Il calcio storico fiorentino non conosce pietà

Il “generale” Rinus Michels una volta disse: “Il calcio è guerra”. Lo sapeva l’allenatore di calcio che ha festeggiato grandi successi con l’Ajax e la Nazionale olandese Calcio Fiorentino Forse non ancora. Il calcio oggi è un gioco da bambini rispetto allo sport più difficile del mondo. Il calcio storico a Firenze si gioca da cinque secoli. La gran finale si tiene ogni anno il 24 giugno in Piazza Santa Croce, piena di sabbia e di spettatori in delirio. È un'intensa festa popolare che non dimenticherete presto, ma vi avvertiamo in anticipo; Non per i deboli di stomaco..

Il calcio antico fiorentino è l'omonimo di questo termine Calcio (=calcio), la parola italiana per calcio. Calcio Storico Chiamalo oggi. È una sorta di mix tra rugby e calcio, praticato fin dal XVI secolo e probabilmente molto simile al football americano, solo senza equipaggiamento protettivo.

La competizione nel Cinquecento

Si ritiene che sia basato sul gioco della palla romano Harpostum. A quel tempo lo era Calcio È uno sport d'élite che si praticava tutte le sere tra l'Epifania e la Quaresima, e non solo a Firenze. Anche i Papi di Roma parteciparono, così racconta la storia. Le cose stavano diventando difficili in quel momento. Un re francese che assistette al gioco lo descrisse come: “troppo piccolo per una vera guerra e troppo crudele per un gioco”.

Il gioco perse popolarità nel XVII secolo, ma Mussolini lo fece rivivere negli anni '30. Da allora, le gare di giugno sono diventate una tradizione annuale a Firenze, dove viene esposta ogni bandiera storica che si possa immaginare.

Colpo alla testa nessun problema

Vinci il jackpot

In passato c'erano morti durante il gioco, ma ora la gente pensa che questo sia esagerato. Non è più consentito prendere a calci in testa qualcuno con più giocatori contemporaneamente. Tuttavia, colpire, calciare, dare una testata e lottare non rappresentano ancora un problema. Un incontro di boxe personale viene regolarmente combattuto a pugni nudi sotto gli occhi dell'arbitro. Tutto questo per definizione porta a scene hot. Nel 2007, 50 giocatori furono arrestati dopo una grave rissa.

Festa popolare

Il calcio storico fiorentino non conosce pietà Il calcio storico fiorentino non conosce pietà

Le competizioni sono una vera festa popolare. Prima di ciò, i tamburi vestiti storicamente marciano sul campo e, naturalmente, la bandiera sventola. Partecipano solo quattro squadre dei quattro vecchi quartieri della città. Santa Croce, Santo Spirito, Santa Maria Novella e San Giovanni. Rispettivamente blu, bianco, rosso e verde sono i colori del club

READ  Il governo italiano vieta i tifosi del Feyenoord e i tifosi esterni non sono ammessi a Roma

24 giugno finale

Il calcio storico fiorentino non conosce pietà Il calcio storico fiorentino non conosce pietà

Le semifinali si svolgono solitamente il 10 e l'11 giugno, poi la finale il 24 giugno di ogni anno. Questa è anche la festa locale annuale in onore del nostro santo patrono, San Giovanni. La sera il corteo offre uno spettacolo magnifico.

le regole

Ogni squadra è composta da 27 giocatori, con un'età massima di 40 anni. Quattro portieri, tre difensori, cinque centrocampisti e ben quindici attaccanti! Solo gli uomini più forti e coraggiosi del quartiere possono partecipare alla battaglia.

L'obiettivo è lanciare la palla oltre la recinzione del campo alta 1,2 metri su entrambi i lati, sopra la quale si trova una rete. L'allenatore siede in una tenda sul lato porta del campo e non sono previste sostituzioni. Quindi c'è un arbitro e almeno sei assistenti.

La partita dura 50 minuti. La squadra con più punti comHa registrato vittorie. I vincitori riceveranno un vitello di razza Chianinara, la razza bovina più grande del mondo originaria della zona di Arezzo. Sono campioni di quartiere per un anno.

Abbi compassione di te stesso

L'interesse è sempre travolgente. La finale si disputerà il 24 giugno, le semifinali il 10 e 11 giugno. Il biglietto costa dai 30 agli 80 euro. Possono essere acquistati solo pochi giorni prima delle partite presso l'ufficio situato in Via delle Veccie Carceri 1. In Tribuna A ti siedi tra i VIP.

Puoi anche guardare davanti alla TV o al laptop. È possibile seguire l'evento in diretta tramite Televisione Toscana (Canale 18). L'estrazione avviene sempre a Pasqua. Quest'anno (2023) la finale sarà tra Santa Croce (blu) e Santa Maria Novella (rossa).

Il calcio storico fiorentino non conosce pietà

READ  La Challenge Family annuncia il Challenge Italiano Cesenatico

Il calcio storico fiorentino non conosce pietà

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24