La guerra tra Israele e Hamas gioca un ruolo secondario nella scelta dei voti: l’assistenza sanitaria, l’inflazione e l’edilizia abitativa sono più importanti

Noos NotizieUna media

Anche se la guerra tra Hamas e Israele viene spesso discussa in campagna elettorale, il conflitto gioca un ruolo modesto nella scelta delle schede elettorali. Ciò può essere ricavato da una ricerca rappresentativa condotta dall’agenzia di ricerca Ipsos, commissionata da NOS.

Per un quinto degli elettori il conflitto avrà un ruolo importante nelle prossime elezioni della Camera dei Rappresentanti. Anche la guerra in Ucraina gioca un ruolo secondario.

Gli olandesi considerano molto più importanti l’inflazione, l’assistenza sanitaria, l’edilizia abitativa, l’immigrazione e, in misura minore, il clima. Soprattutto nel settore del clima si possono osservare differenze significative all’interno dello spettro politico. Ad esempio, questa è la questione più importante per gli elettori di sinistra (46%), ma molto meno importante per il centro politico (21%) e la destra (12%).

Sebbene questi temi siano considerati importanti dagli elettori, non sempre si traducono in una scelta di voto. Gli olandesi considerano l’assistenza sanitaria (65%) la più importante nella loro scelta di voto, seguita dall’affidabilità del governo (63%), dall’inflazione (62%), da norme e valori (60%) e dall’immigrazione e asilo (55%). per cento). .

I temi elettorali più importanti

In particolare, gli elettori del NSC sottolineano che i temi “affidabilità del governo” e “norme e valori” svolgono un ruolo importante. Per più di due terzi degli elettori di GroenLinks/PvdA il clima è la motivazione più importante per votare, mentre solo un quarto dei membri del VVD la vede così.

Umtsigt e Timmermans Wesselguz come potenziale primo ministro

La ricerca mostra anche che la campagna a favore dei politici di spicco deve ancora continuare. Rispetto alle precedenti ricerche sull’argomento, nel Budget Day il quadro è pressoché invariato. Ad esempio, il leader dell’NSC Umtsigt rimane il politico con la valutazione più alta, seguito da Yeseljos (VVD), Van der Plas (BBB) ​​e Stover (SGP). Il leader di GroenLinks/PvdA Timmermans resta nel girone centrale.

READ  Il re in pensione Juan Carlos fa visita alla sua famiglia a Madrid dopo due anni di "esilio" | mostrare

Tuttavia, Timmermans, Umzigt e Wesselguz sono i tre più menzionati come potenziali primi ministri. Omtsigt gode di un sostegno più ampio: gli elettori di sinistra, destra e centro lo ritengono un primo ministro accettabile. Timmermans è il favorito tra gli elettori di sinistra, ma è meno attraente negli altri gruppi. Per Yesilgoz vale il contrario.

Chi preferirebbero vedere gli elettori come primo ministro?

Sebbene Umtzigt affermi spesso che dovrebbe concentrarsi sui contenuti e non sui “numeri”, il 68% degli elettori dell’NSC considera il leader del partito importante quanto la piattaforma del partito. Anche gli elettori di destra la vedono così. Gli elettori di sinistra ritengono che il leader sia meno importante e spesso ritengono decisiva la piattaforma del partito.

Gli elettori preferiscono il Consiglio di Sicurezza Nazionale nel Gabinetto

Gli elettori di quasi tutti i partiti vogliono vedere il Consiglio di sicurezza nazionale di Umtzigt coinvolto nel prossimo governo. Gli stessi elettori dell’NSC vorrebbero che ciò accadesse insieme a BBB, VVD e PVV. Anche agli elettori del FFP piace questa combinazione, anche se all’interno del gruppo vi è divisione sulla cooperazione con il FFP. Allo stesso tempo, alcuni sostenitori del Partito della Libertà per la Democrazia non vogliono affatto collaborare con il Partito della Libertà.

Quali partiti gli elettori vorrebbero vedere al governo, misurati a settembre e ottobre

Gli elettori di GroenLinks/PvdA concordano con i desideri di Timmermans riguardo alla loro coalizione preferita. Preferisce non lavorare con il VVD, ma ritiene che preferirebbe un governo di centrosinistra con il Consiglio di Sicurezza Nazionale, il Partito D66 e il Partito per gli Animali.

Meno della metà si fida della politica

Gli elettori ritengono che i politici dovrebbero prendere decisioni più spesso, anche se non tutti ne sono ugualmente soddisfatti. Vogliono in particolare politiche nei settori dell’immigrazione, dell’assistenza agli anziani, del mercato immobiliare e del potere d’acquisto, nonché politiche sull’azoto e sul clima. Gli olandesi ritengono inoltre che la Camera dei Rappresentanti potrebbe essere più decisiva se ci fossero meno partiti. Un numero crescente di elettori (43%) è preoccupato per la soglia elettorale.

Infine, un decimo degli olandesi ritiene che le elezioni per la Camera dei Rappresentanti saranno ingiuste. Il 55% ritiene che sarà onesto. Dopo le elezioni del marzo 2021, il 68% degli olandesi crede ancora che le elezioni siano state corrette.

Gli elettori del BBB e del PVV sono relativamente scettici. Rispettivamente il 46% e il 32% si aspettano che le elezioni si svolgano correttamente. Nel Forum per la Democrazia solo il 4% ritiene che le elezioni si svolgeranno correttamente. Per quanto riguarda gli altri partiti, la loro quota varia da più della metà ai tre quarti.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24