L’avventura di Kristoff e Charlene in giro per l’ambiente italiano può essere vista in TV

Lunedì 6 dicembre, il modello sarà presentato alla famiglia Ghyselinck di Rekkem in occasione di “I Departure from Flanders” su VTM 2. Si sono trasferiti in Italia all’inizio di quest’anno con i loro figli. Un drastico cambiamento nelle loro vite. “Ed era necessario. Altrimenti saremmo annegati”.

Registrati una volta e leggi subito.

Ora accesso gratuito per 30 giorni a tutti gli articoli aggiuntivi e accesso sempre agli articoli gratuiti.

L’architetto Charline (43) e lo sviluppatore immobiliare Kristof (45) condividono la passione per i mattoni, ma sono anche due delle grandi cose della dolce Italia. In Belgio, la famiglia conduce una vita bellissima, con un’impresa di costruzioni e una casa dei sogni spaziosa e moderna, dove vivono con il figlio Jack (6 anni), la figlia Tess (10 anni) e il cucciolo Blue. Ma un anno fa hanno deciso di trasferire tutti i loro possedimenti in Italia. Il piano originale per la costruzione di una casa di campagna è gradualmente cambiato con la costruzione e l’affitto dei cosiddetti rifugi di eco-design. In realtà questo è stato un nostro sogno per molto tempo”, afferma Kristof. “Avevamo questa idea in testa da alcuni anni. Tutto accelerato lo scorso anno”. Del resto i due non nascondono il fatto che stanno sempre più vivendo fianco a fianco e il lavoro sta diventando molto. Charlene lo sa: “Ero destinata allo sfinimento”. “Ero stanca di questa corsa. Poi Kristof ti ha tolto di mano una serie di cose e ha fatto la differenza. Il nostro rapporto ha sofferto molto. Era imminente una trasformazione radicale. L’abbiamo preso con le nostre mani. Questo sogno italiano si è rivelato essere la nostra ancora di salvezza”. Per quello che faceva mia moglie in azienda, ho dovuto assumere due uomini. (Foto VTM) Kristoff annuisce. Ho dovuto assumere due persone per fare i compiti. Era in ufficio dalle 6 del mattino ed era ancora lì alle 18 Non era possibile. Non era facile, ma alla fine abbiamo scelto l’un l’altro e abbiamo sognato. Anche i bambini erano dietro di noi.” “Non è stato facile per i bambini”, ha appreso Charlene. “Sicuramente per i più grandi che iniziano la scuola superiore. Ma si stanno impegnando e stanno facendo passi da gigante. Anche gli insegnanti sono rimasti colpiti dallo sviluppo della lingua, dalla motivazione e dall’entusiasmo. Per noi è particolarmente importante che può anche svilupparsi socialmente e costruire una cerchia di amici”. La famiglia ha in programma di creare più ostelli. (Foto VTM) Kristoff sta attualmente viaggiando dentro e fuori. “Non è sempre così semplice. Io e mia moglie ci diamo il tempo e lo spazio necessari, ma perdere dei figli è difficile. L’obiettivo a lungo termine è che la mia azienda possa funzionare perfettamente in Belgio senza la mia presenza”. impresa straniera nel bel mezzo della crisi Corona non è “Il settore del turismo sarà duramente colpito qui, sì”, dice Charlene. “Ma la scorsa estate abbiamo avuto clienti da tutto il mondo e siamo rimasti piacevolmente sorpresi. Molto strano, ma meraviglioso: anche molti italiani hanno trovato la loro strada da noi. Pensano anche in modo molto ecologico, quindi possono essere totalmente d’accordo con la nostra storia. Amano cercare quella connessione con la natura, che ci sforziamo di raggiungere qui. Speriamo di conoscere meglio i nomi nel prossimo periodo. Non abbiamo solo iniziato questo. Ci siamo preparati molto bene, abbiamo anche seguito un corso speciale. Il modo in cui c’era era importante almeno quanto la destinazione. Mentalmente, siamo qui da un po’. La connettività al fronte interno sta andando bene, per lo più digitale, come la maggior parte ha fatto nell’ultimo anno. “La pianificazione della coppia non sta ferma”. Con Herborama voglio realizzare un progetto in cui l’orto e le erbe aromatiche sono centrali e legate alla meditazione e al benessere spirituale. Voglio davvero entrare in quello nel prossimo periodo. “Christophe viaggia da e per l’Italia. “Perdere figli è la cosa più difficile” (foto VTM) Oltre agli ostelli esistenti, stanno anche giocherellando con l’idea di trasformare completamente la rovina in un luogo unico in cui soggiornare dove gli ospiti possono interrompere completamente la comunicazione. Entro Pasqua vogliono aprire ulteriori ostelli tra gli uliveti e i due vogliono anche costruire un luogo tutto loro, così da poter trasformare l’eco-lodge in cui vivono in tre appartamenti e uno spazio laboratorio. ” Ne siamo ben consapevoli”, ha detto Charlene. Abitudine all’astinenza.” “A volte è nelle piccole cose”, insegna Kristof. “Stamattina ho portato i bambini a scuola e mi sono fermato per un caffè. Questa è la felicità istantanea. Quando sono in Belgio, cerco di farlo molto. Fermati per una tazza di caffè. I cinque minuti che dedichi a questo in realtà fanno un’enorme differenza. Nello scenario ideale, le persone ci troverebbero anche in inverno, per vivere la natura a un ritmo più lento. “Parto dalle Fiandre, lunedì 6 dicembre alle 21:40 su VTM 2 e anche su VTM GO.

READ  I nostri partner commerciali apprezzano molto i vantaggi.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24