I cliché sui Neanderthal non possono essere cancellati neanche su Netflix. Sembra sempre un po' primitivo

Agli attori deve essere stato chiesto di sembrare un po' primitivi. Perché altrimenti i Neanderthal rievocati avrebbero sempre la bocca aperta nel tanto pubblicizzato documentario di Netflix Il mistero dei Neanderthal? Sotto le grandi arcate delle sopracciglia hanno anche un aspetto un po' selvaggio, quasi timoroso. Non può essere una coincidenza. Perché c'è una fine per questo bellissimo documentario di 80 minuti Homo sapiens In un pezzo preistorico rievocato – in un incontro diffidente con un bambino di Neanderthal. Questa persona moderna guarda avanti con calma e intelligenza. Con la bocca chiusa.

È chiaro che i luoghi comuni sui Neanderthal non possono essere eliminati. Tuttavia, il documentario pone giustamente una forte enfasi sulla personalità moderna e sull'uguaglianza di questo parente stretto dell'uomo odierno, che si estinse circa 40.000 anni fa. L'argomento principale è il rinnovato scavo da parte di archeologi britannici e curdi nella famosa grotta di Shanidar nel Kurdistan iracheno. L'evento più notevole è stata la scoperta di uno scheletro di Neanderthal abbastanza piatto. “La scoperta di una generazione”, dice emozionato un archeologo.

La rivelazione della bellissima ricostruzione di questa donna primitiva (con la bocca chiusa) da parte dei fratelli olandesi Kenes è l'apoteosi della radiodiffusione. Doveva essere vecchia e saggia e raccontare molte canzoni e storie, ha detto l'amatissimo team archeologico britannico mentre svelavano la statua. Non c’è dubbio che sia così, ma quali sono le prove a sostegno di ciò? Lo scheletro schiacciato tace.

Il corpo era chiaramente sepolto e questo semplice fatto genera molte speculazioni cognitive. Consapevolezza della morte, cura dei propri cari e forse anche una sorta di fede nella vita dopo la morte? La guarigione delle numerose ferite di un uomo di Neanderthal sepolto è un chiaro indizio di cura reciproca e di stretta vita comunitaria. Ma l’uso del linguaggio e la cultura della storia rimangono difficili da dimostrare per i Neanderthal. Sfortunatamente, non esiste da nessuna parte una panoramica sistematica di cosa Homo sapiens Le piste di oggi e cosa potevano fare i Neanderthal. La loro uguaglianza è espressa con maggiore forza nell’elenco degli aspetti in cui Neanderthal e Sapiens sono simili, piuttosto che in un singolo caso.

READ  Dipendenti da antidolorifici: 'pillola dopo pillola dopo pillola. Se non li prendo, mi ammalerò. Questa non è vita

Shanidar divenne famosa negli anni '60 quando l'archeologo britannico Robert Solecki credette, sulla base dei pollini ritrovati, che i Neanderthal donassero fiori ai loro morti sepolti. Il documentario è riluttante a dire addio a questa idea, ma fortunatamente afferma chiaramente che il polline probabilmente proveniva dalle tane dei topi.

Sfortunatamente, la questione del perché i Neanderthal si estinsero viene trattata in modo rude in questo documentario scientificamente corretto.



We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24