I talebani vogliono sbloccare i conti bancari, ma non c’è cooperazione degli Stati Uniti per combattere l’ISIS all’estero

I talebani non hanno alcuna intenzione di cooperare con gli Stati Uniti nella lotta contro gli estremisti musulmani come lo Stato Islamico (ISIS). Inoltre, vogliono il rilascio dei beni afgani. Lo ha detto il ministro degli Esteri Amir Shan Mottaki, secondo i media afgani. Dopo l’acquisizione ad agosto, sono stati congelati circa 9 miliardi di dollari di attività bancarie offshore.




Sabato e domenica Stati Uniti e talebani si incontreranno nella capitale del Qatar, Doha. Questi sono i primi colloqui dopo il ritiro degli Stati Uniti dall’Afghanistan.

È stato detto da entrambe le parti che il contenimento dei gruppi estremisti e l’evacuazione di stranieri e afgani dal Paese sono oggetto di discussione, tra le altre cose. I talebani sembrano teneri su quest’ultimo punto. Il portavoce dei talebani Suhail Shaheen ha dichiarato all’agenzia di stampa Associated Press che non ci sarebbe stata alcuna cooperazione con gli Stati Uniti per contenere lo Stato islamico sempre più attivo. “Possiamo affrontare l’Isis in modo indipendente”, ha detto Shaheen.

titoli di coda

Oggi, il ministro degli Esteri afghano Amir Shan Mottaki ha chiesto il rilascio dei saldi bancari congelati. Ha sottolineato che nessuno trarrebbe beneficio dal tentativo di indebolire l’attuale governo. I talebani hanno anche ripetuto le loro richieste di maggiori aiuti umanitari. Gli americani hanno promesso più aiuto con i vaccini Corona, secondo il ministro afghano.

Washington ha precedentemente affermato che i colloqui non riguardano il riconoscimento o la legalizzazione dei talebani. La cosa più importante, ha affermato il Dipartimento di Stato, è il passaggio sicuro di cittadini statunitensi, altri stranieri e afgani. Cerca anche una garanzia dai talebani che impediranno ai terroristi di usare l’Afghanistan per minacciare la sicurezza degli Stati Uniti o dei loro alleati.

READ  I pinguini imperatori si estingueranno tra ottanta anni | all'estero

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24