Jurassic World: Dominion Review – Recensione su FilmTotaal

direzione: Colin Trevorrow | Scenario: Emily Carmichael e Colin Trevorrow | sputo: Chris Pratt (Owen Grady), Bryce Dallas Howard (Claire Dearing), Laura Dern (Eli Sattler), Sam Neill (Alan Grant), Jeff Goldblum (Ian Malcolm), Isabella Sermon (Maisie/Charlotte Lockwood), Dewanda Wise (Kayla Watts ), Campbell Scott (Louis Dodgson), P.D. Wong (Dott. Henry Wu), Omar C (Barry Simpen), ecc. | tempo di gioco: 146 minuti | anno: 2022

L’immagine che abbiamo dei dinosauri oggi è in gran parte determinata dal neoclassico di Spielberg Jurassic Park† La scienza è ora molto avanzata con la conoscenza dei rettili, anche se possono ringraziare i realizzatori per il maggiore interesse e il finanziamento per la loro ricerca. I cineasti hanno seguito solo in parte le nuove intuizioni scientifiche. È noto che molti dinosauri avevano piume, il Tyrannosaurus Rex era molto più lento e il Velociraptor molto più piccolo di quanto non fosse nei film.

Né le tecnologie digitali sono rimaste a guardare. Su YouTube più di cinque minuti video Sembra essere un documentario sulla fauna selvatica girato milioni di anni fa. Il regista Colin Trevorrow lo intendeva come un prequel Mondo giurassico: dominioMa alla fine, lascia perdere. Ha detto nell’introduzione finale che l’esperienza di Jurassic Park è davvero sfuggita di mano.

L’uomo ha imparato a convivere con i dinosauri in fuga. Piccoli rettili camminano lungo la spiaggia, gli pterosauri hanno costruito i loro nidi nei grattacieli di New York, gli stegosauri camminano per le strade e i triceratopi pascolano nei prati. Biosys, una multinazionale con solo buone intenzioni, ha avviato una conservazione nelle Dolomiti italiane e si prende cura della popolazione mondiale di dinosauri. Tuttavia, sono particolarmente interessati a Maisie Lockwood, una ragazza clonata da sua madre, una scienziata deceduta ai tempi di Jurassic Park.

READ  Questa villa francese ha migliaia di proprietari: ``È molto bella e affascinante''

Maisie vive nelle foreste degli Stati Uniti con Owen e Claire, che hanno trovato il loro modo di affrontare i dinosauri. Se Biosys sembra essere anche responsabile dell’estinzione delle colture agricole globali e minaccia di interrompere la catena alimentare, è tempo di agire. Nessuno di Laura Dern, Sam Neill e Jeff Goldblum è stato chiamato a riprendere i loro ruoli famosi. Fortunatamente, non si ferma ai cameo, poiché il trio ha ruoli di leadership a pieno titolo.

Quindi c’è molto da fare in questa terza e ultima parte di mondo giurassicoserie. Anche con più di due ore e mezza all’attivo, sembra fastidioso dare tanta trama e tanti personaggi allo spazio. Quindi è incredibile come tutto e tutti vadano a posto. Le storie della Vecchia e della Nuova Guardia sono in gran parte separate, ma sono costantemente intrecciate. Anche i nuovi personaggi, come la potente Kayla Watts e un CEO di Biosys che assomiglia molto a Steve Jobs, ricevono ampio spazio e una spiegazione completa.

Potresti quasi dimenticare che questa serie riguarda principalmente i dinosauri, ma Trevorrow in realtà la usa in modo coerente se aiuta ulteriormente la storia o semplicemente include un’azione appariscente. Proprio come i rettili preistorici si sono guadagnati un posto nella vita di tutti i giorni, sono una parte logica e pratica di questo film catastrofico. Trevorrow offre anche alcuni spunti di riflessione, ma non strofina costantemente il suo pubblico.

Tutto mostra che i realizzatori hanno un grande amore per il classico del 1993, che si riflette nelle inquadrature uno contro uno del capolavoro di Spielberg. Non è una copia economica, ma un omaggio a un film che ha aperto nuovi orizzonti nell’uso degli effetti del computer e dell’elettronica di animazione “vecchia scuola”. Anche Trevorrow non ha evitato quell’ultimo elemento. È chiaro che a volte venivano usati dinosauri dormienti o che si muovevano lentamente, ma hanno un fascino senza pari.

READ  Testimone al processo di R. Kelly: doveva travestirsi da Girl Scout | mostrare

Ciò che anche i registi sanno fare bene è mostrare la diversità. Non perché si sia svegliato, ma perché è un buon riflesso della società. Non dovresti sottovalutare l’importanza che sempre più spettatori si conoscano nei personaggi sullo schermo. È anche bello vedere il vecchio club riprendere volentieri i propri ruoli. Dominio È un sequel degno di nota di una seconda trilogia di dinosauri, che speriamo non sia l’ultima. Garantisce una serata ricca di emozioni e avventura. A volte delizioso.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24