Il governo ha ignorato i consigli sulla riapertura della vita notturna

Il 26 giugno, il governo ha dato il permesso di riaprire i locali notturni senza aspettare il parere di Fieldlab Experiments. Anche vari consigli dell’Outbreak Management Team (OMT) e di Fieldlab su come gli eventi possono ripetersi in sicurezza, secondo i documenti della Camera dei Rappresentanti e le conversazioni con le persone coinvolte, sono stati ignorati. La riapertura della vita notturna ha portato nelle ultime settimane a una forte ondata di inquinamento, per la quale il Consiglio dei Ministri si è scusato.

Fieldlab, una collaborazione tra il settore degli eventi, il governo e la scienza, ha studiato negli ultimi mesi come eventi come spettacoli teatrali e festival possano ripetersi in sicurezza. Nel mese di maggio sono state presentate raccomandazioni che sono state discusse e approvate dal Team di gestione delle operazioni e dal Consiglio dei ministri. Proprio in quel momento, il 29 maggio, si è tenuto un altro Fieldlab, nel club shelter di Amsterdam, per indagare su un allestimento notturno di cabaret. Questi risultati non erano ancora noti quando il governo ha deciso a metà giugno di consentire la riapertura dei locali notturni. Il governo non ha richiesto i risultati preliminari della sperimentazione presso il rifugio Fieldlab, afferma una persona coinvolta. Inoltre, l’OMT non ha esaminato specificamente i rischi della riapertura dei club.

Un’indagine non ancora resa pubblica mostra che quattro contagi potrebbero essere legati al rifugio, dove sono state accolte 600 persone, poco più della metà della normale capacità. Comunque, due membri dello staff e due visitatori sono risultati positivi in ​​seguito. Forse ce n’erano di più, perché il test successivo non era obbligatorio. Lo stesso Fieldlab ha concluso che il clubbing ha un “rischio di inquinamento orario più elevato” rispetto ad altri eventi, afferma il direttore del programma Peter Lupperts. Avrebbe consigliato al governo di fissare lo standard di ventilazione per i club a 24 metri cubi per persona all’ora.

READ  Master of None arriva la terza stagione: quando andrà online su Netflix?

Le regole di ventilazione sono meno rigide

Quando i club hanno riaperto, le condizioni erano molto meno stringenti. Il Gabinetto non ha imposto alcuna restrizione al numero di visitatori, né ha imposto requisiti aggiuntivi alla ventilazione. Infatti, con l’entrata in vigore della nuova legge sull’alcol il 1 luglio, le regole di ventilazione per l’industria alimentare sono diventate molto più flessibili. Con le nuove linee guida, l’aria interna dovrebbe essere cambiata circa cinque volte in meno all’ora.

Il Dipartimento della Salute afferma che i vecchi requisiti di ventilazione risalgono a “un periodo in cui il fumo era ancora prevalente nell’industria alimentare” e pertanto devono essere rivisti. Il RIVM ha dimostrato che i nuovi requisiti inferiori “anche alla luce del Corona” sono sufficienti. A causa della crisi di Corona, Koninklijke Horeca Nederland ha voluto aderire a regole di ventilazione più rigorose.

I consigli di Fieldlab sulla necessità di ventilazione nei club non sono stati attesi

Dopo essersi rilassati il ​​26 giugno, grandi epidemie di corona sono apparse in locali notturni, ristoranti e festival. Il ministro uscente Hugo de Jong

(Sanità pubblica, CDA) inizialmente si riferiva principalmente a imprenditori e giovani, ma in seguito ammise anche che il Gabinetto aveva fatto un “errore di calcolo”. Un portavoce del suo dipartimento non può dire perché i consigli di Fieldlab sui club non siano stati attesi. Dice che i rischi della riapertura appaiono “accettabili”.

Ignora i consigli medici

Il governo ha anche ignorato importanti consigli medici. Ad esempio, OMT e Fieldlab hanno consigliato a tutti i visitatori e dipendenti di un evento di eseguire il test entro 24 ore prima della fine dell’evento. Il Gabinetto ha detto: Questa è una questione complicata da un punto di vista legale per i dipendenti. Nelle ultime settimane, i dipendenti sono stati infettati in occasione di feste ed eventi, secondo i dati di GGD. Alcuni esercizi di ristorazione hanno addirittura chiuso perché troppi dipendenti sono stati contagiati.

READ  Alec Baldwin spara accidentalmente alla fotografa Helena Hutchins morta sul set | stelle

I visitatori che non hanno ricevuto una vaccinazione o un certificato di guarigione ea cui è stato chiesto di sottoporsi al test hanno potuto effettuare un test di “fattibilità” fino a 40 ore prima dell’inizio dell’evento. Il governo in precedenza aveva scritto alla Camera dei rappresentanti che questo “accetta il rischio di perdere una piccola parte dei contagiati – che erano all’inizio dell’infezione al momento del test -“.

Leggi anche questo articolo sui rischi delle vacanze legate al Corona: Più duro all’estero per i viaggiatori dai Paesi Bassi rossi

Il ricercatore sul campo Andreas Voss, professore di prevenzione delle infezioni (Radbud University) e membro del team OMT, ritiene che la validità di test più lunghi potrebbe avere gravi conseguenze. “Sappiamo della variante delta che puoi passare da “non ancora rilevabile” a “altamente contagioso” entro 24 ore se sei infetto”. Qualcuno che è risultato positivo venerdì potrebbe essere contagioso sabato con le stesse prove del test.

Questo lunedì, Cabinet discuterà di come gli eventi sicuri possono ripetersi dopo il 13 agosto con Fieldlab, il settore degli eventi e il settore della ristorazione. Voss è lieto che Cabinet abbia già ridotto il tempo di test di accesso a 24 ore. Si ritiene che si debba anche verificare se il certificato di vaccinazione è ancora un biglietto d’ingresso finché il tasso di vaccinazione non è ancora ottimale. “Anche se sei vaccinato, puoi ancora prendere e trasmettere il virus”. Negli esperimenti Fieldlab, ogni visitatore è stato pre-testato, vaccinato o meno.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24