Il primo passo per abbreviare Ungheria e Polonia nello stato di diritto | l’interno

La Commissione ha inviato una serie di domande alla Polonia e all’Ungheria sui settori dello Stato di diritto che le interessano. Forse la Polonia dovrebbe spiegare se i giudici polacchi possono ancora svolgere il loro lavoro in modo indipendente e se il paese rispetta ancora l’autorità di un giudice europeo. L’Ungheria può contare su domande sul rischio di corruzione, conflitto di interessi e abuso di offerte.

Con le risposte, la Commissione può valutare se le sovvenzioni dell’UE a Polonia e Ungheria sono a rischio di errore. Questo vale anche per decine di miliardi del Corona Recovery Fund, che i due Stati membri hanno diritto a ricevere. La commissione deve ancora approvare i loro piani di risanamento, che erano già stati presentati in primavera.

I due Paesi sono da tempo oggetto di pesanti critiche da parte dell’amministrazione quotidiana dell’UE, che ha portato diverse cause alla Corte di giustizia europea e finora ha vinto. Ma il governo polacco deve ancora seguire l’ordine del tribunale di sciogliere un collegio disciplinare per i giudici. Secondo Varsavia, le decisioni del tribunale lussemburghese non sono sempre al di sopra del diritto nazionale polacco.

L’anno scorso, i leader dell’UE hanno concordato di collegare il diritto alle sovvenzioni dell’UE al test dello stato di diritto, con i Paesi Bassi che sono stati uno dei pionieri di tale meccanismo. Polonia e Ungheria hanno concordato a condizione che un tribunale dell’UE si pronunciasse su questo. Il meccanismo è entrato in vigore il 1° gennaio. Finora il comitato è in attesa di una sentenza prevista per l’inizio del prossimo anno, prima di intraprendere qualsiasi azione, ma ora ha comunque agito. Il Parlamento Europeo ha recentemente aumentato la pressione rivolgendosi anche alla Corte Europea perché la Commissione, secondo il Parlamento, non sta assolvendo al suo compito di custode del Trattato Ue.

READ  Corona protesta fuori controllo e Melbourne chiude il settore delle costruzioni | All'estero

Varsavia e Budapest hanno due mesi per rispondere.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24