I medici combattono la disinformazione su TikTok con i propri video

Ogni giorno il medico di medicina generale Stefan van Rooijen vede nella sua clinica persone stanche, che dormono male e che pensano soffrano di carenza vitaminica. “Chiedono di controllarlo con un esame del sangue. Quando chiedo loro quali soluzioni hanno provato, alcuni dicono che assumono integratori da mesi, ma niente aiuta”.

Van Rooijen deve poi spiegare che un esame del sangue per le vitamine è di scarsa utilità. “Meno dell'1% scopre un'anomalia dopo questo test.”

Influencer Influencer

Capisce da dove viene la domanda. Se ti senti spesso stanco e vedi un video su TikTok in cui si parla di questa stanchezza, insieme a una soluzione rapida, come quegli integratori alimentari, che costano anche poche decine di euro, sarai subito venduto. “Recentemente una nota influencer ha pubblicato un video in cui dichiara che ogni donna ha una carenza di ferro, con un link al suo carrello della spesa dove è possibile acquistare integratori di ferro”.

Ciò che van Rooijen ha trovato particolarmente dannoso in questo video è stato il collegamento con cui l'influencer ha supportato il suo messaggio: si trattava di un riferimento a uno studio condotto dall'Organizzazione mondiale della sanità. “Allora pensi: allora deve essere vero. Ma è uno studio che è stato fatto dieci anni fa e si basava su donne in Africa. Le donne occidentali non hanno quasi mai carenza di ferro. Per fortuna, la donna ha cancellato il suo video dopo i nostri commenti.”

Gravidanza indesiderata

Secondo van Rooijen gli integratori sono un grosso problema, ma non sono necessariamente dannosi per la salute. Purtroppo i medici di base vedono anche cose peggiori, come ad esempio una giovane donna che non vuole avere figli, si convince attraverso i social media che la contraccezione è dannosa e inizia a misurarle la febbre. “Questo è un metodo inaffidabile. Sono rimasta incinta e ho avuto un aborto spontaneo.”

READ  La scienza vuole contrastare l’invecchiamento: “Possiamo invertire l’età biologica”

Un'altra paziente è finita in ospedale con una sepsi, una gravissima intossicazione del sangue, perché non ha osato prendere la cura antibiotica che le aveva prescritto Van Rooijen.

Mentre nella sua clinica alcuni pazienti sottolineavano ogni settimana di aver ottenuto le loro informazioni dai social media, ora sente questo tipo di storie ogni giorno. “Il problema è molto grande adesso. Sono molto preoccupato.”

Vlog di medici

Così Van Rooijen, insieme ad altri sette professionisti del settore medico, ha registrato video su TikTok per combattere le informazioni false.

L’idea è venuta a Prappers, la più grande agenzia TikTok dei Paesi Bassi. Van Rooijen era già entrato in contatto con loro dopo Stoptober, mese in cui aveva richiamato l'attenzione sul grosso problema dello svapo tra i giovani. “Attraverso un marketing intelligente, si diffonde l'informazione che lo svapo sarà la soluzione per le persone che vogliono smettere di fumare. Ma 7 giovani su 10 che usano sigarette elettroniche inizieranno a fumare più tardi, secondo la ricerca.”

Secondo Van Rooijen, TikTok ha svolto un ruolo importante nella diffusione di queste informazioni. “Nella mia pratica vedo genitori disperati con i loro figli adolescenti. Dicono: 'Si vende solo nel cortile della scuola.'

Van Rooijen voleva fare da contrappunto a questo tipo di informazioni dannose. “Lo staff di Prappers mi ha chiesto perché non ero su TikTok. Hanno detto: 'Non vediamo alcuna opposizione da parte di un medico lì.'”

Migliaia di follower

Ha aperto un account e un video sul piercing all'orecchio è stato visto più di 490.000 volte. “Ho ricevuto risposte molto belle e preziose e ne ho visto la necessità”. In poco tempo il medico di famiglia che usa TikTok conta più di 27mila follower e, con sua sorpresa, non si tratta solo di adolescenti e ventenni. “Il gruppo di persone tra i 30, i 40 e persino i 50 anni è altrettanto ampio.”

READ  Epidemia di pertosse, anche nei bambini: “Più persone sono a rischio e hanno dubbi sulla vaccinazione”

Considerati i fitti impegni dei medici, hanno unito le forze. I medici hanno fatto dei vlog questa settimana Lui vive. Si risponde a domande come “Quali sono i sintomi dell’asma” e “Come fai a sapere di avere una commozione cerebrale”. Non sono state ancora fornite spiegazioni sugli integratori. “Siamo appena all'inizio, tenete d'occhio il conto, presto arriverà una spiegazione dettagliata a riguardo.”

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24