Il villaggio italiano che ha creato un sole

Quando pensi a luoghi dove non c’è luce solare per molti mesi dell’anno, potresti pensare alla Siberia o alla Scandinavia settentrionale. In inverno le luci sono spesso accese durante il giorno e le persone entrano dentro Terapia della luce Prendi un po’ di vitamina D.

Ma nel villaggio italiano di Viganella, vicino al confine con la Svizzera, vedi la stessa cosa. Tra novembre e febbraio è buio perché il villaggio è costruito sul bordo di una ripida vallata ed è circondato da montagne che bloccano i raggi del sole.

Gli archivi dicono che il villaggio risale al XIII secolo. Ogni anno, l’ultimo tramonto avviene l’11 novembre, seguito dalla prima alba il 2 febbraio. In quel giorno i residenti indossano i costumi tradizionali e celebrano il ritorno della luce con riti derivati ​​dalle tradizioni pagane.

Nel Novecento, come in altri paesi alpini, la popolazione di Vignella è diminuita drasticamente. Ci sono ancora 163 persone che vivono nel villaggio oggi. Qualcosa di lungo, scuro Inverno Certo, non stanno davvero aiutando a costringere le persone a vivere lì.

Nel 1999 l’architetto Giacomo Ponzani propose di installare una meridiana sulla facciata della chiesa, ma il sindaco Franco Midali respinse l’idea. Ponzani invece ha chiesto se poteva fare qualcos’altro: portare la luce del sole a Viganella. Come? Installando un grande specchio in cima alla collina, rifletterà la luce verso il villaggio.

La brillante idea è stata accettata e il 17 dicembre 2006 il progetto ha finalmente visto la luce. Il vetro, progettato da Posani con l’aiuto dell’ingegnere Gianni Ferrari, costa circa 100 100.000. Il soggetto è largo otto metri e lungo cinque e riflette sei ore di luce solare al giorno. Glass è un software che segue il sole, che fa sì che la struttura si muova con esso.

READ  L'Italia denuncia focolaio di influenza suina africana - Notizie Maiali

La luce riflessa non è certo forte come la luce solare diretta, ma è sufficiente per riscaldare la piazza del paese e fornire luce solare naturale alle case. Il vetro viene utilizzato solo in inverno ed è coperto tutto l’anno.

Sylvia Comporci, artista multimediale che vuole viaggiare nelle parti più remote d’Italia, si è trasferita a Viganella nel 2020 come parte del suo piano. Forzare il terreno (“Aprire il paesaggio”).

“Quando sono andato a Viganella, sono andato in montagna con alcuni amici a guardarmi allo specchio”, ha scritto in una mail. “Era difficile perché non c’erano indicazioni stradali ed era facile perdersi. Per fortuna l’ex sindaco Midali ci ha aiutato molto al telefono. Ogni volta che non eravamo sicuri, lo abbiamo chiamato finché non siamo stati sicuri di essere sulla strada giusta.

Dopo due ore di cammino la squadra ha trovato lo specchio. “Era su una collina che domina il villaggio”, dice. “Classico e solitario. L’abbiamo filmato con un drone per poterlo vedere da vicino. Non puoi starci di fronte: è su un pendio e il riflesso è abbagliante.

Lo specchio aveva uno scopo pratico, ma ha qualcosa di poetico. “Il piano non ha una vera base scientifica, ma ha una base umana”, ha affermato l’ex sindaco Midali in un rapporto del 2008. Colloquio. “Nasce dal desiderio delle persone di abituarsi all’inverno quando non possono fare nulla a causa del freddo e dell’oscurità”.

Il successo di questo progetto ha ispirato altre parti del mondo. Nel 2013, un vetro simile è stato installato in Norvegia Rjugan, Dopo che una squadra di ingegneri è venuta a Viganella per guardarsi allo specchio.

READ  Scopri gratis la MotoGP 2021 dell'Emilia-Romagna in Italia

Questo bicchiere è utile anche per il villaggio islandese di Seydisfjördur, che sorge su un fiordo molto stretto e riceve poca luce solare anche in estate. Nel 2008, i residenti del villaggio hanno chiesto al governo se potevano usare l’orologio nazionale in estate. Due ore avanti Così possono prendere un po’ di sole dopo il lavoro, ma finora le loro richieste non sono state soddisfatte.

La storia è piena di occhiali da sole: da Occhiali da sole Da Archimede, all’idea che potesse bruciare navi, al suo utilizzo nei moderni telescopi spaziali. Ma questo progetto a Viganella ha il suo fascino. I residenti apprezzano molto di essere stati finalmente liberati da quel buio inverno.

Questo articolo è apparso per la prima volta Vice Italia.
Seguire Vice Belgio Dentro Vice Paesi Bassi Anche su Instagram.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24