L’Italia e altri 11 paesi dell’UE possono avviare un piano di ripresa

12 paesi dell’Unione Europea, tra cui Italia, Spagna, Francia e Germania, riceveranno denaro questo mese per aiutarli ad avviare i loro piani nazionali per riprendersi da Corona. Si tratta di un totale di oltre 392 miliardi di euro.

Redazione

Martedì i ministri delle finanze dell’Unione europea hanno approvato i primi piani a Bruxelles. L’Italia è il maggior beneficiario di sussidi e prestiti agevolati per 191,5 miliardi di euro e la Spagna è il secondo più grande beneficiario di 69,5 miliardi di euro di sussidi. La Germania ha ottenuto il via libera per 25,6 miliardi di euro di sussidi.

I piani valutati positivamente dalla Commissione Europea sono già stati approvati, ma senza l’approvazione dei ministri nessun denaro verrà pagato. Questi paesi possono ora puntare a un finanziamento anticipato del 13%.

I fondi del Corona Recovery Fund temporaneo pari a 672,5 miliardi di euro, di cui 312,5 miliardi di euro in sussidi e 360 ​​miliardi di prestiti, saranno pagati in parte. Quello che gli Stati membri fanno con gli aiuti è attentamente monitorato. Se questo non viene speso bene o se gli obiettivi di riforma concordati non vengono raggiunti, l’erogatore di denaro può essere disattivato.

Non c’è nessun piano da Bulgaria e Paesi Bassi

Nel frattempo, 25 dei 27 Paesi hanno presentato a Bruxelles il piano di ripresa. 16 sono stati approvati dalla commissione ma sono ancora in attesa del via libera dei ministri e nove sono ancora in fase di analisi. Solo Bulgaria e Paesi Bassi non hanno presentato alcun piano. L’Aia lo farà solo se ci sarà un nuovo governo.

“Quando si redige l’accordo di coalizione, è naturale che guardiamo anche ai nostri funzionari della responsabilità sociale con un occhio obliquo”, ha affermato martedì il ministro degli Esteri uscente Hans Velebreev. Per responsabilità sociale d’impresa, intende specifici obiettivi di riforma che i paesi si sono dettati da anni dalla Commissione Europea, ad esempio riformare il mercato del lavoro o il sistema fiscale. Secondo Fellbrief, nei Paesi Bassi, ad esempio, si tratta di ridurre le differenze tra lavori a tempo indeterminato e flessibile e la retribuzione ad essi associata. Anche il mercato immobiliare deve essere affrontato; Il Comitato è preoccupato per l’elevato livello di indebitamento delle famiglie.

L’Olanda rinuncia al prestito

I Paesi Bassi possono ricevere un massimo di 6 miliardi di euro in sussidi e rinunciare ai prestiti disponibili. La maggior parte degli altri paesi, tra cui Germania, Francia e Spagna, non ha ancora usufruito delle opzioni di prestito.

Gli Stati membri investiranno almeno il 37% del denaro nella sostenibilità e il 20% nel digitale, come concordato. Molti paesi renderanno più ecologici i trasporti pubblici e ristruttureranno gli edifici. Il denaro viene anche versato per espandere l’infrastruttura di Internet e renderla più veloce. I paesi dovrebbero inoltre attuare tutti i tipi di riforme che Bruxelles ritiene necessarie affinché ogni Stato membro esca più forte dalla crisi, come l’adeguamento del sistema fiscale o del mercato del lavoro.

Gli altri otto paesi dell’Unione Europea i cui piani di ripresa sono stati completati sono Austria, Belgio, Lussemburgo, Danimarca, Lettonia, Portogallo, Grecia e Slovacchia.

Leggi anche:

Corona Recovery Fund: molti paesi vogliono diventare verdi e digitalizzare

A poco a poco, i piani nazionali per spendere centinaia di miliardi di euro si stanno riversando. Ciò dovrebbe aiutare l’economia dell’UE a riprendersi.

La magistratura italiana teme che la mafia si approfitti dei miliardi dell’Unione Europea. La parola ndrangheta compare dove sono i soldi

Il primo ministro italiano Mario Draghi questa settimana ha detto al parlamento come il suo governo vuole spendere miliardi dal Fondo europeo per la ripresa per mantenere l’economia sana. C’è un pericolo: la giustizia ha paura che la mafia cerchi i soldi.

READ  Un progetto italiano che unisce gli attori del settore delle fragole

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24