Il sospetto ammette di aver ucciso un giornalista maltese in un’intervista: “Per me erano solo affari” all’estero

Uno dei tre uomini accusati a Malta ha confessato l’omicidio della giornalista investigativa Daphne Caruana Galizia, 53 anni, alla fine del 2017. Questo è ciò che ha fatto George DiGiorgiou in un’intervista dal carcere a un giornalista dell’agenzia di stampa Reuters.

Digiorgio, accusato di aver fatto esplodere un’autobomba che ha ucciso un importante giornalista investigativo maltese, ha finora negato qualsiasi coinvolgimento. Nell’intervista, destinata a un podcast sul clamoroso caso di omicidio, si è dichiarato colpevole. Il sospetto ha detto che se avesse saputo di più sulla vittima, avrebbe chiesto più soldi per fare il lavoro. Se l’avessi saputo sarei andato per dieci milioni. Non 150mila”, riferendosi alla cifra in euro che ha pagato per uccidere il giornalista. “Per me erano solo affari. sì. Affare Come di solito. Per aggiungere in seguito: ‘Certo che mi dispiace. “

Coinvolgi gli altri

Il sospetto ha anche affermato che non intendeva “pagare da solo” per l’omicidio e che presto avrebbe coinvolto altri nel caso. Il fratello di Digiorgio, Alfred, e il partner Vince Muscat sono stati arrestati nel dicembre 2017 e accusati di aver acquistato, piazzato e fatto esplodere due autobombe che hanno ucciso Caruana Galizia vicino alla sua casa d’infanzia nell’ottobre 2017. Il quarto sospettato, l’importante uomo d’affari Jürgen Fenech, è accusato di organizzazione e finanziamento l’omicidio. Tutti e quattro hanno negato il coinvolgimento, ma Muscat si è dichiarato colpevole al processo ed è stato condannato a 15 anni di carcere lo scorso febbraio.

Secondo i media locali, Muscat ha chiesto la grazia o una riduzione della pena in cambio di informazioni sul caso di omicidio e altri crimini gravi, compreso il tentativo di rapinare una filiale di una banca in cui è stato arrestato e accusato. Il gabinetto ha respinto la sua richiesta di grazia presidenziale nel 2019. Un tassista che avrebbe svolto il ruolo di mediatore nell’omicidio è stato graziato in cambio di registrazioni segrete. Questo Melvin Theouma ha lavorato nel condominio Fenech ed è stato graziato dal Primo Ministro Muscat.

READ  Centri di vaccinazione in Francia e lapidi imbrattate di slogan nazisti, senape ed escrementi | all'estero

indagine sulla corruzione

Caruana Galizia, 53 anni, è stata uccisa da due autobombe nell’ottobre 2017. L’ha fatto poco prima di morire Indagare sulla corruzione del governo e sui legami tra governo e imprese† Il Primo Ministro e diversi ministri di Malta si sono dimessi dopo il famigerato omicidio.

Una commissione d’inchiesta indipendente è giunta alla conclusione Lo stato maltese è in parte responsabile dell’omicidio Su un giornalista critico. Lo stato presumibilmente non è riuscito a identificare i pericoli potenzialmente letali per Caruana Galizia e ad adottare misure ragionevoli.

Il governo maltese ha ordinato un’indagine nel 2019 per determinare se lo stato avrebbe potuto impedire l’omicidio. Ciò è avvenuto sotto la pressione del Consiglio d’Europa, Membro del Parlamento Peter Umtzigt come investigatore privato a Malta Ha giocato un ruolo cruciale. Secondo la commissione, che ha parlato con alcuni testimoni, l’omicidio era legato al lavoro del giornalista investigativo, che aveva informazioni molto delicate.


Presunto regista Jürgen Fenech.

Presunto regista Jürgen Fenech. © Reuters

Dafne Caruana Galizia.

Dafne Caruana Galizia. © AP

Il relitto dell'auto di Daphne Caruana Galizia in prossimità di una strada nei pressi del paese di Mosta.

Il relitto dell’auto di Daphne Caruana Galizia in prossimità di una strada nei pressi del paese di Mosta. © AP

Guarda i video delle notizie più visti nella playlist qui sotto:

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24