L’Arabia Saudita acquista il 30% di Pagania

Pagani, fondata da Horacio Pagani, può ora nominare l’Arabia Saudita come uno dei suoi azionisti. Il Fondo sovrano per gli investimenti pubblici possiede di recente una quota del 30 per cento nel marchio artigianale italiano di auto sportive. Tuttavia, investire non riguarda solo il settore automobilistico.

Espansione Pagani

La famiglia Pagani resterà alla guida della sua azienda, ma ora può contare sul sostegno finanziario dell’Arab Fund. In arrivo anche altri investitori, tra cui i gestori di fondi privati ​​Nicolas Volpi ed Emilio Petroni.

Lo scopo della cessione del capitale non è solo quello di portare nuovi fondi per lo sviluppo dei successivi modelli Pagani, ma anche di diversificare l’azienda. L’ampliamento delle attività fa riferimento alla creazione di un “marchio lifestyle” denominato Pagani Arti.

>>> Leggi anche: Pagani Huayra BC ottiene Pacchetto Tempesta

V12 ed elettricità

Il cuore delle attività di Pagani rimane l’auto, e Horacio Pagani sta già lavorando al successore di Huayra. La prossima supercar del marchio manterrà il motore V12, ma molto probabilmente avrà anche una batteria per alimentare il motore elettrico. Ovviamente devi stare al passo con i tempi. D’altra parte, Horacio Pagani punta sempre all’eccellenza nelle sue prestazioni, e altri specialisti hanno già dimostrato che un propulsore ibrido può abbinare perfettamente le sensazioni e avere prestazioni di altissimo livello. Pensiamo al terzetto di Ferrari LaFerrari, McLaren P1 e Porsche 918 Spyder, ma anche alle ultime Lamborghini Ciano, Ferrari SF90 Stradal o McLaren Artura.

>>> LEGGI ANCHE: McLaren: The Hunt for the Pounds

Diversificazione dell’Arabia Saudita

Per le stesse ragioni, l’investimento del Fondo del governo saudita è commisurato alla volontà dell’emirato di espandere le proprie fonti di reddito e diventare così meno dipendente dal settore petrolifero. Ovviamente, l’obiettivo è attirare un’ondata di nuove industrie nel paese. Questo si è già tradotto in un accordo con Lucid Motors per la realizzazione di uno stabilimento, mentre oggi i sauditi sono azionisti di maggioranza della startup statunitense. Lucid prevede di portare presto la berlina elettrica Air e altri modelli in Europa. Inoltre, non dimenticare che l’Arabia Saudita è uno dei nuovi azionisti della McLaren.

READ  Il Museo di Leida restituisce un vaso in Italia

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24