I Quin Dokters stanno vendendo di nuovo i propri studi

Quin Dokters, un’azienda che digitalizza parte del suo lavoro di pratica comune, sta per eliminare le sue cinque pratiche. Questo è ciò che l’azienda dice in un’intervista con Consiglio norvegese per i rifugiati. Quin vuole concentrarsi completamente sulla sua piattaforma digitale per rendere l’assistenza del medico di base più semplice ed efficiente.

La decisione segue i casi rivelati questa estate in una serie di pratiche che Quin ha acquisito nell’ultimo anno. Consiglio norvegese per i rifugiati Ha scritto a luglio che il tempo di attesa per l’appuntamento è aumentato drasticamente e che migliaia di persone non sono state assistite regolarmente per alcuni giorni il dottore Lui potrebbe.

Il direttore dei Paesi Bassi Olivier Molenkamp ha affermato che “sono in corso molte conversazioni” con altri medici generici che potrebbero essere responsabili dei pazienti o degli studi. Ciò è confermato da un medico di base – il cui nome è noto agli editori.

L’azienda ha rilevato cinque cliniche con un totale di dieci filiali ad Amsterdam, Enschede, Potterschok, Ridderkerk e Spekenes. Lì voleva lanciare una piattaforma digitale che avrebbe reso l’assistenza del medico di base più semplice ed efficace. “Per vedere davvero quali sfide devono affrontare i GP dei Paesi Bassi”, afferma Molenkamp. Ma crede che la startup non sia riuscita ad affrontare queste sfide. “L’abbiamo testato noi stessi.”

Leggi anche l’articolo precedente: Il “dottore digitale” non risponde mai più: come i Quin Dokters causano disturbi ai pazienti

Controllo dei sintomi

Quin sta rispondendo a una crescente carenza di medici di base negli ultimi anni. Credeva che l’assistenza sanitaria potesse diventare più efficiente. Ad esempio, aiutando i pazienti con un “controllore dei sintomi” a decidere se devono andare dal loro medico di famiglia. I medici di base avranno più tempo per i pazienti, se necessario. Inoltre, l’idea era quella di coinvolgere i professionisti medici in una consultazione anticipata, in modo che ricevessero meno rinvii che in seguito si sarebbero rivelati inutili.

READ  Raphaella ha subito una riduzione dello stomaco come trattamento diurno: "si è subito rialzato"

Tuttavia, quest’estate si sono verificati disordini tra i pazienti e i medici di base, soprattutto nei centri di Amsterdam. Alcune di queste pratiche hanno effettivamente incontrato problemi prima che Quinn prendesse il comando. “In genere abbiamo acquistato siti che erano già alla ricerca di successori e dove c’era ancora spazio per miglioramenti. Quindi abbiamo pensato di poter ottenere rapidamente risultati con la nostra piattaforma”.

Secondo Molenkamp, ​​la mancanza di medici era uno di quei problemi. “In termini pratici, vedete che eravamo effettivamente impegnati con molto interesse e sforzi per portare funzionalità nel sistema. E non tanto con il lancio della nostra piattaforma”. Quindi la piattaforma digitale non è stata implementata in molte pratiche.

Molenkamp afferma di aver collegato i pazienti negli studi con una carenza di medici di base a medici di altre parti del paese tramite videochiamate, al fine di organizzare più consultazioni. Inoltre, secondo Mollenkamp, ​​un certo numero di medici di base che gestiscono le pratiche affermano di voler utilizzare anche la piattaforma digitale.

Quinn ha giudicato male le sfide della pratica del GP

La pressione sui medici di base è più alta di quanto si aspettassero? “Sì, certo”, disse Molenkamp. Ma neanche Quin era di buon umore con il tempo. “C’era davvero una carenza di medici di base in quel momento, poi è scoppiato il Covid e dallo scorso maggio abbiamo visto una carenza di monitor, anche a causa del programma di vaccinazione GGD”.

Secondo Mollenkamp, ​​le pratiche con i maggiori problemi sono le prime ad essere ridimensionate. “Ad Amsterdam, abbiamo già stretto accordi con i nostri colleghi delle cliniche sull’assunzione di pazienti. Questo ci lascia circa 6.500 pazienti e vogliamo assicurarci che la pratica funzioni senza intoppi prima di cercare un nuovo partner. Ovviamente non lo facciamo voglio trasferire una pratica rotta.”

READ  Rumor: il prossimo Mac mini ha quattro porte USB-C e la parte superiore è "plexiglass" - Computer - Novità

Leggi anche: L’assistenza sanitaria frammentata non potrebbe essere più intelligente? Basta iniziative

Non sono appassionato di sistemi IT

La giovane azienda, fondata lo scorso anno da Bart Malenstein, 41 anni, co-fondatore ed ex proprietario di Bergmann Clinics. Quin Dokters ha sviluppato un controllo dei sintomi, ma gli studi medici non erano entusiasti delle piattaforme digitali. Così Mallinstein ha deciso di prenderne alcuni.

Il piano aziendale dell’anno scorso prevedeva che entro il 2023 l’azienda sperava di raggiungere 43 cliniche e mezzo milione di pazienti, il che avrebbe dovuto generare 150 milioni di euro. Oltre a Bergman Clinics, CZ, Zilveren Kruis e partner di private equity, hanno anche investito denaro nell’azienda, quest’ultimo del valore di 25 milioni di euro.

L’idea finale di Quin Dokters è quella di offrire la piattaforma digitale come licenza ai medici di base in tutti i Paesi Bassi. Ora continuerà. Tuttavia, a causa dei problemi di quest’anno, sta riducendo le sue pratiche più velocemente. “Ma questo (la mancanza di medici di base, editore) non è un problema isolato nei Paesi Bassi. C’erano anche pratiche in altri luoghi che hanno dovuto chiudere temporaneamente i battenti. Ciò rafforza anche la nostra convinzione che ci sia un enorme bisogno di innovazioni digitali”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24