La recessione economica minaccia Germania e Italia: ecco come sta l’Europa Notizie RTL

La situazione economica in Europa non sembra buona. Secondo il Fondo monetario internazionale, due delle maggiori economie europee, Germania e Italia, entreranno in recessione l’anno prossimo. Ciò potrebbe avere conseguenze anche per i Paesi Bassi. “Il nostro è un Paese esportatore, quindi siete più sensibili a questo”.

La pandemia di Corona, la guerra in Ucraina e la successiva crisi energetica. Questi sono tempi difficili per l’Europa, politicamente ed economicamente. L'inflazione ha raggiunto il limite massimo, il potere d'acquisto delle persone sta diminuendo e l'economia sta iniziando a vacillare.

Quindi le prospettive per il 2023 non sembrano buone. Queste sono le previsioni economiche del Fondo monetario internazionale per i paesi dell’euro:

Non tutti i cookie sono accettati. Per visualizzare questo contenuto è necessario avereRegolare.

Si prevede quindi recessione in Germania e Italia; Cioè due periodi di contrazione consecutivi. Il risultato è che le persone spendono meno e peggio e rischiano di perdere il lavoro. Puoi vedere esattamente come funziona in questo video:

La crisi energetica e l’elevata inflazione aumentano i timori di recessione. In questo video il corrispondente economico Sam Trompert spiega cos'è una recessione e quali sono le sue conseguenze.

Diamo uno sguardo più da vicino alla situazione in entrambi i paesi.

Germania: fortemente dipendente dalla Russia

Innanzitutto la Germania, la più grande economia d’Europa. Con la maggiore contrazione attesa: -0,3%. Il declino dell’economia tedesca è in gran parte dovuto alla sua dipendenza dall’energia russa. Prima della guerra in Ucraina, il 55% del gas utilizzato proveniva dalla Russia. Per fare un confronto: nei Paesi Bassi la percentuale era del 15%.

I nostri vicini orientali stanno cercando di ridurre questa dipendenza. Non è un compito facile. “Inoltre la Germania è un paese esportatore e la Cina è un importante partner commerciale”, dice Bert Kolen, economista della ING. “Anche l'economia cinese è debole e quindi si compra meno dall'estero. Ciò non aiuta tedeschi”.

READ  L'Italia avrà presto un primo ministro? "Io sono Georgia, mia madre e Christian"

La Germania, dice Colin, è “nell’occhio del ciclone”. “Il FMI presenta una prospettiva economica peggiore per i paesi dipendenti dalla Russia o per i paesi con condizioni di finanziamento restrittive”.

Italia: condizioni di finanziamento rigorose

L'Italia quindi. Il Fondo monetario internazionale ritiene che il paese registrerà una contrazione del -0,2% l’anno prossimo, anche a causa della forte dipendenza dall’energia russa. Inoltre, l’economia italiana è debole da anni, motivo per cui gli italiani pagano più interessi quando prendono in prestito denaro. Minore è la fiducia nella capacità del Paese di ripagare il prestito, maggiore sarà il tasso di interesse.

In altre parole: l’Italia soffre di condizioni di finanziamento ristrette. Queste condizioni diventeranno sempre più stringenti man mano che aumenteranno i problemi economici dell’Italia. Il paese ha anche il secondo debito nazionale più alto dell’Eurozona.

Dovremmo quindi temere situazioni come quelle a cui abbiamo assistito durante la crisi finanziaria globale? Poi per un certo periodo è sembrato che l’Italia pendesse sull’orlo di un baratro finanziario e dovesse essere salvata dal resto d’Europa. Ma la risposta a questa domanda è no, afferma l’economista Cullen. “L'Italia ha fatto molto negli ultimi anni per aiutare l'economia a riprendersi. Il costo totale degli interessi è molto inferiore rispetto a 10 anni fa. Può sopportare colpi maggiori. Inoltre, più di 200 miliardi di euro verranno rilasciati all'Italia dal Corona Fondo di recupero.”

Anche la giornalista Anouk Boone vede qualcosa di più che semplici problemi. “L’Italia e l’Europa hanno acquisito più fiducia l’una nell’altra. Gli italiani si rendono conto che hanno bisogno dell’Europa, quindi non si prevede che il Primo Ministro Giorgia Meloni causi grossi problemi all’Unione Europea”.

READ  La Trattoria Enoteca Botticelli di Nieuwpoort è in tournée in Sicilia: "Anche l'Horeca dovrebbe essere un'esperienza più che mai"

Tensioni tra i partner della coalizione

D’altra parte, c’è ancora molta tensione nella sfera politica. “Il blocco di destra che comprende Giorgia Meloni, Matteo Salvini e Silvio Berlusconi non è così unito come hanno mostrato i politici in campagna elettorale. Sono fortemente in disaccordo su alcune questioni. La domanda è quanto sarà forte questa coalizione.”

Mentre le trattative sul bilancio iniziano tradizionalmente ad ottobre. “Il bilancio deve essere presentato a Bruxelles entro due mesi”, spiega Bonn. “È certamente di grande importanza ora e quindi viene messo in atto da un governo completamente nuovo. Questo è raro”, ha aggiunto.

Meloni, Salvini e Berlusconi uno accanto all'altro sul palco.Immagine © EPA
Meloni, Salvini e Berlusconi uno accanto all'altro sul palco.

Se si verificassero disordini politici, ciò ovviamente non gioverebbe alla fiducia nel paese e nell’economia. Gli interessi sul debito pubblico italiano sono tornati a salire e il FMI non presenta un quadro positivo per il 2023. Il corrispondente Bonn lo definisce “preoccupante”.

Lei però sottolinea, come l'economista Collin, che questo non è un problema italiano o tedesco. È una cosa che riguarda tutta l'Europa. “Riteniamo che anche altri paesi vedranno un quarto di contrazione”, afferma Cullen. “Anche nei Paesi Bassi. Vediamo già che vengono effettuate meno transazioni con carte di debito e la fiducia dei consumatori è molto bassa.”

Paesi Bassi: sensibili a causa delle esportazioni

“Inoltre, i Paesi Bassi, come la Germania, sono un paese esportatore. Se la situazione economica all'estero peggiora, ciò avrà un effetto frenante sulla nostra attività economica.” Il Fondo monetario internazionale prevede che l’economia olandese crescerà dello 0,8% l’anno prossimo.

Francia: tetto massimo dei prezzi da anni

Infine, la seconda economia dell’Eurozona: la Francia. Questo paese si comporta leggermente meglio rispetto, ad esempio, alla Germania e all’Italia, a causa di due fattori.

READ  Come salverà l’Italia?

La corrispondente Evelyn Bijlsma afferma che i numeri dell'inflazione sono molto più bassi in Francia. “I prezzi dell'energia non sono aumentati perché il governo aveva già imposto un tetto massimo ai prezzi dell'elettricità e del gas lo scorso ottobre. Ciò era in risposta all'aumento dei prezzi dopo la crisi del Corona, e quando è iniziata la guerra, hanno ampliato questa misura. I costi così finora sono 24 miliardi di dollari e quindi il debito è aumentato.”

Il secondo motivo: l’energia nucleare. “La Francia è meno dipendente dall’energia russa rispetto ad altri paesi europei, perché ha 56 reattori nucleari. Il gas che riceve non proviene in gran parte dalla Russia, ma dalla Norvegia”.

Problemi anche con il nucleare

“Ciò che è meno fortunato è che 26 reattori non vengono utilizzati a causa dei lavori. Molte centrali nucleari francesi sono obsolete”, dice Bijlsma. L'economista Colin aggiunge: “A causa della siccità verificatasi l'estate scorsa, i reattori hanno avuto meno capacità di raffreddamento, e quindi la produzione è stata un po' deludente. A nostro avviso, la Francia avrà risultati migliori della Germania nel prossimo futuro, ma alla fine potrebbe essere così Devono anche affrontarlo. Con restringimento.

Quindi, le cose non sembrano così rosee per molti paesi europei.

I prezzi dei generi alimentari, le bollette della benzina e del gas sono saliti alle stelle. L’inflazione è in aumento da mesi. Perché questo sta accadendo e quanto durerà, spiega l'editore online Marlos Pozar in questo video.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24