Le persone possono essere rese più sensibili all’ipnosi attraverso la stimolazione cerebrale a breve termine

Usando la stimolazione elettrica del cervello, gli scienziati possono rendere temporaneamente le persone più sensibili all'ipnosi. Ciò è notevole, perché fino ad ora sembra che il grado di suscettibilità di qualcuno all'ipnosi sia una caratteristica immutabile. Gli scienziati americani hanno reso i loro soggetti più suscettibili all'ipnosi per un'ora con alcuni minuti di stimolazione cerebrale mirata. Lo descrivono sulla rivista scientifica Salute mentale naturale. L’ipnoterapia medica può aiutare a trattare il dolore cronico, l’ansia e lo stress, tra le altre cose.

Quando le persone pensano all'ipnosi, molte persone pensano a spettacoli in cui i volontari fanno cose strane sul palco mentre sono in trance. Ma in ambito medico viene utilizzato anche negli ospedali, ad esempio per trattare dolori e ansia durante procedure mediche, mal di testa e dolori addominali. Le persone imparano ad entrare in uno stato di profondo rilassamento e attenzione altamente focalizzata. Ciò avviene attraverso esercizi di concentrazione, respirazione e visualizzazione da parte del terapista o attraverso una registrazione audio registrata. Tale visualizzazione potrebbe essere un posto bellissimo, come una spiaggia sabbiosa sotto il sole caldo, o l’immagine di una pancia calda e morbida.

Comunicazioni funzionali

Non tutti sono ugualmente suscettibili all’ipnosi. Circa due terzi degli adulti sono almeno in qualche modo ipnotizzabili e il 15% è molto ricettivo.

Lo psichiatra David Spiegel della Stanford University negli Stati Uniti e i suoi colleghi avevano già scoperto che le persone con elevata suscettibilità all’ipnosi hanno connessioni funzionali più forti tra due regioni del cervello: la corteccia prefrontale dorsolaterale sinistra, coinvolta nel processo decisionale e nell’elaborazione delle informazioni, e la corteccia cerebrale corteccia. La corteccia cingolata anteriore dorsale, che svolge un ruolo nel notare gli stimoli.

READ  Rischio di cancro o essenziale per la tua salute?

Nel nuovo studio, hanno stimolato la corteccia prefrontale dorsolaterale sinistra dei partecipanti utilizzando una forma speciale di stimolazione magnetica transcranica (TMS). Si trattava di 80 persone, per lo più donne, con dolore cronico dovuto alla fibromialgia. Nessuno di loro rientrava nel gruppo di persone facilmente ipnotizzabili. Nella scansione MRI, i ricercatori hanno visto dove si trovava l'area cerebrale target di ciascun soggetto.

Le correnti elettriche sono generate da magneti sopra il cranio

La metà dei partecipanti ha ricevuto la stimolazione due volte per 45 secondi. Piccole correnti elettriche vengono generate nell'area del cervello sottostante utilizzando un grande magnete piatto sopra il cranio. Nell'altra metà il campo magnetico stimolato non era attivato. Nessuno sapeva a quale gruppo appartenesse, ma molte persone in entrambi i gruppi pensavano di essere state stimolate.

Immediatamente prima e dopo la stimolazione, e un’ora dopo, i ricercatori hanno testato la profondità con cui i partecipanti entravano in trance con un breve test standardizzato. Profilo ipnotico. Le persone che hanno ricevuto la stimolazione hanno ottenuto in media un punto in più su una scala da 0 a 10 rispetto al gruppo di controllo. Dopo un'ora non c'era più alcuna differenza tra i due gruppi.

Il fatto che l’ipnotizzabilità possa essere influenzata non è coerente con i risultati fino ad oggi. Hanno dimostrato che questa è una proprietà che rimane approssimativamente stabile per tutta la vita.

Dolore addominale o nausea

Sarebbe un gradito miglioramento se più persone diventassero più sensibili all'ipnosi con l'aiuto della stimolazione cerebrale, afferma Mark Benninga, pediatra e gastroenterologo dell'Emma Children's Hospital dell'UMC di Amsterdam. Da anni studia gli effetti dell'ipnoterapia sui bambini che soffrono di mal di stomaco o nausea. “Nei nostri studi, il 60% dei bambini di età compresa tra 8 e 18 anni con dolore addominale ha indicato di aver avuto significativamente meno disturbi dopo l'ipnoterapia, che sono diminuiti dal 30 al 50%. Non possiamo ottenere questo effetto significativo con nessun altro trattamento. Cinque anni dopo questo L'effetto è ancora lì. Se lo stimolo potesse aumentare ancora di più la percentuale di pazienti che ne beneficiano, sarebbe molto bello.”

READ  Panacea: la camomilla (tè) fa bene a questo

Un punto debole degli studi sull'ipnoterapia, dice Benninga, è che non esiste un buon placebo da usare per un gruppo di controllo. “Non puoi dare una falsa ipnosi.” Colleghi critici affermano che gli effetti riscontrati per l’ipnoterapia potrebbero essere placebo. “Ma l'effetto placebo è pari al 40% nei bambini con dolori addominali, come vediamo negli studi medici. Molto meno del 60% che continuiamo a riscontrare.”

Il nuovo studio non ha ancora testato se l’ipnoterapia sia più facile dopo la stimolazione e se i partecipanti sentano anche meno dolore.



We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24