Le società minerarie spingono al rialzo i titoli europei; Gli investitori attendono segnali politici dal presidente della Fed Powell – 1 dicembre 2023 alle 11:02

(Per il blog live di Reuters sui mercati azionari statunitensi, britannici ed europei, fare clic o digitare LIVE/ nella finestra delle notizie)

* UBS recluta minatori angloamericani e di Antofagasta

* Il calo delle fabbriche dell’Eurozona si è leggermente attenuato a novembre – Indice dei direttori degli acquisti (PMI).

* L’attività industriale in Cina è aumentata improvvisamente a novembre

* Goldman Sachs prevede ora il primo taglio dei tassi di interesse da parte della Banca Centrale Europea nel secondo trimestre del 2024

(Reuters) – I titoli azionari europei sono saliti venerdì, con il forte sostegno delle società minerarie, mentre gli investitori attendono i commenti politici del presidente della Federal Reserve Jerome Powell dopo i dati sull’inflazione inferiori alle attese, scommettendo su tagli dei tassi di interesse.

Alle 9.20 GMT, l’indice europeo STOXX 600 è salito dello 0,7%, dopo aver registrato il più forte guadagno mensile del 6,4% dall’inizio dell’anno a novembre, sostenuto da un calo dei rendimenti obbligazionari della zona euro.

L’indice si sta ora dirigendo verso il suo terzo guadagno settimanale consecutivo, guidato dai titoli tecnologici e dei servizi finanziari.

Le azioni delle società minerarie sono state le più vincenti nelle prime fasi degli scambi, in rialzo del 3,3% ai livelli più alti in quattro mesi a causa dell’aumento dei prezzi dei metalli con un dollaro in calo e dati favorevoli provenienti dalla Cina, il più grande consumatore.

Le azioni di Anglo American guidano l’indice STOXX 600 con guadagni del 6,3%, mentre le azioni di Antofagasta salgono del 4,1% dopo che UBS ha aggiornato le azioni delle due società da “neutrale” a “acquista”.

Tutti gli occhi sono ora puntati sui commenti del presidente della Fed Powell nel corso della giornata per ulteriori indizi sulle prospettive della politica globale, dopo che i dati provenienti da Europa e Stati Uniti giovedì hanno mostrato un continuo calo dell’inflazione.

READ  Posto vacante in moto: Service Advisor - Nieuwsmotor.nl

Giles Coghlan, presidente della Banca centrale europea, ha dichiarato: “L’inflazione generalmente più debole nella zona euro è un certo sollievo. Ad un certo punto in futuro, gli investitori vedono un certo sollievo per la zona euro nei tassi di interesse più bassi, e questo alimenta i timori di stagflazione che si è andata costruendo”. Analista di mercato presso GCFX Limited.

“Non penso che siamo fuori pericolo e che l’Eurozona sia troppo guidata dai dati… Questa settimana è solo un po’ di sollievo in questa storia.”

Goldman Sachs prevede ora che la Banca Centrale Europea effettuerà il suo primo taglio dei tassi di interesse nel secondo trimestre del 2024, rispetto alla precedente previsione per il terzo trimestre del prossimo anno.

Tuttavia, il presidente della Bundesbank Joachim Nagel si è unito al coro dei funzionari della BCE che hanno respinto le scommesse sui tagli dei tassi di interesse, sottolineando che i rischi vanno verso risultati più negativi, quindi ulteriori aumenti dei tassi non possono essere rifiutati e i tagli non dovrebbero nemmeno essere discussi.

Nel frattempo, nuovi dati hanno mostrato che l’ampio calo dell’attività manifatturiera nella zona euro si è leggermente attenuato lo scorso mese, ma il settore rimane profondamente radicato in territorio di contrazione.

Altri dati hanno mostrato che l’economia italiana è cresciuta dello 0,1% nel terzo trimestre grazie alle esportazioni e alla forte spesa dei consumatori. L’indice principale è cresciuto dello 0,5%.

Tra i singoli titoli, Signify è cresciuto del 5,6% dopo che il più grande produttore mondiale di lampade ha annunciato una nuova struttura organizzativa per ridurre i costi.

READ  “L’ex record Nicolas Pepe spera che l’Arsenal rescinda il suo contratto”.

Le azioni della Bechtle AG sono scese del 5,3% dopo l’annuncio delle obbligazioni convertibili.

Le azioni della travagliata società di streaming svedese Viaplay sono scese del 76% al minimo storico dopo i piani di aumentare nuove azioni e ristrutturare il proprio debito. (Segnalazione di Ankika Biswas e Khushi Singh a Bengaluru; Montaggio di Soumyadeep Chakrabarty e Shinjini Ganguly)

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24