L’ex presidente Zuma si presenta in prigione prima del previsto

L’ex presidente sudafricano Jacob Zuma si è consegnato in una prigione per scontare una pena detentiva di 15 mesi. La polizia lo ha confermato dopo una lettera della Fondazione Zuma.

La scorsa settimana la Corte Costituzionale ha condannato Zuma a 15 mesi di carcere oltraggio alla corte. La sentenza afferma che ha tentato di ignorare, minare o addirittura distruggere lo stato di diritto in vari modi. Zuma, 79 anni, si è rifiutato di comparire davanti a un’udienza per accuse di corruzione durante la sua presidenza 2009-2018.

Dopo la condanna, i suoi avvocati hanno cercato di evitare che il politico dell’ANC finisse in prigione. Sabato la Corte Costituzionale ha sospeso La pena detentiva è ancora provvisoriaPer l’ex presidente di presentare le sue obiezioni alla sentenza alla corte.

Scadenza fino a mezzanotte

Più tardi, la corte ha stabilito che Zuma doveva davvero andare in prigione e gli ha dato fino a mezzanotte per denunciare. Se non lo fa volontariamente, la polizia può arrestarlo subito dopo la mezzanotte.

Quattordici minuti prima della scadenza, la sua fondazione ha annunciato che Zuma aveva deciso di rispettare l’ordine di reclusione e stava andando in prigione.

READ  Disgusto in Spagna dopo gravi abusi su gay: "Cresce odio"

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24