Esistono davvero pianeti con tre soli?

Nella popolare serie Netflix 3 Body Trouble, lo spettatore viene presentato a un pianeta che non ha uno, ma tre soli, il che si rivela più una maledizione che una benedizione. Sebbene la serie sia ovviamente del tutto immaginaria, i pianeti con tre soli certamente non lo sono.

Il telescopio spaziale Kepler aveva appena iniziato la sua ricerca di pianeti al di fuori del nostro sistema solare nel 2009, quando trovò un candidato pianeta che sembrava far parte di un sistema a tre stelle. Il pianeta candidato cadde nell'oblio quando Keplero scoprì successivamente un pianeta dopo l'altro. Ma qualche anno fa i ricercatori sono riusciti a confermarlo ufficialmente: Keplero ha scoperto un pianeta con tre soli.

capro
Successive osservazioni con il telescopio spaziale TESS hanno confermato l'esistenza di KOI-5Ab e hanno rivelato che si trattava di un gigante gassoso con una massa circa la metà di quella di Saturno. Il pianeta orbita attorno alla stella KOI-5A, che è accompagnata da altre due stelle: KOI-5B e KOI-5C. KOI-5A e -B impiegano 30 giorni per orbitare l'uno attorno all'altro. KOI-5C orbita nuovamente attorno a KOI-5A e -B e impiega 400 anni per completare un'orbita attorno a entrambe le stelle (vedi anche l'immagine sotto).

Immagine: Caltech/R. Hurt (Centro di elaborazione e analisi a infrarossi o IPAC).

Un po' disordinato
Nella serie 3 The Body Problem vediamo che un pianeta con tre soli non ha vita facile e periodicamente affronta una discreta quantità di caos. KOI-5Ab può parlare di questo. Ad esempio, le osservazioni mostrano che KOI-5Ab non si trova sullo stesso piano orbitale di KOI-5B. Questo è molto strano, perché si supponeva che stelle e pianeti si formassero dallo stesso disco di gas e polvere. I ricercatori ritengono che l'orbita leggermente diversa di KOI-5Ab possa essere spiegata dalla spinta gravitazionale del pianeta esercitata da KOI-5B mentre era ancora in formazione. Ciò ridurrebbe anche la distanza tra il pianeta e KOI-5A.

READ  vista | La scienza è ancora alle prese con il sesso e l'autoidentificazione non è tutto

KOI-5Ab non è l'unico pianeta con tre soli; Negli ultimi decenni ne sono stati scoperti altri. Anche i pianeti con due soli, che conosciamo dal mondo di Luke Skywalker in Star Wars, sembrano essere molto comuni. La maggior parte dei pianeti scoperti finora dai ricercatori contengono ancora “semplicemente” una stella madre. Ma questo non significa necessariamente che i pianeti con due o tre soli siano rari. Il fatto che la maggior parte dei pianeti scoperti finora abbia una sola stella madre può forse essere spiegato anche dal fatto che i pianeti che orbitano attorno a stelle singole sono più facili da individuare.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24