diretto | La Russia condanna la ‘campagna anti-russa’ Paesi Bassi | All’estero

La Russia condanna la “campagna anti-russa” nei Paesi Bassi

Il ministero degli Esteri russo accusa i Paesi Bassi di aver lanciato una “campagna anti-russa”. Con questo Mosca risponde all’arresto di un uomo che, secondo le autorità olandesi, era una spia russa. Il ministero ha affermato che il caso “danneggia” le relazioni tra i due paesi.

Secondo il General Intelligence and Security Service (AIVD), un ufficiale dell’intelligence russa che lavora per il GRU ha cercato di infiltrarsi nella Corte penale internazionale (ICC) dell’Aia. L’uomo voleva lavorare presso la Corte penale internazionale come stagista con una falsa carta d’identità brasiliana. Era già stato assegnato, ma potrebbe essere arrestato a Schiphol.

L’arresto consapevole in realtà è avvenuto all’inizio di aprile, ma è stato reso pubblico solo giovedì, anche per non rovinare l’indagine in corso, secondo l’AIVD. La Russia ha definito “importante” la lunga attesa con l’annuncio. Con la tempistica della pubblicazione delle informazioni, i Paesi Bassi vorrebbero aumentare il proprio sostegno alle indagini della Corte penale internazionale sui crimini di guerra russi in Ucraina, secondo il ministero degli Esteri russo.

La Russia afferma anche che i Paesi Bassi hanno inventato informazioni per “creare uno scandalo” e “per spaventare il pubblico con voci di macchinazioni di tradimento da parte dei russi”. E: “La campagna di spionaggio antirussa lanciata nel Paese (Paesi Bassi), accompagnata da mirate “fughe di notizie” di contenuti discutibili, non fa che danneggiare i già pessimi rapporti bilaterali”.

18.49 La Russia non ha obiezioni alla possibile adesione dell’Ucraina all’Unione Europea

Il presidente russo Vladimir Putin ha dichiarato di non avere obiezioni all’adesione dell’Ucraina all’Unione europea. “Non abbiamo nulla contro. Non è un blocco militare. È diritto di ogni paese aderire a unioni economiche”, ha detto Putin dopo il suo discorso all’annuale Russia Economic Forum a San Pietroburgo.

La Russia ha resistito per anni ai tentativi dell’Ucraina di aderire alla NATO. In vista dell’invasione dell’Ucraina il 24 febbraio, Putin ha ripetutamente chiesto garanzie agli Stati Uniti che l’Ucraina non sarebbe stata accettata nell’alleanza militare.

Ma l’UE ha anche aspetti militari e gli Stati membri sono obbligati ad aiutarsi a vicenda in caso di attacco. All’inizio di oggi, il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha notato una “maggiore cooperazione in materia di difesa” all’interno del sindacato. Ha affermato che la possibile adesione dell’Ucraina “richiede ulteriore attenzione, perché siamo tutti consapevoli dell’intensificarsi delle discussioni in Europa sul rafforzamento della componente di difesa dell’Unione europea”.

Putin sembra meno interessato a questo. Tuttavia, si è chiesto se sarebbe saggio per l’UE consentire l’adesione dell’Ucraina. Il paese ha bisogno di enormi sussidi che altri membri dell’UE potrebbero non voler fornire, secondo il presidente russo.

La Commissione europea venerdì ha raccomandato che l’Ucraina e la Moldova siano nominate membri candidati per l’Unione europea. La Georgia, anch’essa un’ex repubblica sovietica, può ottenere questo status se soddisfa determinate condizioni.

READ  Il padre deve pagare di nuovo gli alimenti: lancia 80.000 monete nel parco dell'ex camion fuori paese

Putin ha anche affermato di aspettarsi che le relazioni tra Russia e Ucraina tornino alla normalità dopo la fine della “operazione militare speciale” – l’eufemismo russo per la guerra in Ucraina. “Prima o poi la situazione tornerà alla normalità”, ha detto Putin.

18.07 Il primo ministro britannico Boris Johnson a Kiev

Il primo ministro britannico Boris Johnson è arrivato a Kiev per incontrare il presidente ucraino Volodymyr Zelensky.

17:52 Biden non sa dove si trovino gli americani scomparsi in Ucraina

Il presidente Joe Biden è stato informato della notizia della scomparsa degli americani in Ucraina, ma non sa dove si trovino. Ha ribadito che i cittadini del Paese non dovrebbero recarsi in Ucraina.

Riguarda almeno tre americani. Si ritiene che due di loro siano stati catturati dall’esercito russo nell’Ucraina orientale, secondo le loro famiglie. Alexander Drwick, 39 anni, e Andy Tai Huynh (27), entrambi avevano precedentemente prestato servizio nell’esercito degli Stati Uniti.

Giovedì gli Stati Uniti hanno esortato la Russia a trattare i volontari americani come prigionieri di guerra ai sensi delle Convenzioni di Ginevra. Stabiliscono che devono essere trattati con umanità e hanno diritto a un processo equo.

Un tribunale della regione filorussa di Donetsk, nell’Ucraina orientale, aveva già condannato a morte due britannici e un marocchino per aver partecipato come “mercenari” alla guerra a fianco dell’Ucraina. Il ministero degli Affari esteri di Mosca ha poi sottolineato che in quanto mercenari non sono protetti dal diritto umanitario internazionale.

17.18 Putin incolpa l’Occidente per la sua invasione dell’Ucraina

Ancora una volta, il presidente russo Vladimir Putin ha criticato l’Occidente. Dice che dopo che gli americani hanno vinto la Guerra Fredda, gli Stati Uniti si sono impadroniti di tutto, mettendo in pericolo la stabilità del mondo. Il leader dice che l’Occidente ha spinto la Russia in conflitto con l’Ucraina. Secondo lui, il suo Paese ha il diritto di difendersi.

Sostiene che l’Occidente vede il resto del mondo come una colonia e “le persone che ci vivono come cittadini di seconda classe”. La guerra in Ucraina usa l’Occidente per “incolpare la Russia di tutti i problemi”. Il leader russo ha affermato che le misure imposte dall’Occidente non hanno funzionato.

Quando vinsero la Guerra Fredda, gli Stati Uniti si dichiararono il dio del mondo. Persone con solo interessi, non responsabilità. “Questa strada a senso unico minaccia la stabilità del mondo”, ha detto Putin.

15.24 – I contadini ucraini avvelenano i soldati russi

I contadini ucraini prendono molto sul serio le sofferenze dei soldati russi: le ciliegie mangiate dai soldati russi sono state iniettate di veleno dai contadini. Lo ha detto il sindaco di Melitopol, Ivan Fedorov, durante un discorso televisivo. Questo è il rapporto del New York Post. Melitopol è stata occupata dai russi dall’inizio della guerra.

Fedorov ha detto che con l’aiuto di questo frutto velenoso, gli agricoltori sono stati in grado di eliminare molti soldati russi. Il notiziario ucraino ha riferito che i russi avevano pianificato di rivenderlo senza sapere che il cibo era immangiabile.

READ  Ecco cosa devi sapere sui prossimi forti temporali about

“I nostri contadini hanno fatto un altro regalo ai fascisti russi, provocando malattie di massa tra i soldati che sono partiti con il bottino”. Il messaggio di Fedorov non è quello di rubare la proprietà dei nostri contadini lavoratori.

Ha anche affermato che il 99 per cento dei civili ancora a Melitopol si è unito alla resistenza. Queste affermazioni non possono essere verificate in modo indipendente.

14.57 – Molte persone sono rimaste uccise nel bombardamento russo di Lysekhansk

Secondo le autorità ucraine, diversi residenti di Lysekiansk sono stati uccisi nei bombardamenti dell’esercito russo. Anche molte persone sono rimaste ferite. Non si sa esattamente quante persone siano state coinvolte.

Giovedì sera, quattro persone sono state uccise dai bombardamenti russi. Sembra che la città sarà il prossimo obiettivo dell’esercito russo, dopo che la vicina città di Severodonetsk è quasi completamente nelle mani dei russi. Il fiume Donetsk scorre tra le città gemelle e non ci sono più ponti.

Secondo il governatore, a Severodonetsk sono ancora in corso combattimenti e la città non è ancora del tutto sotto il controllo russo. I russi dicono di avere tutto nelle loro mani tranne il complesso che circonda l’impianto chimico di Azot.

12.13 – L’Eurovision Song Contest non è per l’Ucraina a causa della guerra

L’Eurovision Song Contest non si terrà in Ucraina il prossimo anno. L’Unione europea di radiodiffusione (EBU), l’organizzatore generale dell’evento, non ritiene sicuro organizzare l’evento lì alla luce della guerra in Ucraina.

La European Broadcasting Union sta ora avviando i colloqui con la BBC, che quest’anno si è classificata seconda.

11.49 – L’Ucraina afferma di aver bombardato una nave russa

L’Ucraina afferma di aver distrutto una nave russa nel Mar Nero. Si dice che lo Spasatel Vasily Bekh fosse in viaggio per Snake Island con uomini, armi e artiglieria a bordo. Foto non verificate sui social media mostrano l’attentato. La Russia deve ancora confermare l’attentato.

11.15 – La Francia non riceverà più gas russo attraverso il gasdotto

La Francia ha smesso di ricevere gas russo tramite gasdotti da mercoledì. Lo ha riferito l’operatore di rete GRTgaz. La compagnia russa del gas Gazprom ha ridotto significativamente le consegne nei paesi europei negli ultimi giorni. Tuttavia, l’operatore di rete francese afferma che non prevede problemi per coprire i consumi francesi in estate. Le scorte vengono rifornite per l’inverno.

10.36 – Il sito dell’impianto di Severodonetsk è quasi completamente distrutto

Lo stabilimento di Azot a Severodonetsk è stato quasi completamente distrutto, secondo il governatore della regione di Lugansk. Ha scritto su Telegram che non c’erano più edifici amministrativi nel sito dell’impianto, dove si nascondevano molti soldati e civili ucraini. I separatisti filo-russi ritengono che ci siano circa 2.000 persone nel complesso, inclusi 1.200 civili. L’Ucraina stima che ci siano da 540 a 560 cittadini.

READ  Pubblico ministero: l'ex poliziotto ha rapito Sarah Everard con un falso arresto | All'estero

Poiché le forze russe avevano ormai invaso tutte le aree residenziali di Severodonetsk, i combattenti ucraini si sono radunati nell’area industriale intorno allo stabilimento. Sotto quel terreno ci sono tunnel e bunker per ripararsi. I russi bombardano gli edifici delle fabbriche con missili, tra le altre cose.

L’esercito russo ha dichiarato, mercoledì, che aprirà un corridoio umanitario per evacuare i civili, ma verso il territorio controllato dalla Russia. Ma secondo i russi, l’esercito ucraino ha impedito l’evacuazione continuando i bombardamenti. Quindi il governatore afferma che è necessario un cessate il fuoco completo prima che i civili possano lasciare il sito.

08.11 – Ministro della Difesa britannico: ‘La Russia ha già perso strategicamente’

La Russia ha “già perso strategicamente la guerra in Ucraina” e “non controllerà mai il Paese”. Così ha detto il capo di stato maggiore dell’esercito britannico. “Il presidente Putin ha utilizzato il 25 per cento della potenza del suo esercito per ottenere piccoli guadagni sul campo”, ha affermato l’ammiraglio Tony Radakin.

Qualsiasi affermazione che questa guerra sia un successo per la Russia è priva di significato. La Russia perde. La Russia otterrà senza dubbio alcuni successi tattici nelle prossime settimane. Ma presto i russi soffriranno per la carenza di manodopera e missili avanzati. La Russia ha già perso strategicamente”.

07.55 – L’Ucraina intende organizzare il seguente Eurovision Song Contest: “Sorprenderemo tutti”

La guerra nel vostro paese è, a dir poco, un valido argomento per lasciarvi sfuggire l’Eurovision Song Contest. Ma il governo ucraino è determinato. Dopo che la Kalush Orchestra ha vinto il festival il mese scorso, la prossima edizione si terrà nel loro paese. “Sono sicuro che sorprenderemo tutti”, ha affermato il ministro della Cultura Oleksandr Tkachenko.

Nelle ultime settimane, diversi paesi si sono offerti di aiutare a organizzare o addirittura rilevare interamente il festival. Tuttavia, l’Ucraina non vuole consegnare nulla e ha già istituito un proprio comitato organizzatore. “Abbiamo recentemente completato un sondaggio della European Broadcasting Union (produttore di Song Competition, editore)”, afferma Tkachenko.

Abbiamo fornito risposte dettagliate alle domande di sicurezza e suggerito diversi siti. Comprendiamo che, nelle circostanze attuali, stiamo affrontando una vera sfida. Ma non ce ne vergogniamo”.

07.45 – Centinaia di civili allo stabilimento di Severodonetsk: “Non può essere evacuato”

568 civili, tra cui 38 bambini, sono attualmente intrappolati nell’impianto chimico Azot a Severodonetsk, dopo che i bombardamenti russi hanno chiuso le uscite del complesso. Il governatore di Luvansk Serge Hayday ha avvertito che “non c’è modo di evacuarli”. La leadership filo-russa nella regione ha poi annunciato che organizzerà un corridoio umanitario. Come e quando ciò accadrà non è stato rivelato.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24