegliarsi presto oggi, poiché avrebbero dovuto partire dal centro di Baston prima delle 9:00.

A causa di alcuni casi di Corona, oggi abbiamo iniziato senza le donne del Team DSM e del Parkhotel Valkenburg. Anche Ruth Winder, la campionessa americana e una delle candidate ombra alla vittoria, non è stata autorizzata a partire dopo che Corona è entrata in contatto con una persona infetta dall’esterno della bolla della squadra. C’erano altri top, come Annemiek van Vleuten o Anna van der Breggen.

Diversi attacchi sono stati spazzati via sul nascere
Claire Faber e Silvia Zanardi sono state oggi le prime attaccanti in nuove circostanze. I due sono riusciti rapidamente a raccogliere un buon vantaggio, ma la differenza con il gruppo non è stata molto grande. I due fuggitivi hanno raggiunto i piedi della Côte de Wanne, la prima salita del tracciato, con una ricompensa di tre minuti. In questa salita Fabre si è allontanato da Zanardi e da quel momento il lussemburghese è rimasto solo.

Foto: Color Vos

Poco dopo, Peloton inghiottì di nuovo Faber e toccò a Nyam Fisher Black (SD Worx) cavalcare il gruppo per un po ‘, ma il fantino neozelandese fu presto catturato di nuovo. Tyler Wiles (Trek-Segafredo), Lucy Kennedy (cambio bici di gruppo), Anuska Koster (Jumbo-Fisma), Elise Shaby (Canyon-SRAM), Lea Thomas (Movistar) e Brody Chapman (FDJ) alla ruota posteriore di Fisher. Black e così abbiamo avuto un set rivoluzionario di sette.

READ  Dove guardare la UEFA Champions League

Esplodi ovviamente su Redoute
Ma questo viaggio è stato anche di breve durata, quindi tutto poteva essere rifatto con una cinquantina di chilometri sull’orologio. Tuttavia, Fisher Black non aveva intenzione di partecipare in modo anonimo e passò di nuovo all’offensiva. Il ventenne cavaliere sperava di essere il primo a raggiungere la Côte de la Redoute, ma nulla si è potuto fare contro il gruppo in arrivo. La pula è stata poi separata dal grano ai lati dell’iconica scalata.

SD Worx ha deciso ancora una volta di lanciare la mazza nel pollaio, questa volta con Ashleigh Moolman-Pasio nel ruolo principale. La scalatrice sudafricana era accompagnata da Christine Allrod e Marta Cavalli, ma norvegesi e italiane non erano abbastanza forti per seguire Mulman Paseo fino alla vetta. Poco prima della gara in montagna, c’è stata una reazione del debole gruppo preferito da Cecilie Utrop Ludwig che ha portato il danese al Müllmann Paseo in un colpo solo.

Brand, Utrop Ludwig e Moleman si ritrovano
Nell’ambito della motivazione di Redoute, abbiamo visto anche le altre candidate, Elisa Longo Borghini, Van Floten, Van der Bregen e Marianne Voss, tentare di rimettersi in vetta. Nei chilometri un po ‘ripidi verso la Côte de Forges, c’era qualche sospetto del gruppo d’élite e si è scoperto che questo era un segnale per Moleman Paseo, Autrope Ludwig e Lucinda Brand per lanciare un nuovo attacco.

Team Brand, Uttrup Ludwig e Moolman-Pasio sono passati rapidamente a mezzo minuto, ma Movistar (il team di Van Vleuten) è riuscito a unire le forze e preparare una caccia ordinata in tempo. Di conseguenza, la variazione nella corsa a Forges ha continuato a oscillare intorno ai venti secondi e quindi a Liegi-Bastogne-Liegi poteva succedere di tutto. Nella penultima salita è successo pochissimo.

READ  Sjinkie Knegt ringrazia il personale dell'ospedale per il lavoro tecnico | sciare

Nella serie di preferiti, i topper hanno deciso di salvare la loro potenza per Roche-aux-Faucons. Brand, Mullman Paseo e Utrop Ludwig erano ancora in testa nella corsa verso Falcon Rock, ma lo hanno fatto anche con le riserve necessarie, temendo i ripidi lati della salita finale. Prima di risalire il pendio, il primo gruppo ha inghiottito i tre profughi, guidati dalle donne di S.D. Worx.

I preferiti si possono trovare a La Roche-aux-Faucons
Dopo un breve periodo di salita, Van der Bregen ha preso il controllo della gara. Il campione del mondo è riuscito ad imporre un ritmo di sella estremamente stretto facendo esplodere il gruppo favorito. Altri big si sono masticati i denti a passo van der Bregen, ma a poche centinaia di metri per salire, abbiamo visto alcune punture di Demi Vollering e Katarzina Nevadoma.

Questo suonava come una campana a morto per Foss e Utrop Ludwig, che hanno dovuto attraversare i tratti più ripidi della Roche-aux-Fauxons, ma sono riusciti a ricollegarsi nei chilometri pianeggianti verso lo stimolo. Nel primo gruppo con Van der Breggen, Van Vleuten, Vollering, Longo Borghini e Niewiadoma si sono guardati molto. Vos sembrava essere sopravvissuto a Roche-aux-Faucons, ma sullo sperone duro c’era un ulteriore taglio.

Il gruppo d’élite si sta muovendo verso Liegi, Vollering ha concluso
Questa volta è stato Van Vleuten a sperimentare un attacco tutto o niente. I campioni d’Europa si sono tenuti un po ‘in disparte fino ad allora, ma l’accelerazione di Van Floten ha sconvolto ancora una volta il gruppo d’élite. La lotta di Voss, Molman Paseo e Utrop Ludwig è dovuta passare di nuovo e questa volta è stata definitiva. Longo Borghini, Neviadoma, Van Floten, Van der Bregen e Vollering erano sul lato destro della linea.

READ  "Proby ha detto che non gli sarebbe piaciuto andare a Lipsia."

Non poco importante: con Van der Breggen e Vollering, due passeggeri di S.D. Worx erano rappresentati nel primo gruppo. Van der Breggen, che era ancora un fantastico vincitore della Flèche Wallonne, mercoledì scorso si è messo davanti al gruppo e ha chiaramente segnato la carta del Vollering. I cinque comandanti corsero dritti fino all’ultimo chilometro. Non ci sono stati altri attacchi nelle ultime centinaia di metri, quindi siamo partiti velocemente per la vittoria.

Foto: Color Vos

Van der Breggen è riuscita a iniziare perfettamente lo sprint e il suo compagno di squadra Vollering ha poi guidato abilmente Van Vleuten. Per la 24enne Knight, questa è la più grande vittoria della sua ancora giovane carriera. Van Floten si è dovuto accontentare del secondo posto a Liegi, davanti a Longo Borghini, Nevadoma e al festante Van der Bregen. Marianne Voss ha conquistato il sesto posto dopo un minuto e mezzo.