La Squadra Grafica è (quasi) pronta per lo Stelvio

Alkmaar: puoi farlo una volta; L'ambiziosa scalata di 21,1 km sullo Stelvio nel nord Italia. Questa è già di per sé una sfida… Conquistare la montagna due volte è ancora più difficile. Dick, Saskia, Michele e Anne si sforzano di realizzarlo. Comprese le discese si percorrono circa 115 chilometri, di cui almeno 55 chilometri in salita, con percentuali di salita che vanno dal 6 all'11%. Dick Ranzen, Saskia de Vries, Michele Ranzen e Anne Smit di Rodi Media scaleranno lo Stelvio il 31 agosto con la Squadra Grafica, un gruppo di diciotto partecipanti del settore grafica. L’obiettivo primario è raccogliere fondi per la ricerca sul cancro, ma la sfida sportiva e la solidarietà ne fanno un evento fantastico e sorprendente.

Alkmaar: puoi farlo una volta; L'ambiziosa scalata di 21,1 km sullo Stelvio nel nord Italia. Questa è già di per sé una sfida… Conquistare la montagna due volte è ancora più difficile. Dick, Saskia, Michele e Anne si sforzano di realizzarlo. Comprese le discese si percorrono circa 115 chilometri, di cui almeno 55 chilometri in salita, con percentuali di salita che vanno dal 6 all'11%. Dick Ranzen, Saskia de Vries, Michele Ranzen e Anne Smit di Rodi Media saliranno lo Stelvio il 31 agosto con la Squadra Grafica, un gruppo di diciotto partecipanti del settore grafica. L’obiettivo primario è raccogliere fondi per la ricerca sul cancro, ma la sfida sportiva e la solidarietà ne fanno un evento fantastico e sorprendente.

“Sarà un calvario, ma fermarsi non è un’opzione”.

Dick, Saskia, Michelle e Anne hanno le loro ragioni personali per essere coinvolti. I fratelli hanno perso il padre l'anno scorso a causa di un cancro e alla madre di Anne è stato diagnosticato un tumore più o meno nello stesso periodo. “Mio padre aveva un tumore al cervello, proprio come la madre di Anne”, dice Alkmarder Michel. “Purtroppo ne è morto. È durante questo periodo che ci si rende conto davvero di quanto sia importante la ricerca, soprattutto nel campo del DNA personale, c’è ancora molto da ricercare e migliorare Anne: “Se questo salva o prolunga la vita , è davvero un'ottima notizia. Ecco perché stiamo andando avanti e speriamo di raccogliere quanti più soldi possibile. Questa non è la prima volta che Dick e Saskia fanno lo Stelvio. L'anno scorso hanno conquistato anche il passo di montagna, cosa che si può fare anche correndo o camminando. “Nostro padre era già morto e sono stato invitato più volte a salire sulla Stelvio”, racconta Dick. “Dopo la sua morte ho dovuto partecipare. La preparazione era pessima… A fine giugno ho tirato fuori la bici dal capannone perché l'officina potesse fare un po' di manutenzione. Mi sono allenato pochissimo, ma sono riuscito a battere il Stelvio due volte. C'è gente ovunque che ti fa il tifo”. , Il che per te è una grande sfida sportiva, ma si fa insieme Prima della partenza porta un piatto di spaghetti e via! il coraggio è venuto meno alcune volte lungo la strada. Mi arrenderò, pensi. Comunque, ho continuato La mia bici Per mio padre semplicemente non vuoi e non puoi arrenderti, quindi continui a guidare e dopo qualche ora raggiungi la cima – completamente esausto – e poi voli giù a velocità fino a 80 chilometri orari. Una volta scesi, è ora di mangiare di nuovo, perché stai lavorando per lunghe ore e bruci calorie come un matto, quindi un altro. piatto di pasta e poi salire sullo Stelvio dall'altra parte è diventato un calvario, ma anche qui è vero: per molti mollare non è un'opzione Il percorso ti rallegra così arrivi in ​​cima per la seconda volta e poi si scende nuovamente al paese dove si trova una meravigliosa piazza terminale. C'è musica e birra e tutta la piazza è piena di gente che ti accoglie. Fan-tas-tic… Ricordo ancora molto bene quella sensazione. Questo è ciò per cui lo fai. Ci sono anche molti malati di cancro tra i visitatori, quindi fa emergere tutto in te. Tutto è molto speciale. Poi leggi il testo sulla medaglia: “Mi sono arreso affinché il paziente debba farlo di meno in futuro”… e questo ti fa tacere per un attimo. Poi è arrivato il momento di godermi la birra e la musica, ma non sono riuscito a resistere a lungo, ahah. Dopo tre birre ho finito e sono andato a letto.

READ  L'FC Twente offre 2,3 milioni di dollari in meno rispetto al valore di mercato di Eiting; FC Volendam sconvolto

Pastiglie freno aggiuntive

È chiaro a Michelle e Anne che sarà comunque difficile. Ecco perché hanno iniziato ad allenarsi duramente. “Abbiamo già fatto diversi fine settimana in bicicletta, ad esempio nel Limburgo meridionale, dove ci sono numerose colline ripide”, continua Anne. “Facciamo anche corse di 100 chilometri. Questa salita sarà un inferno, certo, ma la discesa… la temo come una montagna. Scendi velocemente e non partirò da lì. Utilizzerò costantemente il freni. Ho pastiglie extra, certo!” Michel ha appena iniziato ad andare in bicicletta con Anne. “Non vedo l'ora, anche se dovessi cadere qualche volta lungo il percorso. Sarà molto difficile, ma quando ascolterò le storie di mio fratello, sarà anche un grande evento per il quale gareggeremo un buon motivo, no? Ed è per questo che facciamo tutto.”

Dick: “Stelvio for Life è una fondazione composta esclusivamente da volontari. Ogni euro di sponsorizzazione finisce esattamente dove dovrebbe andare: la ricerca sul cancro a livello personale e individuale L'anno scorso abbiamo pedalato insieme in gruppo per circa 50.000 euro Sarebbe fantastico “Se dovesse funzionare anche quest'anno, non vediamo l'ora e siamo completamente preparati… beh, quasi.” Vuoi sponsorizzare Squadra Grafica? Clicca su questo link e aumenta il tuo importo per la ricerca sul cancro!

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24