La principessa Amalia sa già come si sente il trono | Rivista di Stan Higgins

Dal 7 dicembre, suo diciottesimo compleanno, la vita di Amalia è cambiata. Quindi, se necessario, potrebbe già salire al trono. Il Consiglio di Stato è in attesa. Il giorno del principe si avvicina. Vale la responsabilità ministeriale”, scrive l’avvocato costituzionale con un dottorato di ricerca.

“La Principessa d’Orange dovrebbe sedersi con i suoi genitori a Glasscoach il 20 settembre 2022”, si legge sul suo primo Prinsjesdag all’età di 18 anni. Domani sarà l’ultima apertura pubblica degli stati che avverrà senza di loro nei prossimi anni.

A 18 anni riceverà anche la sua controversa indennità, per la quale si è ringraziata con una semplice osservazione. Rifinkel la definisce una “opportunità d’oro” in una spiegazione del suo libro, dove osserva che “il sussidio all’erede legittimo aveva già portato ad accesi dibattiti in precedenza. Per sbarazzarsi di tutta la miseria, il primo ministro Ruud Lubbers ha dimostrato la sua volontà nel 1984 per aumentare l’età minima per la monarchia da diciotto a 21 anni. Il deputato della PSP Andrée van Es ha risposto: “Non fa differenza per me se il naso dei diciotto riceve molti soldi o il moccio 21. Mi oppongo al fatto che i membri di la casa reale guadagna un sacco di soldi.” L’autore conclude che “più tardi Van S crede che fosse effettivamente mucoso.

È, a suo avviso, un esempio di “come le finanze ei privilegi definiscono il dibattito nei media. Sono favorevole a una discussione ben condotta, obiettiva e sostanziale”. Il libro può essere d’aiuto in questo, in quanto ricco di antecedenti culturali e storici sulla famiglia e sulle tradizioni e costumi che definiscono la posizione di Amalia.

Il libro menziona anche la possibilità di rendere disponibile l’erede al trono solo a partire dal 21° o 23° compleanno. “Non dovresti dare a qualcuno più spazio e sviluppo personale?” chiede Rewinkel. “Non vogliamo un capo di stato istruito?”

Inoltre, descrive l’opzione di limitare la famiglia reale solo al re, marito ed erede legittimo. “Dà alla famiglia più libertà”, cita Rehwenkel, professore di diritto costituzionale, il professor Paul Bovind Eert. Aggiunge in una conversazione: “Dice anche che non dovresti bussare alla porta con le gambe penzolanti ora che la formazione del governo è stata interrotta, perché il capo dello Stato ha già nominato un informatore. Penso: ora fai una discussione di base e prova a vedere linee più lunghe.”

Non perché la monarchia sarebbe in pericolo ai suoi occhi: “La popolarità della famiglia reale è diminuita, ma non è ancora male. E Amalia sembra adatta per il lavoro. Non è ingarbugliata con se stessa, è equilibrata, amichevole e si muove facilmente. Lei ha anche una presenza commisurata al suo ruolo futuro”.

Le principesse Amalia (m) Ariane e Alexia durante la loro sessione fotografica estiva di cinque anni fa.  Amalia si è slogata la caviglia.

Le principesse Amalia (m) Ariane e Alexia durante la loro sessione fotografica estiva di cinque anni fa. Amalia si è slogata la caviglia.

L’autore si rende conto che raramente le condizioni erano più ideali per l’erede al trono. Amalia ha una nonna che può ancora accompagnarla in monarchia”, sembra della principessa Beatrice. “Proviene da una famiglia protetta con un buon matrimonio. Quando il re aveva la sua età, il principe Claus si ammalò. E quando la principessa Beatrice era così vecchia, il matrimonio dei suoi genitori è quasi andato in pezzi”.

READ  Sposato! La principessa Vittoria di Russia condivide le foto del matrimonio

Questa nota sulla sua indennità indica esattamente a Rehwinkel quanto bene Amalia capisca il suo ambiente: penso che desideriamo una monarchia sobria e sottomessa. Mi sentivo così bene con quella nota.”

Non cambia il fatto che lui vorrebbe avere un discorso più fondamentalmente sulla monarchia, a parte gli incidenti: Amalia potrebbe mettere nuovi accenti in seguito. Ma possiamo chiederci: che tipo di proprietà vogliamo? “

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24