Il discorso europeista di Hoekstra: “L’Europa deve crescere”

Lunedì 9 maggio il ministro degli Affari esteri Wöpke Hoekstra ha pronunciato un discorso in onore della Giornata dell’Europa sul futuro del continente. Nel suo discorso il ministro ha criticato Putin ed è stato un visionario per l’Europa. Il giornalista politico Lindert Beckmann ha descritto il discorso come “pro-europeo”.

Nel discorso pronunciato dal ministro Hoekstra a Maastricht sul futuro dell’Europa, si è espresso con forza contro l’invasione russa. Ha descritto la guerra come “totalmente ingiusta”. La Russia minaccerà inutilmente la stabilità del continente e “farà pressione sulla nostra sicurezza e pace”. Secondo Hoekstra, il rapporto con il Cremlino è stato fondamentalmente danneggiato e la situazione nel continente europeo è cambiata in modo permanente a causa del conflitto.

Segui gli ultimi sviluppi sulla guerra in Ucraina sul nostro blog live

Il ministro ha rivolto le sue parole anche direttamente a Putin. Hoekstra lo ha accusato di falsificare la storia. Il discorso del presidente russo di oggi, dice, è “un tentativo del tutto irragionevole di fabbricare pretesti e falsificare la storia”.

filoeuropeo

Il ministro degli Esteri olandese ha anche proposto una nuova strategia europea. Ha chiesto l’abolizione del veto. Ciò consente ai singoli stati di contrastare la politica estera, come le sanzioni, se non sono d’accordo.

Secondo il giornalista politico Lendert Beckmann, il discorso era molto europeista. Hoekstra ha sostenuto un’integrazione europea più intensa. Secondo il ministro, l’Europa non era abbastanza matura a livello geopolitico. Ha detto che c’era ancora molto da fare militarmente, economicamente e politicamente. Se dipendesse da Hoekstra, l’unità dell’Europa doveva essere rafforzata. Finora, l’Unione Europea si è rivelata essere solo un gruppo di paesi sciolti.

Wopke Hoekstra all’arrivo a Binnenhof per la riunione settimanale del Gabinetto.ANP / Altezza olandese / Laurens van Putten

Più o altra Europa

Per illustrare le parole di Hoekstra, la parlamentare democristiana Agnes Mulder ha affermato che non si trattava di più, ma di un’Europa diversa. Al CDA, vorremmo vedere la creazione di un Consiglio di sicurezza europeo che possa lavorare insieme in tempi difficili, come l’attuale guerra in Ucraina. È importante poter prendere decisioni insieme in merito a sanzioni o diritti umani senza timore di veto. Ciò di cui abbiamo bisogno in Europa è la giusta cooperazione quando conta.

READ  La Grenfell Tower in fiamme a West London dovrebbe essere demolita? Gli esperti la pensano così

Beckmann sembra sentire un appello per più Europa nelle parole di Hoekstra. Se vuoi proteggere meglio le frontiere, hai bisogno di più cooperazione europea. Il ministro, ad esempio, ha affermato che l’influenza del sindacato dovrebbe essere aumentata. Poi ovviamente parli di difesa, economia, immigrazione e clima. Se vuoi sviluppare questo a livello europeo, dovrai avviare una cooperazione di vasta portata tra loro.

Leggi anche | Pensa alle conseguenze delle sanzioni

veto

L’invito a ribaltare il veto è meno sorprendente di quanto viene suggerito. Beckmann: “Oltre al fatto che anche il Primo Ministro italiano Draghi e il Presidente francese Macron stanno attualmente sostenendo questo, il Primo Ministro Ruti ne ha già parlato l’anno scorso in un discorso con il Primo Ministro spagnolo. L’abrogazione del veto è di nuovo un argomento ora che si stanno discutendo i pacchetti di sanzioni. Se c’è uno Stato membro che non vuole accettare una sanzione, il sindacato deve ascoltarla. Molti leader europei ora vogliono cambiare questo.

Leggi anche | L’Unione europea sta discutendo di un boicottaggio petrolifero russo e l’Ungheria non lo sta aspettando

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24