La Legione Africana Russa, l'ex gruppo Wagner, si sta dirigendo verso l'Africa occidentale

Il sentimento filo-russo (e anti-occidentale) sta crescendo in Niger e nei paesi circostanti

Noos NotizieUna media

  • Eva de Vries

    Redattore straniero

  • Eva de Vries

    Redattore straniero

Dopo Mali e Burkina Faso, anche il Niger rafforza i rapporti con la Russia. questa settimana Immobiliare Un gruppo di addestratori militari e dipendenti del Ministero della Difesa russo nella capitale Niamey. La società lo farà parte Formare l'”Africa Corps”, il nuovo nome dell'esercito di mercenari di Wagner sul suolo africano.

“Questo stava arrivando”, ha detto Nicodemus Mende, ricercatore presso il Centro africano per gli studi sulla sicurezza di Nairobi. Si tratta di un precedente accordo tra i due paesi Conversazioni “Con la presenza del Niger, l’influenza russa nella regione del Sahel si sta espandendo rapidamente”, ha detto il leader nigeriano al presidente Putin il mese scorso.

La morte improvvisa del capo Wagner Prigozhin la scorsa estate ha dato al Cremlino l’opportunità di prendere in mano la situazione. Sebbene in precedenza le autorità russe negassero il coinvolgimento con il gruppo mercenario, ora ne hanno la piena responsabilità. Il Corpo africano, con il motto “La guerra è la nostra professione”, ora rientra direttamente nel Ministero della Difesa russo.

“Ora che la Legione Africana fa ufficialmente parte del governo russo, potrebbe essere più facile per i regimi affrontarla”, spiega Mendy. “La cooperazione bilaterale formale con un grande paese come la Russia può essere spiegata meglio del raggiungimento di un accordo con un misterioso esercito di mercenari”.

La ripresa del Gruppo Wagner arriva in un momento opportuno per i leader dell’Africa occidentale. Perché nella regione del Sahel si stanno verificando colpi di stato militari uno dopo l’altro. Prima il Sudan, poi il Mali, il Burkina Faso e l’anno scorso il Niger. Nel frattempo, le forze dell’ex colonizzatore francese se ne sono andate e la missione dell’ONU è stata costretta a lasciare il Mali. È stata proprio questa missione che ha contribuito a combattere l’aumento del terrorismo, perché nella regione del Sahel sono attivi molti gruppi jihadisti legati all’ISIS e ad Al-Qaeda.

READ  L'account Twitter di Geert Wilders è stato brevemente bloccato | l'interno

“Con la partenza delle missioni militari occidentali si è creato un vuoto e quindi i regimi sono alla ricerca di alternative”, afferma Kars de Bruin, capo del Programma Sahel presso il Clingendael Institute. “La Russia si presenta come un salvatore. Come un paese amico senza storia coloniale in Africa.”

Il Corpo africano è schierato per il supporto militare. Ufficialmente l’obiettivo è combattere il terrorismo, dato che le forze occidentali non lo fanno più. “Ma questa è la verità”, dice Mendy, “sostanzialmente sono impegnati a mantenere i nuovi sistemi in sella”. “Forniscono protezione personale ai leader e alle loro famiglie, forniscono loro armi e prevengono futuri colpi di stato. Pacchetto sopravvivenza del sistema Si chiama “. In cambio di questa protezione e dell'aiuto militare, la Russia riceve materie prime. Ad esempio, controlla alcune miniere d'oro nella Repubblica Centrafricana.

Per tenere il passo con l’espansione della regione, la Legione Africana è alla ricerca urgente di nuove persone. in russo Canale Telegram Questi tipi di manifesti di reclutamento appaiono regolarmente. Qui si dice che stanno cercando urgentemente “giovani forti e coraggiosi che vogliano aiutare la popolazione africana”. Vengono offerti salari elevati e assistenza medica gratuita:

Poster di reclutamento nel canale Telegram KorpusAfrica

La possibilità che il Corpo africano contribuisca effettivamente a migliorare la sicurezza e la lotta al terrorismo in paesi come Mali, Burkina Faso e Niger è scarsa. Al suo apice, il Gruppo Wagner era composto da circa 5.000-7.000 combattenti, ma non si sa quanto sia grande oggi il ramo militare russo in Africa. “Non possono semplicemente colmare il vuoto lasciato dalle forze occidentali”, afferma De Bruyne.

Mindy è d'accordo. “La Russia vuole dimostrare che ha amici nel continente. Ora stanno facendo un altro passo, come ha dimostrato l'arrivo del Corpo africano in Niger”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24