Ecco cosa è successo stasera: il primo soldato russo a essere processato e un appello disperato a Elon Musk | all’estero

Un sergente russo di 21 anni è sotto processo in Ucraina per crimini di guerra. Il procuratore capo ucraino Irina Venediktova ha dichiarato di essere il primo soldato russo a comparire in tribunale. Il sergente in custodia ucraina.

Secondo l’accusa, ha sparato e ucciso un uomo di 62 anni in bicicletta da un veicolo in movimento il 28 febbraio, quattro giorni dopo l’invasione russa dell’Ucraina. È successo nel villaggio di Chubahivka, nella regione di confine di Sumy. Il sergente era in fuga dall’esercito ucraino con altri quattro soldati russi. Hanno rubato l’auto che stavano guidando. Se condannato, il sergente rischia da 10 a 15 anni di carcere.

Il mese scorso, il procuratore generale Venediktova ha annunciato che l’Ucraina stava indagando su 500 persone sul loro possibile coinvolgimento in oltre 5.600 crimini di guerra russi nel paese. L’Ucraina riceve assistenza dai Paesi Bassi e dal Regno Unito, tra gli altri paesi, nelle indagini su crimini di guerra e crimini contro l’umanità.

Il Consiglio dei diritti umani delle Nazioni Unite si riunisce oggi a Ginevra per una sessione speciale sulla guerra. Argomento principale di conversazione: Crimini di guerra e altri gravi abusi in Ucraina. E ha invitato più di cinquanta paesi all’incontro. Gli investigatori delle Nazioni Unite stanno anche raccogliendo prove di crimini di guerra in Ucraina, come l’attacco a civili o il maltrattamento di prigionieri di guerra.

evacuazione

L’esercito russo ha chiesto alle organizzazioni umanitarie di evacuare i civili il più rapidamente possibile da due città dell’Ucraina orientale che sono nelle mani dell’esercito ucraino. In caso contrario, una “situazione umanitaria catastrofica” minaccerebbe le città di Kramatorsk e Sloviansk, ha detto all’agenzia di stampa Interfax un portavoce del ministero della Difesa russo.

Secondo il portavoce, nelle due città sono ancora circa 90mila i civili. Queste informazioni non possono essere verificate in modo indipendente. Ha detto che le forze ucraine a difesa delle città stavano usando i civili come scudi umani. Questa è una normale accusa russa. Kramatorsk e Slovyansk si trovano nel Donbass, dove l’esercito russo ha lanciato una grande offensiva. Un avviso di evacuazione potrebbe essere un segno che i militari si stanno preparando per nuovi attacchi.

READ  Due anni dopo, Deer è stato finalmente liberato da 16 chilogrammi di pesanti pneumatici per auto intorno al collo | All'estero

La Russia accusa nuovamente l’Ucraina di bombardare la città russa di Belgorod. Secondo il governatore Vyacheslav Gladkov, anche le vittime sono state uccise per la prima volta nell’attentato, secondo i rapporti. Kiev indipendente. Il governatore ha detto che una persona è stata uccisa e sei feriti.

L’esercito ucraino non ha confermato l’attacco. Belgorod non è lontano da Kharkov, nell’Ucraina orientale. L’esercito ucraino ha lanciato un contrattacco lì. Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha dichiarato martedì che le forze russe saranno gradualmente rimosse dalla regione.

Grida aiuto dalla fabbrica

Di ritorno dal complesso dell’Azovstal a Mariupol, un soldato si nasconde in una gigantesca acciaieria contro i russi e arriva un grido di aiuto. Il sito è l’ultimo baluardo della resistenza agli ucraini. Un leader del complesso ha rivolto un appello disperato all’uomo più ricco del mondo, Elon Musk. Il comandante della 36a Brigata Marine, Serhiy Volina, ha scritto su Twitter: “Aiutaci a lasciare l’Azovstal per un Paese che può mediare. Se non lo fai, chi lo farà?

Volina, la cui unità è nelle fabbriche da settimane, afferma di aver creato un account Twitter per raggiungere Musk. Ha scritto al nuovo proprietario di Twitter: “Dicono che vieni da un altro pianeta per insegnare alle persone a credere nell’impossibile”. “I nostri pianeti sono uno accanto all’altro dove vivo dove è quasi impossibile sopravvivere”.

READ  Occupanti russi a Kherson: vogliamo entrare a far parte della Russia

Musk deve ancora rispondere alla richiesta di aiuto.


munizioni a grappolo

Sia la Russia che l’Ucraina dovrebbero smettere immediatamente di usare munizioni a grappolo sul campo di battaglia. Human Rights Watch ha lanciato questo appello in un rapporto sulle conseguenze dell’uso delle bombe a grappolo in Ucraina.

Secondo Human Rights Watch, le forze russe hanno utilizzato bombe a grappolo diverse volte durante la guerra in Ucraina, anche nelle città di Chernihiv, Kharkov, Mykolaiv e Voledar. L’organizzazione per i diritti umani ha dichiarato che l’Ucraina avrebbe usato munizioni vietate da molti paesi durante questo conflitto almeno una volta.

Le bombe a grappolo si suddividono in molte sottomunizioni quando vengono utilizzate. Secondo Human Rights Watch, le munizioni a grappolo inesplose causano regolarmente morti per anni dopo i conflitti. Le vittime spesso interpretano bambini che scambiano bombe dai colori vivaci per giocattoli. Diversi paesi hanno vietato le munizioni a grappolo e considerano il loro uso un crimine di guerra.

Secondo Human Rights Watch, l’uso di munizioni a grappolo in Ucraina ha già ucciso centinaia di civili. Distrutte anche scuole, ospedali e case. L’organizzazione non ha numeri esatti.

Unisciti alla NATO

La Finlandia potrebbe decidere formalmente di fare domanda per l’adesione alla NATO oggi o al più tardi questo fine settimana, e poco dopo anche la Svezia prenderà quella decisione. I paesi non hanno mai voluto unirsi all’alleanza militare occidentale, ma la pensavano in modo completamente diverso dall’invasione russa.

READ  La Bielorussia blocca ancora una volta i siti di notizie indipendenti

Ieri, dopo le visite in entrambi i paesi, il primo ministro britannico Boris Johnson ha annunciato che il Regno Unito avrebbe offerto almeno assistenza militare alla Svezia o alla Finlandia nel caso in cui i due paesi fossero stati attaccati durante il periodo di transizione verso l’adesione alla NATO. Si teme una possibile ritorsione da parte della Russia.

Svolta storica

L’ingresso di Svezia e Finlandia nella NATO rappresenterebbe una svolta storica per la regione scandinava. Prima che i paesi aderiscano formalmente alla NATO, c’è un periodo di transizione. Durante questo periodo di transizione, entrambi i paesi non sono ancora protetti dall’articolo 5 della NATO. Afferma che un attacco a un paese della NATO è considerato un attacco a tutti gli Stati membri.

Con l’accordo firmato mercoledì dai due paesi, il Regno Unito vuole offrire quella protezione. Gli stessi paesi devono chiedere aiuto. Secondo Johnson, questo potrebbe anche significare il dispiegamento di soldati britannici. Il Cremlino ha detto, mercoledì, che sta monitorando gli sviluppi ai confini del Paese.

Mosca ha già avvertito delle “conseguenze militari e politiche” se svedesi e finlandesi faranno domanda di adesione.

Guarda i nostri video sulla guerra in Ucraina qui:

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24