Hubble aiuta a identificare più di mille nuovi asteroidi nella fascia principale

Trova il tesoro attraverso le immagini Hubble; Chi non lo vorrebbe? Durante un recente sondaggio, più di diecimila volontari hanno scoperto più di mille nuovi asteroidi.

Telescopio spaziale Hubble Questo progetto è stato molto impegnato negli ultimi anni: ad un certo punto una raccolta di 37.000 immagini attendeva un attento esame da parte degli astronomi, compilata in un periodo di 19 anni. Queste immagini riguardavano tutte la fascia principale: una fascia di asteroidi situata all'incirca tra Marte e Giove. Alla ricerca ha contribuito lo scienziato Bruno Merin. “Le posizioni degli asteroidi possono cambiare, quindi non è possibile trovarli semplicemente inserendo un numero di coordinate”, afferma. Come astronomi, non abbiamo tempo per esaminare personalmente tutte quelle immagini. Ecco perché ci è venuta l'idea di collaborare con più di 10.000 scienziati cittadini per aiutarci in questo.” La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Astronomia e astrofisica.

Bomba leggera
Pertanto, gli scienziati hanno potuto schierare un piccolo esercito di volontari per la ricerca. Sono stati in grado di raggiungere questo obiettivo lavorando con Google e la piattaforma Zooniverse; Una piattaforma popolare per gli scienziati cittadini. In totale, hanno aiutato più di 11.482 volontari. Insieme hanno superato oltre due milioni di identità. I volontari hanno avuto accesso a un algoritmo automatizzato per aiutarli a trovare gli asteroidi. La missione era chiara: cercare le tipiche strisce di luce che gli asteroidi lasciano al loro passaggio. Questo è possibile, perché Hubble Non “solo” scattare foto. Invece fa Hubble Fotografie con tempi di posa lunghi, che consentono loro di raccogliere molta luce prima che il risultato finale diventi visibile. Mentre vengono scattate queste immagini, gli asteroidi passano spesso in volo, lasciando spesso una scia di luce visibile.

READ  Carenza di vitamina B12? Questi sintomi possono indicare questo

Il risultato finale è stato impressionante: sono stati identificati un totale di 1.701 asteroidi. Di questi, 1.031 sono risultati non classificati. Circa 400 di questi asteroidi non classificati avevano dimensioni inferiori a 1 km. “Siamo rimasti sorpresi di scoprire molte cose”, spiega il ricercatore capo Pablo García Martín. Questo ci permette di imparare sempre di più sulla cintura per la testa. Ci sono stati indizi che questi oggetti possano esistere, ma la nostra conferma è importante per fornire nuove informazioni sui modelli evolutivi del nostro sistema solare.

Sistema solare
La scoperta di numerosi nuovi asteroidi è importante per la nostra visione dell'origine e dell'evoluzione della fascia principale. Soprattutto perché tra gli asteroidi appena scoperti si trova anche un numero sorprendente di rocce spaziali più piccole. Secondo i ricercatori, ciò indica che la fascia principale ha avuto un passato violento, in cui asteroidi più grandi collassavano uno sopra l’altro e collassavano, generando rocce spaziali più piccole. Ciò è in conflitto con un'altra teoria sulla cintura principale, secondo la quale originariamente era costituita da piccole rocce spaziali. Tuttavia, gli astronomi considerano quest’ultima teoria improbabile, perché in realtà non riescono a pensare a un meccanismo che potrebbe impedire a queste piccole rocce spaziali di raggiungere dimensioni maggiori in questo scenario, attirando la polvere dal disco protoplanetario attorno al nostro sole. Quindi il buon senso e gli ultimi risultati basati sui dati di Hubble sembrano supportare la teoria secondo cui le piccole rocce spaziali nella fascia principale sono parti di rocce spaziali più grandi che si sono scontrate con altre rocce spaziali in passato.

READ  Perché salvare la Terra è anche una questione estetica

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24