L'Italia arresta banda di anziani rapinatori di banche, tra cui una vecchia conoscenza di 70 anni

Un'auto della polizia italiana in Piazza di Spagna a Roma.Il film è solido

Secondo i giornali italiani, il capo della banda è una vecchia conoscenza della polizia. Italo De Witt, 70 anni, fece notizia nel 1995 con una spettacolare rapina in banca a Roma, in una banca non lontano da Piazza di Spagna, una delle maggiori attrazioni turistiche della capitale italiana.

De Wit, di origine olandese, soprannominato “Il tedesco”, all'epoca teneva quindici ostaggi. È entrato in banca con una chiave falsa durante il pranzo. De Witt, insieme ad un complice, è riuscito a farla franca con 210 milioni di lire, pari a circa 100mila euro.

Oltre a Lookout, 77 anni, i ragazzi più anziani che DeWitt ha attaccato negli ultimi anni erano il 68enne che lo ha derubato sotto la minaccia di una pistola e il 66enne responsabile. Per falsificare chiavi per aprire porte secondarie di uffici postali e banche. All'inizio degli anni Cinquanta il duo fece sporadici lavori preparatori.

La polizia ritiene che la banda di de Wit possa essere responsabile di una rapina in una banca di Roma. Due uomini armati sono entrati in banca e hanno derubato un dipendente di 200mila euro che stava ricaricando il bancomat. Ma la polizia ha indizi che questa banda è responsabile della maggior parte delle rapine.

Auto della polizia per le strade di Roma.  Il film è solido

Auto della polizia per le strade di Roma.Il film è solido

Incontinenza

Uno di questi indizi era il modus operandi di de Wit: entrare nella banca dalla porta sul retro. Il giornale racconta che il suo incedere, un'andatura affrettata ma decisa, e il suo modo di vestire elegante sono stati individuati nelle immagini riprese dalle telecamere di sorveglianza. Corriere della Sera.

È inoltre interessante notare che non è avvenuta alcuna rapina pianificata. Una delle rapine è stata annullata perché il sospettato, 66 anni, soffriva di incontinenza e necessitava di un intervento chirurgico alla prostata.

De Witt può essere nuovamente dichiarato colpevole. Entrò in contatto per la prima volta con la legge nel 1972 dopo una rapina. Scomparve dietro le sbarre per la prima volta nel 1989 dopo una rapina. È stato condannato a 15 anni di carcere per rapina a mano armata nel 1997 e nel 2000.

Gli attacchi contro banche e gioiellerie a Roma, Milano e Firenze nel 2004, 2010 e 2014 hanno portato a ulteriori arresti per falsificazione di chiavi e tagli notturni nei muri di edifici vicini.

Nessuna pensione

È noto che i criminali a Roma non vanno mai in pensione Corriere della Sera. Ma vale anche per i criminali americani. A Chicago, la polizia ha arrestato sabato un uomo di 83 anni che, secondo l'FBI, è responsabile di almeno sette rapine in banca nell'area di Chicago. Il primo si è svolto nel giugno dello scorso anno.

Il sospettato, Donald Bennett, è stato rilasciato dal carcere quattro anni fa. Lì scontò una condanna a 31 anni per cinque rapine in banca alla fine degli anni '80.

Non so perché l'americano sia uscito di nuovo fuori strada. Arthur Lurizio, professore di criminologia alla Loyola University di Chicago, ha detto a CBS News che “probabilmente deriva da un senso di abitudine e familiarità”. “Ha avuto una lunga pausa, ma è tornato comodamente.”

READ  'Scene alluvionali' nel nord Italia: un giorno di pioggia in più all'anno in tutti i Paesi Bassi | All'estero

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24