Il poeta Lemuel de Graff racconta la sua storia

30 settembre 2020

Mercoledì pomeriggio, accanto alla stazione BijlmerArena, ad Amsterdam, i poeti si esibiranno all’aperto, organizzati dal gruppo di poesia. Siamo la gente di Amsterdam. Tra gli artisti entusiasti, uno spicca: un giovane che non legge dal telefono, ma da un taccuino, condivide con moderazione le sue esperienze traumatiche. Canta il testo della canzone del Suriname Faya Setung non mi soddisfa con questo (“Flint, non bruciarmi”) collega idee sulla sua storia familiare.

Si chiama Lemuël de Graav e ha 22 anni, come si è scoperto. Il poeta con i baffi sbiancati scrive le sue poesie al telefono, ma le passa in un libretto di spettacoli “perché hanno un aspetto migliore”, ha detto. Lui ride. Il suo approccio sta dando i suoi frutti. La combinazione di debolezza e una scelta sicura delle parole gli è valsa il secondo posto Campionato nazionale di poesia a Utrecht. Due mesi dopo, ospiterà la prima versione di Concorso internazionale di storie Vincere il cortometraggio Odio la poesia. Qualche istante dopo, è stato invitato a rappresentare i Paesi Bassi al Poetry Slam World Championship a Parigi, in programma per maggio 2021. Il candidato target, il vincitore dell’NK, Martje Wijers, era incinta.

26 aprile 2021

Lemuel de Graaf è nato a Paramaribo, quando aveva due anni, si è trasferito con i suoi genitori e quattro fratelli a Eindhoven ed è cresciuto a Lelystad. Oggi, lunedì, è a casa, nel suo piano comune ad Amsterdam-Zuid. Insegna Film Academy verso la sceneggiatura. Scrive e modella per marchi di moda e ama giocare a FIFA.

Le sue poesie riguardano spesso la sua infanzia. “Solo quando guardi indietro puoi dire qualcosa di significativo su di lui. In questo momento sei molto soggettivo, e sei molto occupato. Sto prendendo tempo per il passato, le mie poesie sono piene di nostalgia.”

Ci sono poesie stampate sul tavolo di fronte a lui come le radiciE il Piatti Sopra Faya Setung. Scrive visivamente De Graav (“La tempesta è l’unico modo in cui un albero possente può danzare”), e descrive le emozioni in modo tale che sembrino distanti. A proposito di esperienze dalla scuola elementare, ad esempio, dove si è distinto nel suo aspetto. Ha anche scritto: “Ho alzato il dito nero / ho detto quello che so / Ma sapeva meglio”.

READ  Fan di Shark che ha dato il via a Exploitation of Sharks Film Festival

E: “Perché veniamo dall’equatore / il pigmento è abbastanza forte da essere incerto.”

Invecchiando, scopro che gli adulti fanno qualsiasi cosa

Nella poesia Faya Setung Collega i suoi sentimenti con l’esperienza delle donne nere che lavoravano nelle piantagioni di zucchero in Suriname: “Le pietre calde sono nelle mani dei maestri bianchi”. “È strano che io pensi che gli eventi di quel tempo mi scorrano ancora nel sangue”, dice. scrisse:

La somiglianza era nel non amare Lonnie

Tra me e i miei colleghi

Adesso sto cercando uno psichiatra

Il che non deve spiegare cosa sia il razzismo. “

De Graaf è cresciuto in modo strettamente cristiano e ha vissuto in gran parte isolato dal mondo. Non gli era permesso vedere Pokemon e ascoltare certa musica. Ha lasciato la casa all’età di diciassette anni. Non poteva più credere nella fede di suo padre. Gli ho chiesto: se non c’è l’inferno, andremo tutti in chiesa la domenica a pregare? Viviamo la Bibbia senza questa minaccia? ”

Non ha avuto risposta. “Mio padre è un tipo duro. Ma lo sapevo: non voglio vivere di paura.” Taglia con suo padre e la chiesa.

Dice che questo background lo rende sensibile all’autorità. “Le persone fingono di avere potere, ma non rispondono alle tue domande. Invecchiando, scopri che gli adulti stanno facendo qualcosa. Non hanno la saggezza. Devi ripeterlo a te stesso più volte, finché non inizi credendoci. ”

Si sentiva “ingannato” ma sollevato. “Mi ha dato la sicurezza di sapere che era lì io saggezza. Facendo domande, soprattutto su argomenti come la fede e l’educazione. Se non posso accettare emotivamente la risposta, so che non è la verità “.

Se posso dare voce agli altri, è fantastico

Viveva da solo, prima a Zwolle, poi ad Amsterdam, “si interessava al mondo”. Scopri nuove possibilità, vita notturna, anche persone creative, spingiti oltre i confini, tuffati in profondità, scrivendo.

Il cortometraggio mostra come un poeta che trova attraenti poche poesie Odio la poesia. Recentemente ha ricevuto un mucchio di raccolte da un editore, ma ha trovato le poesie “impolverate o incomprensibili”. “Prendo più ispirazione dai film e dai testi.”

READ  Immediatamente due stelle sono arrivate a casa alla spedizione Robinson

Da quando ha scritto, si è esibito anche lui. Viaggia nel paese alle serate “a teatro aperto” per imparare le parole pronunciate. Ben presto notò che questo genere aveva tutti i tipi di regole non scritte. “Non ci aderisco, le trovo volgari: si sente spesso un ritmo simile, dove le parole si uniscono leggermente e un silenzio significativo.”

L’anno scorso ha ricevuto una parola, in parte a causa di ciò Eseguito dalla poetessa Amanda Gorman All’inaugurazione del presidente Joe Biden, molta attenzione. Il messaggio dell’attivista è spesso menzionato come una caratteristica della parola parlata. Lemuel de Graff si sente chiamato ad essere un attivista? “Sono principalmente interessato alla mia vita e alla mia identità, perché devo trovare la pace in essa. Racconto la mia storia. Se le persone si definiscono in questo, o se posso dare voce agli altri, allora è fantastico”.

E dice che questo è ciò che rende così speciale la serata di poesia: la reciprocità tra il poeta e il pubblico. “Qualcuno condivide qualcosa di personale che gli altri sentono. Sorge una vulnerabilità per entrambe le parti che può essere un’ispirazione. Per me questa è stata una ragione per farlo”.

La società decide se devi essere un attivista o meno

De Graaf collega l’aspettativa che il poeta della parola parlata sia attivo con gli stereotipi sul colore della pelle. “La società decide se devi o meno essere un attivista. Non scegli tu stesso questa opzione, così come non scegli se avere un corpo nero. Sei nato così e il mondo esterno guarda ogni atto di anticipazione della tua pelle tono. Ad esempio. Ad esempio, la gente crede che un poeta nero sia per definizione un attivista “. La sua storia dovrebbe, secondo altri, far parte del suo lavoro. “Anche se la poesia non c’entra, la gente chiede, perché non metti qualcosa sul tuo appuntamento.”

READ  L'attore di 'Casa' Paul Goosen piange: 'L'ho portato a casa e poi è morto'

Lemuel de Graaf Foto di Frank Reuter

10 maggio 2021

Domani, martedì 11 maggio, parteciperà Lemuël de Graav Campionato mondiale di poesia Salam A Parigi. Appartiene a un gruppo di poeti del Madagascar, della Spagna, delle Mauritius e della Norvegia, tutti eroi del loro paese. Si metterà il cappello, imparerà a memoria e parlerà con calma. “L’emozione dovrebbe nascere dal contenuto delle parole, attraverso la sincerità. Non a causa delle mie coniugazioni o di altre aggiunte.”

Altri poesisti spesso enfatizzano le loro parole con gesti e gesti delle mani. “Voglio che le persone ascoltino e non si distraggano”.

Durante l’esecuzione, tiene le mani dietro la schiena. Dice ridendo come un prete.

13 maggio 2021

Non ha vinto il titolo mondiale. Andò all’italiano Giuliano Logos e alle sue misere poesie. De Graaf ha trovato la situazione, come recitava dalla sua camera da letto di casa, non facile. Ha perso la risposta del pubblico.

Le poesie che seguirono erano legate, ma tangibili. Parlando così piano, era sorprendente come si comportasse bene il suo linguaggio. “Il modo in cui scrivo è legato alle domeniche in cui ero in chiesa, il modo in cui ho sentito lì. A volte uso parole e detti che nessuno capisce. Anche perché mia madre parla un olandese molto antico, con espressioni antiche. Mi vergognavo di quell’educazione, e ora posso essere orgoglioso. La mia crisi d’identità non è più grave. Non so ancora chi sono, ma non è più una crisi “.

Lemuel de Graaf Ha girato una poesia di Astrid Romer per il programma televisivo La bici è in mare (16 maggio), Guardalo su NPOstart. Il suo cortometraggio è su Vimeo Odio la poesia Da vedere. Il suo numero Figli dell’equatore Può essere ascoltato su Spotify ea giugno seguirà “Niets aan doen”. Il 20 agosto si esibirà in due spettacoli nelle Lowlands. Lago Lemu Gral de Graav Su Instagram: Laggrave

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24