Il vaiolo delle scimmie è attualmente diffuso in Europa, Italia e Svezia

Controllo della malattia delle scimmie all’aeroporto di Giacarta nel 2019.Rilascio futuro dell’immagine tramite l’immagine della cartuccia

Tuttavia, al momento non sembra esserci una nuova crisi sanitaria globale, insistono gli esperti. “Questa è in realtà una situazione completamente diversa da quella di Govit”, insiste l’epidemiologo di Riderm Dietrich Brandwakt. Ad esempio, il virus che causa la malattia non si diffonde nell’aria o raramente, ma principalmente attraverso il contatto fisico diretto, come il rapporto sessuale.

Inoltre, è meno dannoso, per quanto riguarda la variante dell’Africa occidentale, il tasso di mortalità è di circa l’1%. Un’altra variante più contagiosa del “Congo” è dieci volte più pericolosa. Finora non sono noti casi di sospetto nei Paesi Bassi.

L’eruzione in tre paesi è significativa. Generalmente, la malattia si verifica occasionalmente in Europa quando i viaggiatori la portano dall’Africa. Ma ora ci sono epidemie nel continente europeo. La virologa Marion Coopmans ha risposto su Twitter che è molto insolito che il virus si diffonda da persona a persona.

Dossi di erosione

Il giorno dopo VE, l’epidemia è iniziata quando è stato diagnosticato il primo caso di febbre e prurito nell’area di Londra, da cui la malattia ha preso il nome. Uno dei familiari dell’uomo ha contratto la malattia ed è probabile che un altro membro della famiglia abbia la stessa condizione. Mercoledì sono venuti alla luce altri quattro casi britannici.

A cinque uomini è stato diagnosticato il vaiolo delle scimmie nella regione di Lisbona e 20 casi sospetti sono sotto inchiesta. I funzionari sanitari di Madrid stanno indagando su 23 persone con sintomi di influenza delle scimmie. In Italia, un viaggiatore affetto da influenza delle scimmie è tornato dalle Isole Canarie e una persona in Svezia non è a conoscenza della scatola delle scimmie. Ciò rende l’attuale eruzione la più grande influenza delle scimmie europea fino ad oggi.

Nello stato americano del Massachusetts, il virus è apparso dall’altra parte dell’oceano: il primo caso quest’anno. A proposito di un uomo dal Canada. Tredici casi sospetti sono oggetto di indagine nel Paese.

Sebbene non sia ancora chiaro come siano correlati i casi spagnolo, portoghese, britannico, canadese e italiano, gli epidemiologi sospettano che le vittime possano aver diffuso il virus attraverso il contatto pelle a pelle o il bacio. Tuttavia, il primo paziente britannico aveva ancora contatti con l’Africa, ma nessun contatto del genere con nuovi pazienti.

Donne incinte

La malattia è particolarmente pericolosa nei bambini piccoli e nelle donne in gravidanza, in cui il virus provoca difetti alla nascita nel nascituro. La malattia di solito scompare spontaneamente, magari con l’aiuto di antivirali. La malattia di solito si manifesta come una sensazione simile alla febbre e spesso inizia sul viso per poi spostarsi in altre parti del corpo.

La scatola delle scimmie ha preso il nome dalla sua scoperta nelle scimmie da laboratorio negli anni ’50. Tuttavia, forse non le scimmie, ma i roditori sono portatori. I serbatoi del virus si trovano negli animali africani come il petto di Campion.

Per inciso, RIVM preferisce il nome inglese Malattia delle scimmieவில் “In Suriname e Aruba, Bonaire e Curaao, noto anche come Impetigo Monkey Box”, spiega Brandwact.

READ  I registi Tata sono dietro le sbarre come in Italia? Non accadrà presto

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24