Il Laboratorio Internazionale di Onde Gravitazionali è aperto nel Limburgo

Rendering 3D di ETpathfinder. Foto di Marco Kran, Nyquiv.

Ieri, il ministro uscente dell’Istruzione, della cultura e della scienza Ingrid van Engelshofen ha inaugurato la piattaforma ETpathfinder a Maastricht. Questo laboratorio di fisica all’avanguardia servirà da banco di prova per lo sviluppo di tecnologie per i futuri rilevatori di onde gravitazionali. L’arrivo di ETpathfinder migliora anche la posizione della zona di confine come sito candidato per il nuovo rivelatore europeo di onde gravitazionali, il telescopio Einstein.

L’ETpathfinder è attualmente in costruzione presso l’Università di Maastricht. L’Università del Limburgo meridionale, insieme all’Istituto di fisica olandese Nikhef, è la forza trainante del progetto, che coinvolge anche istituzioni della conoscenza di tutta Europa. Il professor Stefan Held, capo del progetto ETpathfinder: “Abbiamo avviato ETpathfinder con 15 partner provenienti da Paesi Bassi, Belgio e Germania. Da allora anche università e istituti di ricerca di Francia, Gran Bretagna e Spagna hanno iniziato a contribuire. È bello vedere tutto questa competenza internazionale si raccoglie qui nella nostra struttura”.
“Lo strumento di ricerca online ETpathfinder è una risorsa importante per la scienza nei Paesi Bassi”, ha affermato il ministro uscente Van Engelshofen. In questo modo promuoviamo lo sviluppo di un’infrastruttura scientifica su larga scala e l’ambizione di condurre la ricerca di base. Sono contento di aver potuto contribuire a questo strumento con altri partner”.
Il deputato Stefan Sätijn (Economia e istruzione): “Se riusciamo a capitalizzare la nostra nomina per il telescopio Einstein, questo triangolo di tubi a calibro transnazionale darà ai Paesi Bassi un ruolo di primo piano nella scienza in tutto il mondo. Ciò include anche un enorme moltiplicatore economico presso la regione europea e nazionale. Miliardi di investimenti europei si ripagano di tre volte. Inoltre, si stima che il pionieristico osservatorio sotterraneo fornisca quasi settecento posti di lavoro strutturali e rappresenti un’attrazione senza precedenti per lo sviluppo del talento scientifico e tecnico del nostro Paese. Con l’apertura di Pathfinder, oggi stiamo facendo un enorme passo avanti”.

READ  Il Napoli frusta in casa. Peter Boss segna 3-4 vittorie

onde gravitazionali

Le onde gravitazionali ci insegnano di più sull’universo. Ad esempio, cosa è successo subito dopo il Big Bang? Le onde gravitazionali sorgono quando due oggetti celesti, come buchi neri o stelle di neutroni, si scontrano. Questa forza della natura provoca un’increspatura nello spaziotempo. Tuttavia, il suo effetto è così piccolo che è stato misurato per la prima volta solo nel 2015. Ci sono voluti circa 100 anni prima che la tecnologia si sviluppasse abbastanza da rilevare effettivamente le onde gravitazionali, cosa che Albert Einstein aveva effettivamente previsto nel 1916.

giardino sperimentale

Con ETpathfinder, i fisici guardano al futuro. Entro il 2035 dovrebbe essere pronto un rivelatore europeo di onde gravitazionali: il telescopio Einstein. Il telescopio Einstein richiede un investimento di circa 2 miliardi di euro e sarà circa 10 volte più sensibile delle attuali impostazioni di misurazione. Ciò dovrebbe tradursi in centinaia di migliaia o addirittura milioni di osservazioni di onde gravitazionali ogni anno. Tuttavia, un aumento così significativo della sensibilità non può essere ottenuto con la tecnologia attuale.

Pertanto le tecnologie e le tecniche necessarie verranno prima sviluppate e testate utilizzando ETpathfinder. Ciò si riferisce, ad esempio, alle nuove tecnologie di raffreddamento, rivestimento a specchio e laser, che vengono sviluppate collaborando con istituti di conoscenza e aziende high-tech. Queste innovazioni dovrebbero trovare anche altre applicazioni nel settore.
La struttura stessa sarà costituita da un’ampia hall priva di polvere ea temperatura costante: una camera bianca. Nei prossimi 20-30 anni potrebbero essere create varie forme di interferometri laser, la tecnologia utilizzata per misurare le onde gravitazionali. Tali installazioni consistevano in diverse torri contenenti tutti i tipi di apparecchiature e “braccia” di tubi evacuati lunghi 20 m. Questo non è abbastanza lungo per misurare le onde gravitazionali, ma è sufficiente per sviluppare e testare tutti i tipi di tecnologie e la loro interazione.

READ  AEX mostra flessibilità basata su tecnologia e banche

Holland e il telescopio di Einstein

Non è un caso che ETpathfinder sia apparso a Maastricht. L’area di confine, vicino all’isola italiana di Sardegna, è un promettente cantiere per l’attuale telescopio Einstein. Oltre alla presenza dell’ETpathfinder, il South Limburg ha ottenuto punteggi elevati, tra l’altro, grazie alla speciale composizione del suolo, che smorza le fastidiose vibrazioni nel sottosuolo. È anche relativamente silenzioso fuori terra. Ad esempio, ci sono poche ferrovie e turbine eoliche nella zona. Allo stesso tempo, il distretto offre buone strutture e il distretto ospita molte istituzioni della conoscenza e aziende tecnologiche.
Van Engelshofen sottolinea anche il ruolo di ETpathfinder: “È anche molto positivo per l’Olanda, il Belgio e la Germania per il futuro Large Einstein Telescope ed è la prova dell’eccellente cooperazione tra i tre paesi. Insieme stiamo lavorando duramente per portare il Large Einstein Telescope in Olanda, ma questo è ovviamente per il futuro. Una tale architettura Una vasta infrastruttura di ricerca è un’enorme opportunità per la regione”.
Una piattaforma internazionale che non si è ancora formata probabilmente deciderà intorno al 2025 dove sarà costruito il telescopio Einstein. Ciò non fa molta differenza con ETpathfinder: la struttura di Maastricht continuerà a svolgere un ruolo importante nel telescopio Einstein.
Il programma ETpathfinder è reso possibile in parte da Interreg Flanders-Netherlands, con il finanziamento del Fondo europeo di sviluppo regionale dell’Unione europea.

Fonte: Provincia del Limburgo.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24