Hotel a Mogadiscio amato dai politici somali preso d’assalto da al-Shabab | All’estero

Uomini armati dell’organizzazione terroristica Al-Shabaab hanno attaccato un hotel nella capitale somala, Mogadiscio, domenica notte (ora locale). Il numero delle vittime non è ancora noto. Villa Rose è molto frequentata dai politici somali. Il ministro dell’Ambiente Adam O’Hirsey ha dichiarato di essere sopravvissuto all’attacco.

Al-Shabaab ha rivendicato la responsabilità dell’attacco. L’organizzazione legata ad al Qaeda ha affermato in un comunicato che l’obiettivo era il vicino palazzo presidenziale. La polizia ha detto che gli autori portavano esplosivi e pistole.

La radio e la televisione di stato hanno riferito che dozzine di cittadini e funzionari governativi sono stati tratti in salvo dall’albergo SNTV. Non è chiaro se e quante persone siano ancora detenute. Secondo notizie non confermate, il ministro della Sicurezza interna sarebbe rimasto ferito.

Villa Rose si trova nel quartiere ad alta sicurezza di Bondhere, nel centro di Mogadiscio. Ci sono molti ministeri e altri edifici governativi in ​​quella zona. Un residente ha detto: “Siamo rimasti storditi da un’enorme esplosione seguita da pesanti colpi di arma da fuoco. Eravamo dentro ad ascoltare gli spari”. Reuters.

Il presidente somalo Hassan Sheikh Mohamud lancia un attacco militare contro Al-Shabaab. Alberghi e turisti sono i più bersagliati dal gruppo estremista attivo in Somalia da quindici anni. Ad agosto, in un hotel della capitale, è avvenuta una presa di ostaggi mortale.

READ  Almeno 280 persone sono rimaste uccise in un terremoto nell'est dell'Afghanistan | Attualmente

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24