La polizia tedesca indaga sulla vendita di barche per impedire il contrabbando di persone attraverso la Manica

La polizia tedesca, in collaborazione con i colleghi in Francia e Gran Bretagna, interverrà contro i trafficanti di persone che acquistano gommoni e motori fuoribordo in Germania per il trasporto di migranti. La polizia ha detto all’agenzia di stampa DPA che c’erano indicazioni che barche, motociclette e giubbotti di salvataggio dalla Germania fossero usati per questo scopo.

La polizia francese stima che circa il 90 per cento delle barche e delle moto usate per portare di nascosto le persone attraverso il canale provenga dalla Germania. In Germania si sta tentando di identificare e poi smantellare le reti di distribuzione dei trafficanti di esseri umani.

Dopo essere stati acquistati in Germania, gli articoli vengono solitamente prima portati in Belgio, dove vengono venduti. Ciò è dovuto al fatto che i gommoni e le barche a motore nel nord della Francia sono oggi disponibili solo su presentazione di una carta d’identità e dopo l’emissione di un numero di telefono.

annegare gli immigrati

I francesi e gli inglesi collaborano da tempo contro le bande di contrabbandieri che cercano di trasportare gli immigrati in Inghilterra. La polizia su entrambi i lati del canale incontra regolarmente barche che trasportano migranti che si capovolgono, spesso con gravi conseguenze. annegato lo scorso novembre 27 immigrati a Calais quando la loro barca si capovolse.

Anche il Bundestag è critico nei confronti del progetto della polizia tedesca. “Penso che il fatto che la Germania voglia essere coinvolta in modi che rendano più difficile la vendita di gommoni per impedire l’attraversamento del canale sia completamente sbagliato”, ha affermato Clara Bonger, membro del Parlamento di D-Link.

READ  Aereo passeggeri con 132 persone a bordo precipita in Cina: "Nessun segno di vita" | All'estero

Invece di un approccio incentrato sui gommoni, Bünger vuole considerare la creazione di rotte sicure e legali verso l’Unione Europea e la Gran Bretagna. “La criminalizzazione non significa che non ci sia più immigrazione, ma piuttosto rende la fuga più pericolosa e costosa e costringe i rifugiati a fare affidamento sui trafficanti”, ha aggiunto.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24