La Grecia sceglie le fregate francesi e l’accordo di difesa francese

La Grecia ha annunciato, questa mattina, che il Paese ha scelto di collaborare con il gruppo della Marina francese e lo Stato francese. I greci stanno acquistando fregate francesi alimentate da IDE per sostituire le esistenti fregate olandesi e tedesche. È stato anche concordato un patto di difesa. Ancora una volta, la Damen olandese deve perdere contro il gruppo navale rivale nella battaglia finale.


Il modello FDI della marina greca alla fiera della difesa greca DEFEA lo scorso luglio, leggi di più sulla presentazione francese qui. (Foto: Jaime Kariman/MarineShips.nl)

Questa mattina a Parigi, alla presenza del presidente francese Emmanuel Macron, del primo ministro greco Kyriakos Mitsotakis e dei ministri della difesa dei due Paesi, è stato firmato un accordo per la consegna di tre fregate IDE con opzione di una fregata aggiuntiva. Tre o quattro incrociatori Gowind-2500 sono ancora in trattativa. I due paesi hanno anche firmato un patto di difesa, in cui hanno deciso di aiutarsi a vicenda militarmente. Francia e Grecia lavoreranno insieme in Europa, nel Mediterraneo e in Africa.

Risurrezione
La Francia perse tre volte una grande avanzata nella battaglia delle fregate greche e tre volte i francesi tornarono. Nel 2009, la Marina greca ha annunciato l’intenzione di acquistare sei fregate francesi di classe FREMM, ma la crisi economica ha messo in ginocchio i lavori e dieci anni dopo il piano FREMM è stato abbandonato. Sono state presentate nuove fregate francesi IDE (anche [email protected]) ed è stata firmata una lettera di intenti, ma successivamente è stata selezionata una gara a cui hanno partecipato cantieri di diversi paesi.

Il prezzo delle fregate FDI offerte da Naval Group era alto e la concorrenza vedeva opportunità. Damen era in ottima forma lo scorso luglio, il capitano della marina greca ha annunciato alla presenza di MarineShips.nl di essere rimasto molto incantato dall’offerta di Damen. Anche Lockheed Martin, che offriva una LCS modificata, era un contendente, seguito da vicino dal cantiere italiano Fincantieri (FREMM), dal cantiere britannico Babcock (una fregata Type 31) e dalla tedesca tkMS con la loro fregata MEKO.

READ  La Grecia è la campionessa del mondo a sostenere lo stato

DEFEA
L’accordo è stato firmato questa mattina. Il primo ministro greco sta a sinistra e il presidente francese sta a destra. (Foto: ERT)

Tuttavia, come gli americani, la Francia ha già dimostrato un anno fa di essere pronta a usare la sua carta vincente sotto forma di assistenza da parte del governo francese. Durante la crisi tra Turchia e Grecia, Parigi ha inviato una task force con la portaerei Charles de Gaulle in una parte del Mediterraneo dove l’umore era alto. Tuttavia, i greci sembravano incapaci di scegliere i francesi, a causa dei costi elevati e dell’equipaggiamento limitato delle navi in ​​un primo momento.

L’ultima tornata di offerte ha preso slancio nelle ultime settimane. Francia e Stati Uniti sembravano essere i principali contendenti per la vittoria complessiva, ed entrambe le proposte erano indurite. Secondo la rivista greca Betsy La cancellazione del contratto sottomarino franco-australiano ha avuto un impatto sull’offerta greca. La Francia ha fatto un’offerta che i greci non potevano rifiutare: “Forse a un certo punto dovremmo ringraziare i nostri amici australiani (…) Gli sconti sono così grandi che abbiamo preso due fregate per il prezzo che abbiamo ottenuto l’estate scorsa, e abbiamo ottenuto tre fregate oggi. Con lo stesso o più armamenti. “.

fregate politiche
Non sorprende che la Grecia abbia scelto la Francia, che, oltre alle navi, potrebbe anche fare un’offerta militare e politica. Ha spesso scritto che la Grecia, che è regolarmente in conflitto con la vicina Turchia ma non ha i fondi per costruire una forza militare comparabile, ha un disperato bisogno di aiuto. Ora lo ottiene dalla Francia attraverso il patto di difesa che entrambi i paesi hanno fatto. A proposito, è un accordo che funziona in entrambe le direzioni, quindi anche la Grecia dovrà venire in soccorso della Francia.

READ  Herlings ha battuto Coldenhoff per un'arancia

Secondo Politico, non era l’opzione preferita dalla Marina greca. Dopotutto, la Marina greca è molto soddisfatta delle fregate S e l’offerta di Damen significa la formazione di una famiglia nel campo dei sensori con le nuove fregate ASW olandesi e le fregate F126 tedesche.

La marina greca farà ora parte degli IDE della famiglia di fregate francesi. Nuova fregata che Naval Group può consegnare a breve (2025). Le navi sono equipaggiate con radar francesi Thales Seafire e 32 missili Aster. Ottengono anche sonar distillato.

In ogni caso, stamattina il premier greco Mitsotakis è stato molto contento e soprattutto intravede opportunità per un’Europa più forte: “Oggi Grecia e Francia fanno il primo passo verso una strategia europea per l’autonomia. Abbiamo la stessa visione della capacità dell’Europa di rispondere in modo indipendente alle sfide che deve affrontare, quindi l’accordo spiana la strada per un’Europa del futuro forte e indipendente”.

aggiornamento vervanting?
L’offerta della Francia di fornire 2.500 corvette Gowind è ancora in discussione. La Grecia voleva modernizzare le quattro fregate tedesche MEKO. Questi costi ammonteranno a circa un miliardo di euro con i vari provider. I francesi dicono che per questo denaro puoi anche comprare tre o quattro nuove navi sotto forma di Gowinds.


Commenti forniti da

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24