Elettricità e gas sono significativamente più costosi in Italia

Il forte aumento dei prezzi dell’energia in Italia, che entrerà in vigore nell’ultimo trimestre del 2021, è principalmente il risultato di un mercato delle materie prime più costoso. A causa dell’annunciato aumento, il governo italiano è stato costretto a intervenire nuovamente per alleviare parte del dolore. A fine giugno il governo aveva già intrapreso la prima azione di emergenza del valore di 1,2 miliardi.

Il governo sta introducendo una riduzione temporanea dell’Iva sulla bolletta energetica e ridurrà anche i costi fissi per la distribuzione. La nuova emergenza costerà al governo italiano oltre tre miliardi di euro: due miliardi saranno spesi per compensare le perdite di entrate di fornitura e 450 milioni di euro di bonus sociali alle famiglie povere.

Senza questo intervento, l’aumento dei prezzi sarebbe stato ancora più alto, ha avvertito il governo italiano, e l’elettricità sarebbe diventata almeno il 40 percento più costosa e il gas il 30 percento più costoso.

Tuttavia, non c’è dubbio che molti consumatori italiani sentiranno comunque l’aumento di prezzo. Una famiglia italiana avrebbe pagato circa 1 631 per l’elettricità entro la fine di quest’anno. Su base annua, si tratta di 145 euro in più rispetto allo scorso anno. La famiglia media avrebbe pagato circa 1.130 euro per il gas, ovvero 155 euro in più rispetto al 2020.

Anche i produttori sono stati colpiti

Anche i produttori sono interessati, in particolare le aziende in cui l’energia e l’elettricità sono i principali costi di produzione. Il settore chimico e in particolare l’industria metallurgica potrebbero risentire dell’aumento dei prezzi. Questo vale anche per vetro e ceramica, frigoriferi e frigoriferi, industria alimentare e produttori di prodotti da forno.

READ  I lavoratori migranti vengono sfruttati qui come in Italia

L’industria chimica e metallurgica consuma molta energia, ma in generale questi grandi consumatori ottengono anche sconti significativi. Le aziende più grandi pagano bollette energetiche relativamente inferiori rispetto a quelle più piccole.

“I prezzi dell’energia non sono l’unico problema. Anche le materie prime come legno, alluminio e acciaio sono costose”, ha detto al telefono Luciano Bonetti, amministratore delegato del produttore di mobili italiano Fopabetreti. “Come il prezzo del trasporto. Per portare un container dalla Cina all’Italia, ora pago da sei a sette volte di più rispetto a un anno fa.

Roberto Cingolani, il ministro italiano per i cambiamenti climatici, ha avvertito la popolazione del forte aumento dei prezzi poche settimane fa. Ha detto che Roma non potrebbe adottare misure di emergenza così costose ogni trimestre e che è necessario elaborare soluzioni strutturali.

Il primo ministro Mario Draghi sostiene un approccio a livello europeo all’inflazione, che colpirà duramente altri paesi, ad esempio la Spagna. Tracy si riferisce all’acquisto collettivo di vaccini governativi.

Il presidente della Commissione europea Ursula van der Leyen si è detto già interessato alla proposta e che la Commissione europea potrebbe indagare.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24