Il più grande iceberg del mondo squarcia l’Antartide | Scienza

Un iceberg gigante si è separato dall’Antartide, circa il doppio di Groninga. Il pezzo ora galleggia nel mare di Weddell. Secondo l’Agenzia spaziale europea ESA, è il più grande iceberg galleggiante del mondo.




Il ghiacciaio, che gli scienziati hanno chiamato A-76, ha un’area di circa 4.400 chilometri quadrati, è lungo 175 chilometri e largo 25 chilometri. Questo la rende più grande dell’isola spagnola di Maiorca (3.640 chilometri quadrati) e quattro volte più grande di New York City.

Ad oggi, il più grande iceberg era di 3.380 chilometri quadrati (A-23A). Galleggia anche nel mare di Weddell.

Gli scienziati hanno scoperto l’A-76 in immagini recenti dal satellite Copernicus Sentinel 1 dell’Agenzia spaziale europea. L’iceberg è stato rotto dalla piattaforma di ghiaccio Rune Felshner in Antartide, la seconda più grande piattaforma di ghiaccio sulla Terra.

Ghiaccio glaciale

L’altopiano, formato dal ghiaccio glaciale sulla terraferma, copre un’area di circa 430.000 chilometri quadrati. Lo spessore del ghiaccio in alcuni punti è di 600 metri e la profondità dell’acqua al di sotto è fino a 1.400 metri.

Le immagini satellitari dell’Agenzia spaziale europea mostrano che l’A-76 Iceberg è stato strappato dalla piattaforma di ghiaccio antartica. © tramite Reuters

Di tanto in tanto, frammenti della piattaforma di ghiaccio si rompono. È successo nell’ottobre 1998 con l’iceberg A38. Con una superficie di 7.500 chilometri quadrati, è più grande dell’area terrestre combinata di Groningen, Friesland e Drenthe. Successivamente l’iceberg si è diviso in tre pezzi.

Livello dell’acqua

Non è raro che un iceberg si rompa. Secondo Ted Scampos, uno scienziato dei ghiacciai dell’Università del Colorado, questo non ha nulla a che fare con il cambiamento climatico. Poiché la piattaforma di ghiaccio galleggiava già nel mare prima di essere rotta, non si prevede che Scampus influenzi l’innalzamento del livello dell’oceano.

I ricercatori ritengono che l’A-76 alla fine si dividerà in due o tre pezzi. Altri iceberg sono crollati in tempi relativamente brevi negli ultimi anni. Secondo il National Snow and Ice Data Center degli Stati Uniti, ciò è dovuto al riscaldamento globale.

All’inizio di quest’anno, gli scienziati hanno detto che un altro enorme iceberg galleggiante, diretto verso un’isola con pinguini vicino alla punta meridionale del Sud America, si era già ridotto drasticamente e si era fratturato in pezzi.

Guarda la nostra serie Waterlanders sui cambiamenti climatici nella playlist qui sotto:


READ  Testa RIVM: numero di riproduzione Corona aumentato a 2,17 interno

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24