Dietro l’adesione alla NATO c’è anche il governo finlandese, l’accordo del Parlamento sembra essere una formalità | proprio adesso

Il governo finlandese ha deciso di fare domanda per l’adesione alla NATO. Lo hanno annunciato il presidente Sauli Niinisto e il premier Sanna Marin. “Questo è un giorno storico. Sta iniziando una nuova era”, ha detto Niinistö.

Il Parlamento non ha ancora preso in considerazione la decisione. Dopo di che, l’applicazione è ufficiale. Tuttavia, questa sembra essere una formalità: anche il Parlamento dovrebbe approvare la richiesta. Il ministro degli Esteri finlandese Pekka Haavisto ha dichiarato al quotidiano svedese: Aftonbladet È probabile che Helsinki faccia domanda per l’adesione all’Alleanza occidentale mercoledì.

Niinisto e il premier Sanna Marin hanno dato la loro approvazione giovedì. “L’adesione alla NATO migliorerà la sicurezza della Finlandia”, hanno affermato giovedì il presidente e il primo ministro in una dichiarazione congiunta.

Marin non vede ostacoli all’ingresso in Finlandia

Sebbene la Turchia, membro della NATO, abbia sollevato obiezioni, il primo ministro Marin non vede ostacoli all’adesione del suo paese, né alla Svezia. La Turchia ha problemi con i sostenitori del Partito dei lavoratori del Kurdistan (PKK), attivo principalmente in Svezia. Saranno colpevoli di attività terroristiche.

Marin vuole parlarne in “modo molto calmo”. Il presidente Niinisto ha fatto riferimento a una conversazione che ha avuto con il suo omologo turco Recep Tayyip Erdogan un mese fa. Poi ha detto, con le sue stesse parole, che avrebbe appoggiato la richiesta della Finlandia, in modo che i messaggi ora fossero diversi “lo confondono”. È pronto a rinegoziare con Erdogan.

Nel frattempo, i ministri degli Esteri di Svezia, Finlandia e Turchia si sono incontrati in una riunione della NATO a Berlino. Il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu ha affermato che è stata una “buona conversazione”. Ha detto che il suo paese non è contrario all’espansione della NATO, ma la Turchia non vuole che i paesi sostengano il terrorismo e si aspetta che finisca. La NATO ha espresso la sua aspettativa di trovare una soluzione.

READ  Biden e Merkel litigano per l'oleodotto russo all'estero

Anche la Svezia sta valutando l’adesione

La Finlandia si era sempre opposta all’adesione alla NATO, ma la situazione è cambiata con l’invasione russa dell’Ucraina. A causa della guerra, sia in politica che tra la popolazione, ci sono più voti per chiedere l’adesione. La Finlandia condivide un confine di circa 1.300 km con la Russia.

La Finlandia lavora a stretto contatto con la coalizione guidata dagli Stati Uniti dal 2014. Quell’anno Mosca ha annesso la Crimea ucraina.

Anche la vicina Svezia sta valutando l’adesione alla NATO. I due paesi possono unirsi rapidamente e senza problemi, secondo il capo della NATO Jens Stoltenberg.

La Russia vede l’espansione della NATO come una minaccia alla sua sicurezza e ha avvertito la Finlandia e la Svezia di “gravi conseguenze militari e politiche”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24