La zanzara tigre è stata debellata in un numero record di località e la NVWA chiede aiuto per controllarla

Zanzara tigre

Noos Notizie

L’Autorità olandese per la sicurezza alimentare e dei prodotti di consumo (NVWA) ha iniziato a combattere la zanzara tigre asiatica in un numero record di luoghi in questa stagione. In 27 siti vengono effettuati i cosiddetti “post-trattamenti” per uccidere le larve e le pupe di zanzara che possono diffondere malattie infettive. Poiché cominciano ad apparire i limiti della sua capacità di controllo, l'autorità chiede l'aiuto di cittadini e comuni.

L’anno scorso, la NVWA ha riscontrato zanzare tigre in 37 località, 22 delle quali in aree residenziali. Quindi escono squadre specializzate per combattere le zanzare. Colpisce principalmente le larve e le pupe di zanzara che dipendono dall'acqua piovana. Le squadre rimuovono contenitori, secchi, lattine e altri oggetti contenenti acqua. Quando necessario, usano insetticidi.

Il caso dell'ispettore dei parassiti a Horn spiega i luoghi a cui prestare attenzione nel giardino:

L'ispettore degli insetti Kees cerca la zanzara tigre

Dai 27 luoghi in cui l’anno scorso erano presenti le zanzare tigre non è chiaro se le zanzare siano state effettivamente debellate. “La stagione delle zanzare dura fino a ottobre, quindi potrebbero esserci ancora uova nelle aree di riproduzione”, afferma Arjan Straw della NVWA. “Sopravvivono a quasi tutto. Possono resistere alla siccità, al gelo e non puoi ucciderli con i pesticidi.”

In primavera le uova delle zanzare si trasformano in larve, motivo per cui la NVWA ha ripreso a combatterle il 15 aprile. L'anno scorso l'autorità ha inviato 36.266 lettere alle famiglie informandole della comparsa della zanzara tigre nei loro quartieri e che l'autorità sarebbe intervenuta per combattere le zanzare. I cittadini possono contribuire rimuovendo potenziali focolai.

READ  Mondiali 3x3: La prima giornata perfetta per i Belgian Lions, partono forte anche gli americani | Coppa del mondo di basket 3x3
  • numero

  • numero

Le zanzare tigre sono originarie del sud-est asiatico e, se presenti nella popolazione, possono diffondere malattie infettive come la dengue e la chikungunya. Nei Paesi Bassi, l’Istituto nazionale per la sanità pubblica e l’ambiente (RIVM) conosce solo casi di dengue e chikungunya in persone infette all’estero. Il RIVM descrive la possibilità di contrarre la malattia da una puntura di zanzara nei Paesi Bassi come “molto bassa”.

La zanzara tigre è più piccola della zanzara domestica e può essere identificata da una striscia bianca sul dorso e dalle zampe posteriori bianche. L’insetto si è diffuso in gran parte del mondo nidificando e viaggiando, tra le altre cose, nei pneumatici usati delle auto e nelle piante di bambù domestiche. La zanzara tigre è stata avvistata per la prima volta nei Paesi Bassi nel 2005 e la NVWA la combatte attivamente dal 2010.

Secondo la NVWA, l’aumento negli ultimi anni è dovuto principalmente al fatto che le persone portano inconsapevolmente la zanzara tigre a casa dal luogo delle vacanze.

“La gente a volte pensa che questa sia una miseria esotica dei tropici, ma a sud di Parigi, le zanzare tigre si sono affermate come una presenza permanente”, dice Straw della NVWA. “Se tornate da una vacanza in Francia o in Italia, assicuratevi che non ci siano zanzare nella vostra macchina. E non portate a casa secchi, vasi di fiori o altri oggetti che sono rimasti immersi nell'acqua per molto tempo. Potrebbero contenere uova. “

“Animale marcio fastidioso”

Il limite di ciò che la NVWA può fare per combatterlo sta cominciando a mostrare. “Ecco perché stiamo pensando a come i partiti locali possono contribuire alla lotta, soprattutto nelle zone residenziali”, dice Straw. “Stiamo discutendo con diversi comuni per vedere cosa possono contribuire a combatterlo”.

La differenza tra la zanzara tigre e la zanzara domestica

Secondo lui non è più possibile eliminare completamente la zanzara tigre dai Paesi Bassi. “Al momento ci sono sempre zanzare tigre da qualche parte nel Paese, ma riusciamo sempre a debellarle localmente. Dobbiamo continuare a farlo, perché sono un fastidioso parassita che punge durante il giorno”.

“Se gli lasci fare quello che vuole, non potrai più sederti fuori”, dice Straw. “Se qualcuno torna dalle vacanze con la dengue o la chikungunya, bisogna spruzzare le zanzare adulte nel quartiere se si vuole evitare che trasmettano la malattia. Ciò avviene, ad esempio, in Francia, nei luoghi in cui le zanzare si sono insediate affrontarli immediatamente.”

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24