I rossoneri olandesi mettono in guardia le ragazze arancioni sull'Italia: “Sono piagnucolone”

Il Milan ha una ricca storia di giocatori olandesi il Tutti e tre sono olandesi: Marco van Basten, Ruud Gullit, Frank Rijkaard. Ora fa scalpore con l'iconico rosso e nero dei Tijjani Rangers. Ma nella divisione femminile, l'attaccante Sande Dombic e il portiere Celina Pop stanno muovendo i primi passi nella ricca storia del Milan.

Dompig è arrivato al club tramite VV Alkmaar ed Empoli, Babb ha viaggiato per l'Europa. Stasera la squadra italiana affronterà le ragazze Orange. Entrambi ci prendono. “Spero che usciremo con una vittoria, perché quando tornerò in Italia i miei compagni non potranno dirmi niente”, dice sorridendo Dombic.

L'attaccante 23enne è in piena corsa. Nelle ultime cinque partite Rossoneri Ha colpito cinque volte. Come dimostrano i suoi numeri, eccelle nel palleggio. “È bello sentirlo”, ha detto raggiante il giovane norvegese, che è rimasto con gli juniores olandesi per la partita di giovedì sera contro la Norvegia, annullata a causa del maltempo, anche se era soddisfatto delle sue vittorie individuali. “Le cose sono andate bene ultimamente. Quindi è bello averlo anche su carta.

La sua compagna di squadra Selena Pop ha giocato nei Paesi Bassi, Romania, Cipro e Spagna. È il secondo portiere del Milan, la nazionale italiana Lauria Giuliani è il primo portiere. Dombic ha elogiato i compagni olandesi. “Lei mette un sorriso sul volto di tutti. Irradia positività e aiuta i giocatori in difficoltà”, dice Dombic. “Anche se non ha molti minuti di gioco, è pronto per la squadra. Pensa molto agli altri, il che è una buona caratteristica. Molti calciatori sono egoisti, ma lui pensa a tutti.

READ  I negozi in Italia apriranno l'8 dicembre oppure no?

Bob è a casa sua a Milano. “Milano è la mia seconda casa. Dopo tutto quel viaggio, sei pronto per sistemarti. Sto crescendo come portiere qui. Se guardi il portiere che ero quando sono arrivato e quello che sono adesso, sono due giocatori diversi. Sono molto contento della crescita che ho sperimentato”, dice dalla sua casa in Italia. “Ho amici qui e una vita sociale, e anche questo aiuta. Parlo sei lingue e ora l'italiano. Bisogna, non tutti parlano inglese.

Anche Dompig è felice nel club. È arrivata a Milano con una lesione ai legamenti crociati. “Ero incerto su come sarei tornato al Milan, ma mi hanno dato subito speranza. Mi hanno fatto davvero una bella presentazione e mi hanno fatto sentire accolto e voluto. Non sono arrivato nel mio periodo migliore, ero triste (per colpa di l'infortunio, ndr) ma ho ricevuto una buona accoglienza, l'ho avuta e per questo li ringrazio ogni giorno.

Stasera l'Olanda incontra l'Italia. Finora la maggior parte della squadra italiana è attiva in Serie A. “All'estero è un po' più specializzato, dove puoi essere un esperto totale e le strutture sono migliori”, dice Dompig del concorso. “Anche se lo paragono al calcio femminile olandese, qui è più professionale. Non devo lavorare in parallelo, abbiamo tutti contratti da professionisti. E il livello è più alto”, aggiunge Bob. “Ci sono organizzazioni internazionali che operano in tutto il mondo. concorrenza, cosa che non avviene nei Paesi Bassi. Solo i grandi club hanno competizioni internazionali. Credo che la differenza più grande sia nella parte bassa delle partite.

Quindi il livello è alto e la passione è una caratteristica del calcio italiano, dicono. “Gli italiani giocano a calcio con grande passione. Cantano l'inno nazionale a squarciagola, letteralmente a squarciagola. Vogliono giocare bene ogni pallone. Anche i difensori sono motivati, ecco perché spesso segnano in partita ,” dice Dombic. Ma gli italiani non odiano niente. Schwalbe, lo sappiamo da Lynette Behrenstein. “Sono davvero piagnucoloni”, aggiunge Bob. “Se spinti un po’, urlano un sanguinoso omicidio. Questa è la passione italiana e devi darla per scontata.

READ  de Jong Intra Vakanties, Product Manager in cerca di vacanze in Italia e in campeggio

Anche se Bob non lo dava sempre per scontato. “Sono tornato dal prestito alla Sampdoria e dovevamo giocare contro di loro. Conosco un giocatore che spesso si tuffa e fa onde. Se lo tocchi ti sembra di sradicare un albero con la forza del vento. L'ho già detto alle ragazze: 'Stai attenta, non toccarti nei sedici'. . E poi cade così drammaticamente che le prendono un Oscar, e loro vengono multate. Poi pensi: 'Ah, questo paese '”, dice Bob. “Ma per fortuna le ragazze Orange hanno arbitri internazionali, non italiani”.

Tombic ha già imparato molto dagli italiani e Bob ride dall'Italia. “Sandé può cadere bene”, dice. Alla lunga potrebbe prendere il posto della 'regina veloce' Danielle van de Dong, pensa il portiere. “È una grande giocatrice ed è ancora giovane. È veloce, sa schiacciare bene la palla. Migliorerà molto.

Entrambi si aspettano una gara emozionante. “Mi aspetto che l'Olanda vinca, ma non sarà facile”, dice Bob. “Le italiane sono forti individualmente e come squadra, ma lo sono anche le ragazze Orange. Penso che la squadra olandese avrà più possibilità, ma la squadra olandese dovrà essere pronta per l'intera partita”, avverte Dombig. “Gli italiani continuano fino all'ultimo minuto. Spero che vinciamo, perché quando torno in Italia i miei compagni non possono dirmi niente.

Sherida Spitze dovrebbe essere penalizzata da un primitivo? Schwalbe Ad esempio, Bob ha un nodo. Del resto lui è in campo tutti i giorni con Giuliani, il primo portiere d'Italia. “Aspettare molto tempo. Prendetevi qualche secondo e poi speronate. Un portiere ha solo dieci secondi di tensione nelle gambe, dopo i quali è molto difficile fare un gesto esplosivo.

READ  Quote fantastiche se Dumfries o De Vrij segnano in Supercoppa Italia

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24