Le forti piogge nel nord Italia alleviano la siccità

Nel nord Italia, nella zona da Genova in direzione di Bologna, cadrà oggi una forte pioggia. Localmente possono cadere più di 100 mm. Oltre alle inondazioni localizzate, le piogge forniscono sollievo dal nord Italia, ancora afoso e tormentato dalla siccità. Vai con un po' d'acqua piovana. Così il fiume colpito dalla siccità potrebbe rialzarsi un po’.

Oggi la pioggia è dovuta ad una zona di bassa pressione sul centro Italia. Sono previste forti piogge soprattutto nella parte alta, ma quantità significative di pioggia sono previste più a sud. Questa mattina ha piovuto presto e la neve è caduta alta sulle Alpi italiane. Tuttavia, le quantità sono piccole.

Bella aggiunta

Tuttavia, la rinnovata pioggia è una gradita aggiunta alla regione alpina. Anche lì ha nevicato qualche settimana fa e ad altitudini superiori ai duemila metri adesso c'è chiaramente più neve che negli ultimi anni (sicciti).

L’istituto di ricerca italiano CIMA aveva precedentemente calcolato che le condizioni della neve post-invernale nelle Alpi italiane sono rimaste drammatiche per il terzo anno consecutivo. Non solo è caduto circa il 60% in meno di neve rispetto al normale nel picco della stagione invernale, ma il picco è caduto un mese prima e la poca neve rimasta ha iniziato a sciogliersi prima. Prima della pioggia delle ultime settimane, le Alpi italiane si trovavano in una situazione simile a quella che si vede solitamente nel mese di giugno.

Meno di due mesi prima che la neve si sciolga

L’Italia ha due mesi in meno di scioglimento della neve. L'anno scorso la situazione era peggiore. Questa è una brutta notizia, perché per quanto riguarda l’approvvigionamento idrico il periodo più difficile è appena iniziato. Dove in primavera è necessaria molta acqua, la fornitura è limitata e di solito cade relativamente poca pioggia. La domanda e l’offerta divergono così ampiamente che possono verificarsi rapidamente carenze.

READ  "Non abbiamo rubato nulla" - Voetbal International

La mancanza di neve nelle Alpi italiane non è dovuta solo alla mancanza di neve durante i mesi invernali, ma anche al risultato delle alte temperature di questa primavera. Quel caldo ha fatto sì che la neve sulle montagne si sciogliesse molto prima del normale. Fino a poche settimane fa il bacino del fiume Adige era carente di ghiaccio per il 73%. Il Bow Basin ha dovuto accontentarsi di 1/3 della sua presenza storica. Ciò corrisponde anche alla situazione normale alla fine di giugno.

Appennini

Sebbene inizialmente le cose andassero bene sugli Appennini a causa delle abbondanti nevicate di gennaio, in seguito il clima caldo e secco ha sciolto gran parte della neve. Prima della pioggia le condizioni sono paragonabili a quelle delle Alpi. E i fiumi non hanno beneficiato di quella nevicata precoce.

Secondo l'istituto di ricerca, per l'approvvigionamento idrico si registra una carenza in tutte le regioni italiane, che dipendono in una certa misura dallo scioglimento delle nevi in ​​montagna in primavera. Oltre a ciò, l'acqua che scompare sotto forma di neve in montagna e l'acqua che non è disponibile in estate è acqua che può essere utilizzata per bere, per l'irrigazione e per l'industria. Non chiamare acqua la natura.

Il 2016 e il 2017 sono stati molto secchi

Ad eccezione degli ultimi due anni, paragonabili al 2016 e al 2017, quando in montagna si è registrato un forte deficit di neve. L’anno scorso la siccità in Italia ha avuto conseguenze importanti. Non solo sono scoppiati incendi boschivi in ​​molti luoghi, ma anche il livello dell’acqua a Bo è sceso a livelli senza precedenti.

READ  Carnevale a Venezia - Alcuni fatti meno noti

Alcuni villaggi del nord stanno già affrontando la scarsità d’acqua poiché le loro sorgenti montane si sono tutte prosciugate. Soprattutto perché oggi piove forte, ora c'è di nuovo speranza. La pioggia non pone fine alla siccità, ma sicuramente porta sollievo. Dopo la pioggia di oggi il tempo si presenta asciutto per diversi giorni, ma è probabile che torni a piovere dalla metà della prossima settimana quando nuove perturbazioni colpiranno l'Italia.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24